Informazione

Libri sul Giappone


Sfoglia il nostrolibri consigliati

Giappone

Libri - Giappone

Ashigaru 1467-1649 , Stephen Turnbull, Uno studio colorato sull'uomo di fanteria spesso trascurato del Giappone medievale. Buone illustrazioni di un'area trascurata.


Eserciti Samurai 1550-1615 , S.R.Turnbull, Richard Hook.Un piccolo ma eccellente libro per questo periodo specialmente per il wargamer con grandi tavole a colori e molte illustrazioni incluse le formazioni di truppe standard usate in questo periodo. Una lettura facile e piacevole.


Corse [1985] , Un altro classico di questo regista magistrale, Ran che significa Chaos è una rielaborazione di Re Lear con figli rispettosi che sostituiscono le figlie. Racconta la storia di un regno lacerato dall'avidità dei figli di un Lord e dalla vendetta intrigante di una donna. A colori con battaglie spettacolari che mostrano l'uso di archibugi e cavalleria e uno straordinario attacco a una fortezza, è un must per chi è interessato alla guerra dei samurai.


Corse [1985] , Un altro classico di questo regista magistrale, Ran che significa Chaos è una rielaborazione di Re Lear con figli rispettosi che sostituiscono le figlie. A colori con battaglie spettacolari che mostrano l'uso di archibugi e cavalleria e uno straordinario attacco a una fortezza, è un must per chi è interessato alla guerra dei samurai.



15 migliori libri sul Giappone da leggere

Questi sono 15 dei migliori libri sul Giappone che vale la pena leggere se hai intenzione di visitare o sei solo interessato alla vita giapponese in generale.

Questa lista potrebbe essere facilmente "50 libri da leggere" poiché ce ne sono così tanti da consigliare, ma questi 15 libri sul Giappone sono i miei preferiti.

Alcuni di questi sono quelli che considero alcuni dei migliori libri sulla cultura e la storia giapponese e coprono anche la vita moderna e tutto il resto.

Dopo aver trascorso diversi mesi in giro per il Giappone e aver scritto guide di viaggio per i luoghi visitati, ho deciso di scrivere articoli sulla cultura giapponese, libri, film e altro ancora, quindi se stai pianificando un viaggio in Giappone o sei solo interessato al Giappone, allora questi tutti danno una buona visione dello stile di vita giapponese.

Le descrizioni utilizzate sono in parte mie sul perché ho amato il libro, e in parte sono prese dalla descrizione sul libro stesso per darti un'idea completa di cosa tratta.

Ci sono anche link (affiliati) ad Amazon dove puoi farli leggere se vuoi.


Hideki Tojo

Hideki Tojo è stato primo ministro del Giappone dal 1941 al 1944 e capo di stato maggiore dell'esercito imperiale giapponese. È stato accusato di essere responsabile dell'uccisione di 4 milioni di cinesi e di aver condotto esperimenti biologici su prigionieri di guerra. Dopo la resa del suo paese nel 1945, tentò di uccidersi con una pistola. Tuttavia, è sopravvissuto, ha confessato i crimini ed è stato impiccato nel 1948.

I venerati criminali di guerra del Giappone


Una storia del Giappone fino al 1334 , ом 1

Questa è una narrazione diretta dello sviluppo della civiltà giapponese fino al 1334 dall'autore di Giappone: una breve storia culturale. Sebbene completo di per sé, è anche il primo volume di un'opera in tre volumi che sarà la prima storia completa e su larga scala del Giappone.

Presa nel suo insieme, la storia proiettata rappresenta il culmine dell'opera di una vita forse dello storico più illustre che ora scrive sul Giappone. A differenza del rinomato Breve storia culturale, si occupa principalmente di fenomeni politici e sociali e tocca solo incidentalmente la religione, la letteratura e le arti. La trattazione è principalmente descrittiva e fattuale, ma l'autore offre alcune interpretazioni pragmatiche e suggerisce confronti con la storia di altri popoli.

Una storia del Giappone al 1334 descrive la crescita dalle origini tribali di uno stato organizzato su un modello cinese, dà un'immagine della vita della corte reale ed esamina il conflitto tra una nobiltà urbana raffinata e una nobiltà rurale guerriera. Ripercorre l'evoluzione di un efficiente sistema di governo feudale che privò il sovrano di tutto tranne che delle sue funzioni rituali e del prestigio dei suoi antenati. La struttura della società feudale giapponese è descritta in dettaglio e spiegata nei termini delle sue sollecitazioni interne e del suo comportamento in pace e in guerra, specialmente durante il periodo degli attacchi mongoli negli ultimi decenni del XIII secolo. Il volume si conclude con il crollo del governo feudale di Kamakura sotto l'attacco di ambiziosi rivali.


"I giapponesi: una storia in venti vite": le storie personali presentano una nuova prospettiva sul Giappone

Per gran parte della storia, gli scrittori si sono concentrati sui "grandi" - sempre uomini, tranne alcune donne anomale - visti per plasmare il loro tempo.

Il XX secolo ha visto un profondo spostamento di enfasi sulla storia sociale, sulla storia delle persone e, ultimamente, sulla storia di coloro che sono stati spinti ai margini: donne, persone di colore e classe operaia. A volte questo cambiamento sembrava una lotta dialettica, una scelta politica più che accademica: concentrarsi sui lord o sui comuni, sui generali o sul fronte interno. Nel suo secondo libro sulla storia giapponese, lo storico culturale Christopher Harding ha trovato un modo per sintetizzare entrambi gli approcci.

Dopo il suo libro del 2018, "Japan Story", che era un riassunto più tradizionale e cronologico degli eventi chiave, il nuovo lavoro di Harding ridimensiona le cose al livello dell'individuo. Racconta le storie personali di 20 figure che rappresentano epoche, momenti o aspetti che definiscono il passato del Giappone e, così facendo, illumina il tutto con una prospettiva fresca e affascinante.

Alcuni dei suoi soggetti sono grandi ed eminenti: Oda Nobunaga e Sakamoto Ryoma sono due uomini che non puoi davvero lasciare fuori dalla storia giapponese. L'imperatore Kanmu, che ha fondato Kyoto, rappresenta il lignaggio reale, mentre Murasaki Shikibu, autore del "Racconto di Genji" e Osamu Tezuka della famosa serie di manga "Atom Boy" sarebbero in cima alla lista di tutti i luminari delle arti.

Altre inclusioni sono più sorprendenti ma benvenute. Il poco conosciuto monaco Shinran è un eccellente esempio per comprendere le lotte di potere spesso confuse all'interno della spiritualità organizzata in Giappone, mentre il viaggio del samurai e diplomatico Hasekura Tsunenaga a Roma per vedere il papa nel 1613 è il tipo di storia che si perde nel vasto raggio di storia. In questo libro, tali storie sono rese importanti.

È la scelta di Harding di includere Masako Owada, l'attuale imperatrice del Giappone, che forse incarna meglio ciò che lo storico ha ottenuto con questo libro.

Per alcuni, l'imperatrice Masako rappresenta il sogno da favola di una persona comune che sposa il suo principe. Per altri, incarna le tensioni lacerante del Giappone moderno: la donna in carriera multilingue e di alto livello incatenata nel matrimonio da un sistema misoginista che non richiede altro da lei se non silenzio e fertilità, escludendo nel frattempo sua figlia dalla linea di successione. Nello spazio di 30 pagine, Harding ritrae una donna reale le cui speranze e lotte sono palpabili, e poi la collega abilmente a un Giappone alle prese con il suo ruolo nel mondo e la sua identità a casa. Modernità e tradizione sono i due poli della vita di Masako, proprio come il resto del Giappone.

Spostando l'attenzione senza perdere le figure famose o le tendenze radicali, ma piuttosto facendole lievitare con individui precedentemente sconosciuti, Harding è in grado di dire qualcosa di nuovo sulla storia del Giappone e rinvigorire vecchie storie. In quanto tale, questo libro può fungere da primer per la lunga e complessa storia dell'arcipelago, o come una rinfrescante interpretazione di periodi familiari per coloro che sono già esperti di imperatori, shogun e campi di battaglia.

In un'epoca di disinformazione e troppa informazione, il giornalismo di qualità è più cruciale che mai.
Iscrivendoti, puoi aiutarci a ottenere la storia giusta.


Qual è il miglior libro sulla storia giapponese? 22 settembre 2005 11:35 Iscriviti

Ho letto Lupo Solitario e Cucciolo (così come alcuni Samurai Executioner) e mi ha colpito il fatto che io non sappia molto della storia medievale giapponese. Voglio dire, conosco un po' i samurai, la struttura del paese e i vari periodi in cui è divisa la storia. Ma mi mancano molti dettagli e sono dell'umore giusto per una storia corposa ma leggibile del Giappone, preferibilmente dai primi tempi fino agli albori della modernità. Qualcuno ha qualche suggerimento? Se ho davvero bisogno di leggere 2-3 libri invece di uno solo, va bene lo stesso.

Dovrei anche aggiungere l'avvertenza che non parlo o leggo giapponese, quindi tutti i libri dovrebbero essere in inglese.

I giapponesi erano in realtà piuttosto bravi a registrare la propria storia. È molto istruttivo leggere le traduzioni delle fonti originali, soprattutto se ci sono buone note a piè di pagina. Suggerisco l'Heike Monogatari, in particolare. Si tratta della guerra civile del XII secolo che ha trascinato il Giappone da un'era all'altra. Inoltre, Junichiro Tanazaki ha scritto un meraviglioso racconto su un massaggiatore cieco e cieco coinvolto nei combattimenti tra i periodi momoyama e moromachi. È una buona introduzione alla storia che circonda l'inizio del Giappone classico.

Ti consigliamo di leggere qualsiasi libro su Nobunaga o Tokugawa Ieyasu per aiutare a risolvere quell'era (periodi muromachi, momoyama ed edo). È confuso (le persone vengono costantemente uccise e sostituite), ma questo periodo di tempo è il cuore della cultura dei samurai. La guerra in Giappone 1467-1615 è breve, ma copre questo periodo degli stati belligeranti.
pubblicato da Alison alle 13:24 il 22 settembre 2005

Miglior risposta: i libri di George Sansom (3 volumi che coprono il Giappone premoderno) sono così aridi da essere illeggibili, secondo me.

Trovo che la Cambridge History of Japan sia molto buona, ma sono un sacco di volumi.

Consiglierei "La vita quotidiana nel Giappone tradizionale" come breve e informativo, più culturale che storico.
pubblicato da Jeanne alle 14:14 il 22 settembre 2005

Risposta del poster: Follow-up- Ho letto Everyday Life in Traditional Japan durante la mia vacanza. Era proprio quello di cui avevo bisogno! Grazie, Jeanne.

Passo ora al Japanese Inn, menzionato nella nota di chiusura.
pubblicato da selfnoise alle 17:50 il 23 ottobre 2005


Una storia del Giappone, 1615-1867

Questo è il volume conclusivo di un'opera in tre volumi che culmina lo studio della vita del più illustre studioso occidentale di storia giapponese. Una narrazione diretta dello sviluppo della civiltà giapponese fino al 1867, i tre volumi costituiscono la prima storia completa su larga scala del Giappone.

A differenza del rinomato Breve storia culturale, si occupa principalmente Questo è il volume conclusivo di un'opera in tre volumi che culmina lo studio della vita del più illustre studioso di storia giapponese dell'Occidente. Una narrazione diretta dello sviluppo della civiltà giapponese fino al 1867, i tre volumi costituiscono la prima storia completa su larga scala del Giappone.

A differenza del rinomato Breve storia culturale, si occupa principalmente di fenomeni politici e sociali e tocca solo incidentalmente la religione, la letteratura e le arti. La trattazione è principalmente descrittiva e fattuale, ma l'autore offre alcune interpretazioni pragmatiche e suggerisce confronti con la storia di altri popoli.

Una storia del Giappone: 1615-1867 descrive lo sviluppo politico e sociale del Giappone durante i due secoli e mezzo di governo degli Shogun Tokugawa, un periodo di notevole sviluppo in quasi tutti gli aspetti della vita nazionale. Sotto Ieyasu, il primo Shogun Tokugawa, iniziò ad essere ideato un sistema di pesi e contrappesi per tenere in ordine i grandi feudatari. I suoi successori continuarono questa politica, e in effetti le caratteristiche essenziali del governo degli Shogun Tokugawa era la determinazione a mantenere la pace. Liberate dalla guerra civile, le energie della nazione furono dedicate all'aumento della produzione di beni nell'agricoltura, nell'industria e nell'estrazione mineraria.

Le violazioni nella tradizionale politica di isolamento iniziarono a verificarsi con l'arrivo di navi straniere nelle acque giapponesi, i primi intrusi furono i russi negli anni 1790. Successivamente, il governo ha lottato per tenere le navi straniere lontane dai porti giapponesi, ma in poco tempo la pressione delle potenze occidentali, rafforzata dall'arrivo di navi da guerra sotto il comando del commodoro Perry nel 1853, ha costretto il Giappone a prendere parte agli affari internazionali.


Ottieni una copia


FONTI

(1) Ienaga Saburo, Japan's Past/Japan's Future: One Historian's Odyssey, trad. Richard H. Minear (New York: Littlefield Publishers, Inc., 2001), 155.

(2) Laura Hein e Mark Selden, "Le lezioni di guerra, potere globale e cambiamento sociale", in Storia della censura: cittadinanza e memoria in Giappone, Germania e Stati Uniti, ed. Laura Hein e Mark Selden (Armonk, N.Y.: M.E. Sharpe, 2000), 3-4.

(3) Richard H. Minear, "Support Statements of Nominators and Supporters", nomina del Prof. Ienaga Saburo per il Premio Nobel per la Pace.

(4) Nozaki Yoshiko e Inokuchi Hiromitsu, "Educazione giapponese, nazionalismo e cause da manuale di Ienaga Saburo", in Censoring History: Citizenship and Memory in Japan, Germany, and the United States, ed. Laura Hein e Mark Selden (Armonk, N.Y.: M.E. Sharpe, 2000), 97.

(6) Murai Atsushi, "Abolire il sistema di autorizzazione dei libri di testo", Japan Echo, (agosto 2001): 28.

(7) Citato in Nicholas D. Kristof, "Japan Bars Censorship of Atrocities in Texts", The New York Times, 30 agosto 1997.

(8) Nishio Kanji, "Ripristino del senso comune all'insegnamento della storia", Japan Echo, (agosto 2001): 33.

(9) "Appello degli studiosi internazionali sui libri di testo di storia giapponese dell'edizione 2002", Centro di ricerca e documentazione sulla responsabilità di guerra del Giappone.

(11) "Seoul rimane fermo: il presidente rimprovera il Giappone per i libri di testo, visita al santuario", Korea Now, (21 agosto 2001): 6-7.

(12) Mari Yamaguchi, "Libro di storia giapponese evitato", The Japan Times, 16 agosto 2001.

(13) "Solo lo 0,03% degli studenti delle scuole medie usa libri di testo controversi", Kyodo News, 16 agosto 2001.

(14) James W. Lowen, Lies My Teacher Mi ha detto: Tutto il tuo libro di testo di storia americana si è sbagliato, (New York: The New Press, 1995), 241.


Guarda il video: VELIKA MISTERIJA! KNJIGE IZ DRUGOG SVETA! SOYGA, ROHONC KODEKS, VOYNICH RUKOPIS! (Gennaio 2022).