Informazione

Giraffa IX-118 - Storia


Giraffa

Un grande mammifero ruminante dell'Africa, con un collo molto lungo. È il più alto dei quadrupedi.

(1X-118: dp. 14,245; 1. 441'6"; b. 56'11"; dr. 28'4"; s.
11 mila; cpl. 108; un. 15")

Giraffe (IX-118), già petroliera Sanford B. Dole, fu varata l'11 novembre 1943 dalla California Shipbuilding Corp., Wilmington, California; sponsorizzato da Miss Mary F. Leddy; acquisito e contestualmente commissionato il 12 dicembre 1943; tenente comandante Frederick F. Daly, USNR, comandante.

Dopo lo shakedown, Giraffe fece scalo a Funafuti, Isole Ellice, il 10 febbraio 1944 e successivamente fece rifornimento alle navi da guerra a Eniwetok, Saipan, Guam, Ulithi e Palau prima di raggiungere Okinawa il 21 luglio 1945. Entrò a Sasebo, in Giappone, il 20 novembre alla fine della guerra e prestò servizio la flotta di occupazione fino alla partenza da Yokosuka il 21 febbraio 1946 per Pearl Harbor e Norfolk. Giraffe raggiunse Norfolk il 3 maggio e fu dismessa il 17 giugno 1946. Tornata al Dipartimento della Guerra in quella data, fu cancellata dalla Navy List il 3 luglio 1946. Successivamente fu venduta alla Metro Petroleum Shipping Co., Inc.

Giraffe ha ricevuto due stelle di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale.


USS Giraffa

USS Giraffe IX - 118 una nave cisterna di classe Armadillo designata come nave miscellanea non classificata, fu l'unica nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata
Ledgard Giraffe album un album di Echoboy Giraffe scacchi un pezzo degli scacchi fata USS Giraffe IX - 118 Costellazione della giraffa o Camelopardalis GIRAFFA Radar
USS Oracle AM ​​- 103 era un dragamine di classe Auk costruito per la Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Fu messa in servizio nel maggio 1943 e dismessa
Marina degli Stati Uniti come USS Fort Donelson e nella Marina cilena come Concepcion. Robert E. Lee era originariamente la nave mercantile Giraffe a schooner - truccata
USS Independence LCS - 2 è la nave principale della Independence - classe di navi da combattimento costiere. È la sesta nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata
La USS Gabrielle Giffords LCS - 10 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. La nave prende il nome dall'ex Stati Uniti
USS G - 1 SS - 19½ USS G - 2 SS - 27 USS G - 3 SS - 31 USS G - 4 SS - 26 USS G. H. McNeal SP - 312 USS G. L. Brockenborough 1862 USS G. W. Blunt 1861 USS Gabilan
La USS Kingsville LCS - 36 sarà una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. Sarà la prima nave a prendere il nome da Kingsville
La USS Murzim AK - 95 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla US Navy per il servizio nella seconda guerra mondiale. Ha preso il nome da Murzim, la stella della costellazione
L'USS Hendry APA - 118 era un trasporto d'attacco di classe Haskell della Marina degli Stati Uniti, costruito e servito durante la seconda guerra mondiale. Era della nave Victory VC2 - S - AP5

USS Armadillo IX - 111, la nave principale della sua classe di petroliere, è stata l'unica nave della Marina degli Stati Uniti a prendere il nome dall'armadillo, un insetto che mangia
L'USS Highlands APA - 119 era un trasporto d'attacco di classe Haskell costruito e utilizzato dalla Marina degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Era un progetto di nave Victory, VC2 - S - AP5.
La USS Caelum AK - 106 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Caelum prende il nome dalla costellazione Caelum
La USS Ara AK - 136 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Ara prende il nome dalla costellazione dell'Ara. Lei
Enorme statua della giraffa Zoo di Dallas - Dallas, TX Archiviato dall'originale il 2008 - 02 - 05. Tomaso, Bruce 2011 - 10 - 09 Creatore della scultura giraffa dello zoo di Dallas
La USS Kenmore AP - 162 AK - 221 era una nave da carico di classe Crater costruita durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti. Kenmore prende il nome dalla sorella di George Washington
praterie africane. La mostra più grande è un'area per erbivori, che ospita giraffe, zebre e struzzi. Ci sono anche recinti per ippopotami, leoni africani
La USS Tulsa LCS - 16 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la terza nave a prendere il nome da Tulsa, la seconda più grande
La USS Lesuth AK - 125 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla US Navy per il servizio nella seconda guerra mondiale. Lesuth prende il nome dalla stella Lesuth nel
La USS Sculptor AK - 103 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Lo scultore prende il nome dalla costellazione
USS APc - 1 USS APc - 2 USS APc - 3 USS APc - 4 USS APc - 5 USS APc - 6 USS APc - 7 USS APc - 8 USS APc - 9 USS APc - 10 USS APc - 11 USS APc - 12 USS APc - 13 USS APc - 14 USS APc - 15

La USS Coronado LCS - 4 è una nave da combattimento costiera di classe Indipendenza. È la terza nave della Marina degli Stati Uniti a prendere il nome da Coronado, in California
La USS Rutilicus AK - 113 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Era responsabile della consegna delle truppe
La USS Jackson LCS - 6 è una nave da combattimento litoraneo di classe Independence della Marina degli Stati Uniti e la prima nave a prendere il nome da Jackson, la capitale di
La USS Rotanin AK - 108 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla US Navy per il servizio nella seconda guerra mondiale. Rotanin, che è un errore di ortografia del nome
La USS Charleston LCS - 18 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la sesta nave a prendere il nome da Charleston, la
La USS Manchester LCS - 14 è una nave da combattimento costiera di classe Indipendenza della Marina degli Stati Uniti. È la seconda nave a prendere il nome da Manchester, New
La USS Omaha LCS - 12 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la quarta nave a prendere il nome da Omaha, la più grande
La USS Mobile LCS - 26 sarà una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. Sarà la quinta nave ad essere chiamata Mobile. Mobile
La USS Megrez AK - 126 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Megrez prende il nome da Megrez, una stella del

  • USS Giraffe IX - 118 una nave cisterna di classe Armadillo designata come nave miscellanea non classificata, fu l'unica nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata
  • Ledgard Giraffe album un album di Echoboy Giraffe scacchi un pezzo degli scacchi fata USS Giraffe IX - 118 Costellazione della giraffa o Camelopardalis GIRAFFA Radar
  • USS Oracle AM ​​- 103 era un dragamine di classe Auk costruito per la Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale. Fu messa in servizio nel maggio 1943 e dismessa
  • Marina degli Stati Uniti come USS Fort Donelson e nella Marina cilena come Concepcion. Robert E. Lee era originariamente la nave mercantile Giraffe a schooner - truccata
  • USS Independence LCS - 2 è la nave principale della Independence - classe di navi da combattimento costiere. È la sesta nave della Marina degli Stati Uniti ad essere nominata
  • La USS Gabrielle Giffords LCS - 10 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. La nave prende il nome dall'ex Stati Uniti
  • USS G - 1 SS - 19½ USS G - 2 SS - 27 USS G - 3 SS - 31 USS G - 4 SS - 26 USS G. H. McNeal SP - 312 USS G. L. Brockenborough 1862 USS G. W. Blunt 1861 USS Gabilan
  • La USS Kingsville LCS - 36 sarà una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. Sarà la prima nave a prendere il nome da Kingsville
  • La USS Murzim AK - 95 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla US Navy per il servizio nella seconda guerra mondiale. Ha preso il nome da Murzim, la stella della costellazione
  • L'USS Hendry APA - 118 era un trasporto d'attacco di classe Haskell della Marina degli Stati Uniti, costruito e servito durante la seconda guerra mondiale. Era della nave Victory VC2 - S - AP5
  • La USS Armadillo IX - 111, la nave principale della sua classe di petroliere, è stata l'unica nave della Marina degli Stati Uniti a prendere il nome dall'armadillo, un insetto che mangia
  • L'USS Highlands APA - 119 era un trasporto d'attacco di classe Haskell costruito e utilizzato dalla Marina degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Era un progetto di nave Victory, VC2 - S - AP5.
  • La USS Caelum AK - 106 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Caelum prende il nome dalla costellazione Caelum
  • La USS Ara AK - 136 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Ara prende il nome dalla costellazione dell'Ara. Lei
  • Enorme statua della giraffa Zoo di Dallas - Dallas, TX Archiviato dall'originale il 2008 - 02 - 05. Tomaso, Bruce 2011 - 10 - 09 Creatore della scultura giraffa dello zoo di Dallas
  • La USS Kenmore AP - 162 AK - 221 era una nave da carico di classe Crater costruita durante la seconda guerra mondiale per la Marina degli Stati Uniti. Kenmore prende il nome dalla sorella di George Washington
  • praterie africane. La mostra più grande è un'area per erbivori, che ospita giraffe, zebre e struzzi. Ci sono anche recinti per ippopotami, leoni africani
  • La USS Tulsa LCS - 16 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la terza nave a prendere il nome da Tulsa, la seconda più grande
  • La USS Lesuth AK - 125 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla US Navy per il servizio nella seconda guerra mondiale. Lesuth prende il nome dalla stella Lesuth nel
  • La USS Sculptor AK - 103 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Lo scultore prende il nome dalla costellazione
  • USS APc - 1 USS APc - 2 USS APc - 3 USS APc - 4 USS APc - 5 USS APc - 6 USS APc - 7 USS APc - 8 USS APc - 9 USS APc - 10 USS APc - 11 USS APc - 12 USS APc - 13 USS APc - 14 USS APc - 15
  • La USS Coronado LCS - 4 è una nave da combattimento costiera di classe Indipendenza. È la terza nave della Marina degli Stati Uniti a prendere il nome da Coronado, in California
  • La USS Rutilicus AK - 113 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Era responsabile della consegna delle truppe
  • La USS Jackson LCS - 6 è una nave da combattimento litoraneo di classe Independence della Marina degli Stati Uniti e la prima nave a prendere il nome da Jackson, la capitale di
  • La USS Rotanin AK - 108 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla US Navy per il servizio nella seconda guerra mondiale. Rotanin, che è un errore di ortografia del nome
  • La USS Charleston LCS - 18 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la sesta nave a prendere il nome da Charleston, la
  • La USS Manchester LCS - 14 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la seconda nave a prendere il nome da Manchester, New
  • La USS Omaha LCS - 12 è una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. È la quarta nave a prendere il nome da Omaha, la più grande
  • La USS Mobile LCS - 26 sarà una nave da combattimento costiera di classe Independence della Marina degli Stati Uniti. Sarà la quinta nave ad essere chiamata Mobile. Mobile
  • La USS Megrez AK - 126 era una nave da carico di classe Crater commissionata dalla Marina degli Stati Uniti per il servizio nella seconda guerra mondiale. Megrez prende il nome da Megrez, una stella del

Uss gabrielle giffords lcs 10 lltm sea giraffe InstantMarkets.

10, IX 116, GAZELLE, tenente J. B. Koeller USNR. 10, IX 117, GEMSBOK, tenente E. W. Smith USNR. 10, IX 118, GIRAFFA, Lt. Cdr. F. F. Daly USNR. 10, IX 119, IBEX. Giraffe in Sciarpe Gioco da tavolo BoardGameGeek. Le navi si chiameranno USS Kingsville LCS 36 e USS Pierre LCS 38. La Sea Giraffe AMB è una sorveglianza a medio raggio e multiruolo. Sea Giraffe si erge tra i radar di sorveglianza Difesa. Lo zoo ha accolto un cucciolo di giraffa domenica 8 novembre. La giraffa reticolata maschio pesava 137 libbre ed era alta 6 piedi alla nascita. Primo. Niger, forze francesi alla ricerca di uomini armati che hanno ucciso turisti in Africa. Scadenza. 24 luglio 2020 12 giorni fa. Notifica offerte USS GABRIELLE GIFFORDS LCS 10 LLTM COPERTURA ANTENNA GIRAFFA MARINA. Sì, piccola: lo zoo di New York rivela il nome di April, il vitello delle giraffe. Inizia il tuo viaggio negli Stati Uniti Grotta delle antichità, che ospita una varietà di pesci, rettili, anfibi e invertebrati. Cammina attraverso la grotta sottomarina per imparare come.

Notizie della giraffa del mare Notizie professionali di logistica marittima.

Il bacio della madre giraffa Nessuno può resistere alla vista della madre giraffa che pianta un bacio sulla testa del suo bambino. Puzzle da 1000 pezzi Dimensioni assemblate 19,25 x. USS Giraffe IX 118 Indice fotografico varie. Saab ha ricevuto un ordine per la fornitura del radar multimodale Sea Giraffe AMB per la nave USNS Hershel Woody della US Navys Expeditionary Sea Base. Giraffe Mothers Kiss Puzzle 1000 pezzi – Hobby Express Inc. Sono stati schierati per inseguire gli uomini armati che hanno ucciso sette operatori umanitari, per lo più cittadini francesi, e una guida leader in un parco di giraffe del Niger.

Come realizzare palline antistress giganti con Oobleck! Video Scopri Divertimento e.

Austal USA riceve la modifica del contratto LCS per il radar Sea Giraffe USS Jackson LCS 6 completa con successo le prove shock. Collegamento marino radar navale della giraffa del mare di Saab. родолжительность: 0:41.

Notizie della giraffa del mare MarineLink.

Un'immagine ripresa da un veicolo subacqueo azionato a distanza mostra una scatola di pezzi di ricambio della USS Indianapolis sul pavimento dell'Oceano Pacifico. Organizzazione della flotta del Pacifico degli Stati Uniti, 1 maggio 1945. Mesker Park Zoo & Botanic Garden: la signora che dà da mangiare alle giraffe era scortese! A TUTTI! Visualizza 406 recensioni di viaggiatori, 223 foto autentiche e fantastiche offerte per. Saab riceve l'ordine di fornire il radar AMB Sea Giraffe per gli Stati Uniti. Volevo solo condividere come ho ottenuto il transpiling per funzionare da Slim a UXML e da Sass a USS.

USS Giraffe IX 118 Top 5 fatti YouTube.

USS Abarenda AC 13 AG 14 USS Ajax AC 14 USS Brutus AC 15 USS Giraffe IX 118 USS Gloria Dalton IX 70 USS Gopher IX 11 Следующая Войти. Animali imbalsamati Super Cute Loppy Giraffe Peluche Peluche. Opportunità di contratto federale per USS GABRIELLE GIFFORDS LCS 10 LLTM SEA GIRAFFE ANTENNA COVER HOOD N5523620R0008. La categoria NAICS. Animali Rosamond Gifford Zoo. Elsie la giraffa stai facendo il bagno. Bastone della bolla. La perfezione del petitgrain al pompelmo. $ 7,45 2,6 once. dimensione. 01905. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10. Quantità. Aggiungi al carrello.

I modi migliori per passare dalla mostra sulla giraffa al punto di riferimento della birra Lyft.

USS Freedom LCS 1 è il primo della classe Lockheed Martin Freedom di CEC, e il Saab Microwave Systems ex radar Ericsson Sea Giraffe. FOTO: Stanley la giraffa è al sicuro, ma altri animali sono a bordo. USS Missouri. Attualmente, non ci sono contenuti con questo tag. Caricamento da USS Missouri. Visualizza di più. Zoo di Honolulu Twilight Tours giraffa. The Blockade Runners American Battlefield Trust. Per esplorare l'ingegneria naturale della giraffa, un guardiano dello zoo in video spiega come il cuore, i vasi sanguigni e la pelle delle giraffe mantengono il flusso sanguigno senza intoppi. Lo zoo di Indianapolis dà il benvenuto a una piccola giraffa. Sea Giraffe fornisce il radar di ricerca del volume per la USS Independence LCS 2, una delle due varianti valutate per il combattimento litoraneo della Marina.

USS Giraffe IX 118 e l'esposizione all'amianto Navi all'amianto.

Star Trek IV: The Voyage Home Giraffe su pedia. Sponsorizzato da Apple TV USS Nog USS Discovery Die Trying episodio Scavengers episodio. Relitto trovato di USS Indianapolis che è stato affondato dal Giappone, uccidendo. Un paio di giraffe potrebbero nascere anche prima, anche se arrivate alle giraffe possono gestare da 14 a 16 mesi, il che rende difficile farlo. Giraffe Stir Sticks Set di 5 di TrueZoo Elegant Gifts by USS. Acquisita dalla US Navy, 27 ottobre 1943, ribattezzata Giraffe IX 118 Varata l'11 novembre 1943 Commissionata USS Giraffe IX 118,. Wild By Design Carnegie Science Center. публиковано: 30 окт. 2015 .

Vieni per i tesori dei mondi spagnoli, resta per la USS Nightmare.

Mentre i nostri gufi delle nevi preferiti continuano a evitare la cattura, la giraffa era il borotalco, l'USS Big Bird, yoga, 7:20, una pastinaca con una triglia. Una vista dall'alto Giraffa, Animali, Animali selvatici Pinterest. La US Navy ha selezionato Saabs Sea Giraffe AMB Multi Mode Radar per la nave della classe Navys Expeditionary Sea Base USNS Hershel.

La nostra nave USS Cincinnati Commissioning Foundation.

Trova il modo più economico e veloce per andare da Giraffe Exhibit a Benchmark From USS Midway Museum a Benchmark Brewing Company From Belly Up. USS Giraffe IX 118 pedia. Tra le navi interamente di proprietà del governo c'era la Giraffe, un piroscafo a ruota laterale in ferro costruito da Clyde, la USS Malvern, precedentemente Kate e Anna.

Nuovi prodotti Lush cosmetici freschi fatti a mano.

USS Abarenda AC 13 AG 14 USS Ajax AC 14 USS Brutus AC 15 USS Geoanna IX 61 USS Giraffe IX 118 USS Gloria Dalton IX 70 USS. Navi ausiliarie Cantieri di amianto Hissey, Mulderig & Friend. USS Giraffe IX 118 Stati Uniti. Lanciato: 11 novembre 1943. Commissionato: 12 dicembre 1943. Dismesso: 17 giugno 1946. Interrotto: 3 luglio 1946. Script per l'utilizzo di Sass e Slim per i layout di UIElements Unity Forum. Le creature sono raggruppate in habitat unici, quindi puoi vedere giraffe e zebre che vagano insieme nel recinto della savana africana o vagare attraverso una simulazione. HyperWar: USS Giraffe IX 118 Ibiblio. Quando l'USS Oregon, un nuovo sottomarino d'attacco della Marina Militare, sarà battezzato questo fine settimana, sarà spruzzato di liquidi provenienti dall'Oregon. Il cantante mascherato smaschera la giraffa E! In linea. Quante sciarpe puoi raccogliere per la tua giraffa? Tira i dadi, scegli una carta e costruisci la tua giraffa in questo divertente gioco di conteggio e abbinamento dei colori. Il vincitore è.

Baby bongo nato, molto probabilmente presto al Centro di sopravvivenza delle specie.

Questo aspetto può essere descritto come pseudonodulare o come un motivo a giraffa. lo studio color Doppler di solito mostra un flusso normale o diminuito, ma occasionalmente è presente. Tiroidite di Hashimoto Articolo di riferimento sulla radiologia R. Sea Giraffe News: Saab Sea Giraffe Naval Radar. marine di tutto il mondo. Sea Giraffe fornisce il radar di ricerca del volume per USS Independence LCS 2 …. Registro nazionale del distretto del relitto della guerra civile di Cape Fear NC.gov. FOTO: Stanley the Giraffe è salvo, ma altri animali sulla Semlers Malibu La scorsa notte, l'incendio si è esteso alla sovrastruttura a bordo della nave d'assalto anfibia USS. Uss gabrielle giffords lcs 10 lltm mare giraffe.gov. Questi Giraffe Stir Sticks sono stati realizzati per ordini alti. Progettati per adattarsi anche alle tazze più strette, questi bastoncini mescolano qualsiasi bevanda, dal succo ai cocktail al caffè.

Le giraffe di Longfellow celebrano il primo tratto di costruzione su New.

Le persone cercano anche. USS Giraffe IX 118 visivamente. Comandante Dave Back right, executive officer della USS Independence LCS 2 Gold Crew, conduce un tour della sua nave ai partecipanti della Sea Giraffe. Radar Sea Giraffe selezionato per USNS Herschel Woody Williams. Cerchi una stampa USS Giraffe IX 118? Acquista regali e abbigliamento militari di alta qualità da Pr. Garanzia di soddisfazione del cliente al 100% sulla tua USS.


Le giraffe sfruttano la loro altezza a vantaggio e brucano foglie e boccioli sulle cime degli alberi che pochi altri animali possono raggiungere (le acacie sono le preferite). Anche la lingua della giraffa è lunga! La lingua da 21 pollici li aiuta a cogliere gustosi bocconcini dai rami. Le giraffe mangiano la maggior parte del tempo e, come le mucche, rigurgitano il cibo e lo masticano come un rutto. Una giraffa mangia centinaia di chili di foglie ogni settimana e deve percorrere chilometri per trovare cibo a sufficienza.

L'altezza della giraffa la aiuta anche a tenere d'occhio i predatori attraverso l'ampia distesa della savana africana.

Anche la statura della giraffa può essere uno svantaggio: è difficile e pericoloso per una giraffa bere in una pozza d'acqua. Per farlo devono allargare le gambe e piegarsi in una posizione scomoda che li rende vulnerabili ai predatori come i grandi felini africani. Le giraffe hanno bisogno di bere solo una volta ogni diversi giorni e ottengono la maggior parte della loro acqua dalle piante succulente che mangiano.

Le giraffe femmine partoriscono in piedi. I loro giovani sopportano un'accoglienza piuttosto scortese nel mondo cadendo a più di 5 piedi a terra alla nascita. Questi bambini possono stare in piedi in mezz'ora e correre con le loro madri dieci ore incredibili dopo la nascita.


Storia culturale

  • Giraffe: i giganti gentili dell'Africa - 2016, BBC (Regno Unito)/PBS (Stati Uniti)
    • Sfide di conservazione che circondano le giraffe
    • Trasferire le giraffe per promuovere la sopravvivenza
    • Racconto biografico del biologo delle giraffe, Julian Fennessy, Ph.D.
    • Narrato da David Attenborough (Regno Unito)/Paul Christie (Stati Uniti)
    • Problemi di conservazione della giraffa
    • Profili di ricerca, tra cui Anne Innis Dagg, "la Jane Goodall delle giraffe"
    • David Attenborough racconta questo viaggio attraverso il variegato continente africano.
    • Giraffe mostrate nell'episodio intitolato Kalahari.
    • Stagione 21 della serie di documentari Natura raffigura un episodio che si svolge in Kenya.
    • Gli spettatori assistono alla nascita di una giraffa e al trasferimento delle giraffe in un rifugio per la fauna selvatica.

    Libri: Ricerche/Memorie

    • Giraffa: biologia, comportamento e conservazione (Anne Innis Dagg 2014)
    • Zarafa: la vera storia di una giraffa, dal profondo dell'Africa al cuore di Parigi (Michael Allin 1998)

    Letteratura per bambini

    • giraffe (Lucia Raatma 2013)
      • Libro per bambini con fatti importanti sulla conservazione e informazioni sulla specie.

      Coltivare la consapevolezza e l'apprezzamento del pubblico

      Storia (Mitchell 2009)

        , Repubblica del Niger, Africa occidentale (Bradshaw Foundation Trust for African Rock Art)
        • Incisioni/sculture su roccia (arenaria)
          • A grandezza naturale, alto circa 19 piedi
          • Raffigura due giraffe, un maschio grande con una femmina più piccola dietro
          • Sito: Dabous, a ovest dei monti Aïr
            • Data poco chiara, stimata 7-10.000 aC
            • Preistorico probabilmente del periodo pre-pastorale
            • Prima: 3400 aC
            • Ultimo: 1225. Muro del tempio di Ramses II.
            • Greci: mostrati da Cesare nei suoi giochi del 46 a.C.
            • Romani: casi di uccisioni nei giochi o sfilate in occasione di trionfi militari
            • Non presente nell'arte greca o romana (Mitchell 2009 Graham Mitchell, comunicazione personale)
            • Nessun impatto duraturo "Ci sarebbero voluti altri 340 anni prima che una giraffa viva fosse nuovamente vista in Europa" (Mitchell 2009).
            • Durante la spedizione della costa nord-occidentale del Capo di Buona Speranza guidata dal sergente Jonas de la Guerre
            • Nessuna descrizione fornita, nessun esemplare sembra essere stato raccolto.
            • La prova di quanto la giraffa meridionale si sia trovata naturalmente.
            • 1758: Linneo pubblica una valutazione tassonomica. Posiziona le giraffe nel genere Cervo, pensando che fosse imparentato con il cervo, a giudicare dalle corna simili a corna.
            • 1761 o 1762: Il primo esemplare: la pelle di una giovane giraffa. Ottenuto dopo l'apertura di una stazione di riposo per la Compagnia Olandese delle Indie Orientali al Capo di Buona Speranza, in Sudafrica.
            • 1762: lo zoologo francese Marhurin Brisson colloca le giraffe in un nuovo genere, giraffa, perché sospettava che le corna fossero permanenti.
            • 1764: Esemplari inviati all'Università di Leiden in Olanda per essere studiati dallo svizzero J.N.S. (Jean) Allamand, professore di storia naturale. Farcito ed esposto all'Università.
              • Particolarmente interessato al fatto che la giraffa abbia perso o meno le corna, sperando di risolvere la controversia tassonomica iniziata da Linneo e Brisson (nessuno dei due aveva visto un esemplare).
              • Inizio dello studio scientifico sulle giraffe
              • Campione inviato al famoso anatomista John Hunter.
                • 1780: Pelle e parti di uno scheletro ben visibili nel suo museo personale. Tuttavia, non completamente studiato o descritto.
                • Primo esemplare di giraffa visto in Inghilterra.
                • Ultimi esemplari inviati dall'Africa meridionale.
                • Allamand collabora con Buffon, che incorpora le descrizioni nella sua Histoire Naturelle.
                • Una giraffa inviata in Francia ha vissuto per 17 anni nel Jardin des Plantes a Parigi.
                • Un importante stimolo allo studio scientifico delle giraffe
                • Modificato da Dagg e Foster (1976)

                Teoria Evoluzionistica

                • Le giraffe diventano un esempio famigerato quando vengono utilizzate da Jean Baptiste Lamarck per illustrare come gli animali si adattano alle sfide del loro ambiente (Gadjev 2014)
                  • Filosofia zoologica, 1809

                  Risultati e discussione

                  È stato possibile identificare un totale di 65 comportamenti diversi. Questi comportamenti sono stati suddivisi in 30 Attività e 35 Interazioni. Le attività sono state ulteriormente suddivise in Attività generali (File aggiuntivo 1: Tabella S1) e Comportamenti ripetitivi anormali (File aggiuntivo 2: Tabella S2). Le interazioni sono state strutturate per sesso e classe di età dell'animale che agisce e degli animali a cui è presumibilmente diretto il comportamento. Ciò ha provocato Interazioni generali (File aggiuntivo 3: tabella S3), Comportamento toro-mucca (File aggiuntivo 4: tabella S4), Comportamento toro-toro (File aggiuntivo 5: tabella S5), Comportamento mucca-toro (File aggiuntivo 6: tabella S6), interazioni da parte dei vitelli (File aggiuntivo 7: Tabella S7), e comportamenti materni (File aggiuntivo 8: Tabella S8). Non sono stati riscontrati comportamenti eseguiti esclusivamente tra vacche.

                  Attività

                  Come accennato in precedenza, i comportamenti assegnati alla categoria Attività non sono correlati ad alcun tipo di comportamento interattivo e non sono nemmeno limitati a un sesso o classe di età. Comportamenti del Attività categoria sono stati ulteriormente suddivisi in Attività generali (File aggiuntivo 1: Tabella S1) e Comportamenti ripetitivi anormali (File aggiuntivo 2: Tabella S2).

                  Comportamenti ripetitivi anormali

                  Come in altre specie, si presume che comportamenti ripetitivi anormali si sviluppino spesso negli animali in cattività a causa di uno spostamento del budget temporale nel modello di attività quotidiana [46, 47]. Le giraffe in cattività trascorrono molto meno tempo a nutrirsi rispetto alla quantità di tempo delle giraffe navigare allo stato brado [16, 20].

                  Interazioni

                  Questa sezione include comportamenti caratterizzati da qualsiasi tipo di interazione sociale diretta o indiretta tra singole giraffe. Comportamenti del Interazioni categoria sono stati ulteriormente suddivisi in Interazioni generali (File aggiuntivo 3: tabella 3), Comportamento toro - vacca (File aggiuntivo 4: tabella S4), Toro - Comportamento toro (File aggiuntivo 5: Tabella S5), Mucca - Toro Comportamento (File aggiuntivo 6: tabella S6), bInterazioni comportamentali di Vitelli (File aggiuntivo 7: Tabella S7) e comportamenti materni (File aggiuntivo 8: Tabella S8). Tutti i comportamenti eseguiti tra le vacche (mucca-mucca) sono stati osservati anche tra altre costellazioni di sesso ed età, così elencate sotto interazioni generali.

                  Questo etogramma è stato compilato per servire come base per studi attuali e futuri progettati per esaminare ulteriormente i complessi modelli comportamentali della specie. Sulla base delle nostre osservazioni, potrebbero essere verificate diverse descrizioni spesso più vecchie e persino nuove intuizioni aggiunte a quanto affermato in letteratura.

                  La classificazione dei comportamenti descritti in attività e interazioni potrebbe apparire piuttosto chiaro da un punto di vista della definizione, ma dovrebbe essere usato con cautela, perché l'intenzione e lo scopo completi di un comportamento osservato rimane sempre un'interpretazione basata su una proiezione della concezione dell'osservatore. Il comportamento dell'animale non può essere ridotto alla somma di diversi atti comportamentali, motivo per cui una terminologia chiara e precisa è essenziale per creare un linguaggio comune comprensibile tra gli osservatori umani e per contribuire alla comprensione del comportamento della fauna selvatica.

                  Per quanto riguarda le interazioni sociali non limitate a un sesso o classe di età (Interazioni generali), vale la pena notare che molti di questi comportamenti erano originariamente descritti come esagerati esclusivamente da un sesso o da una specifica classe di età. Tuttavia, durante le nostre osservazioni, registriamo anche le prestazioni di questi comportamenti da parte del rispettivo sesso opposto o, rispettivamente, attraverso le classi di età.

                  La sezione sul comportamento di gioco è stata mantenuta piuttosto breve e completa. Per brevità, sono stati riassunti tutti i comportamenti della stessa ovvia intenzione (di gioco). Tuttavia, studi futuri potrebbero essere in grado di rivelare varie forme di comportamento ludico nelle giraffe, simili a quelle di altri ungulati, anche se probabilmente non così pronunciate come ad es. nei cavalli [24].

                  Diversi comportamenti, sebbene spesso osservati solo sotto forma di tentativo (ad es. montaggio, accoppiamento, allattamento) sono classificati come comportamenti separati in questo etogramma, perché i tentativi sembrano essere distinti e importanti, quindi questi comportamenti potrebbero essere considerati come una sottosezione separata in un etogramma utilizzato per le osservazioni.

                  Va anche detto che per la comunicazione visiva della dominanza, in letteratura vengono fornite descrizioni contraddittorie. Pratt e Anderson [5] riferiscono che un toro dominante camminerà verso un avversario a testa alta, con l'intenzione di sembrare il più grande possibile. Al contrario, Dagg [9] afferma che un toro dominante, minacciando un avversario, porterà la testa in profondità con il collo parallelo al suolo, come se assumesse una posizione di combattimento. Suggeriamo che entrambe le osservazioni siano adeguate e che la comunicazione del dominio possa variare con la distanza tra gli avversari. A questo proposito, la postura “a testa alta” potrebbe essere assunta per una distanza superiore a due lunghezze del corpo, mentre la postura “di combattimento” verrebbe assunta con l'avversario nelle immediate vicinanze, come si è visto durante le nostre stesse osservazioni. L'intenzione tipica di un toro giraffa minaccioso è spesso espressa da un collo arcuato e teso (vedi Gesto di dominio), come si vede anche in altri ungulati, ad es. cavalli [53] o renne [54]. La comunicazione visiva di sottomissione è contraria a quella di dominanza e quindi è descritto anche contraddittorio in letteratura. Secondo Pratt e Anderson [5, 27], l'individuo sottodominante terrà la testa bassa per sembrare più piccolo di quello che è, per non provocare aggressività. Dagg [9] riferisce che i tori giraffa inferiori stanno con il collo eretto e il naso rivolto verso l'alto, assumendo una posizione di alimentazione e quindi esponendo il corpo agli attacchi. Così come per dominanza, potrebbe essere considerata un'espressione dipendente dalla distanza per la presentazione. A questo proposito, la plasticità del comportamento sociale e dei modelli di comunicazione dovrebbe essere tenuta presente durante la conduzione e l'interpretazione delle osservazioni comportamentali.


                  Aspetto e anatomia

                  Le giraffe adulte sono alte 5-6 m (16-20 piedi), con i maschi più alti delle femmine. [ 11 ] Il peso medio è di 1.600 kg (3.500 lb) per un maschio adulto e di 830 kg (1.800 lb) per una femmina adulta. [25] Nonostante il collo e le zampe lunghi, il corpo della giraffa è relativamente corto. [ 26 ] :66 Situati su entrambi i lati della testa, i grandi occhi sporgenti della giraffa gli danno una buona visione a tutto tondo dalla sua grande altezza. [ 27 ] :25 Le giraffe vedono a colori [ 27 ] :26 e anche i loro sensi dell'udito e dell'olfatto sono acuti. [12] L'animale può chiudere le sue narici muscolari per proteggersi dalle tempeste di sabbia e dalle formiche. [27] :27 La lingua prensile della giraffa è lunga circa 50 cm (20 in). È di colore nero-violaceo, forse per proteggere dalle scottature solari, ed è utile per afferrare il fogliame oltre che per strigliare e pulire il naso dell'animale. [ 27 ] :27 Anche il labbro superiore della giraffa è prensile e utile per il foraggiamento. Le labbra, la lingua e l'interno della bocca sono ricoperte di papille per proteggerle dalle spine. [ 11 ]

                  Il mantello ha macchie o chiazze scure (che possono essere arancioni, castane, marroni o quasi nere [ 12 ] ) separate da peli chiari (di solito di colore bianco o crema [ 12 ] ). Ogni singola giraffa ha un modello di mantello unico. [ 23 ] Il modello del mantello funge da mimetico, permettendogli di mimetizzarsi con i modelli di luce e ombra dei boschi della savana. [ 9 ] [ 14 ] La pelle al di sotto delle aree scure può fungere da finestra per la termoregolazione, essendo siti per complessi sistemi di vasi sanguigni e grandi ghiandole sudoripare. [ 28 ] La pelle di una giraffa è per lo più grigia. [ 25 ] È anche spesso e permette loro di passare attraverso i rovi senza essere perforati. [ 27 ] :34 La loro pelliccia può servire come difesa chimica, poiché è piena di repellenti per parassiti che danno all'animale un odore caratteristico. Ci sono almeno undici principali sostanze chimiche aromatiche nella pelliccia, sebbene l'indolo e il 3-metilindolo siano responsabili della maggior parte dell'odore. Poiché i maschi hanno un odore più forte delle femmine, si sospetta che abbia anche una funzione sessuale. [ 29 ] Lungo il collo dell'animale c'è una criniera fatta di peli corti ed eretti. [ 11 ] La coda di 1  m (3,3  ft) termina con un lungo ciuffo di pelo scuro ed è usata come difesa contro gli insetti. [27] :36

                  Teschio e ossiconi

                  Both sexes have prominent horn-like structures called ossicones, which are formed from ossified cartilage, covered in skin and fused to the skull at the parietal bones. [ 23 ] Being vascularized, the ossicones may have a role in thermoregulation. [ 28 ] Appearance is a reliable guide to the sex or age of a giraffe: the ossicones of females and young are thin and display tufts of hair on top, whereas those of adult males end in knobs and tend to be bald on top. [ 23 ] There is also a median lump, which is more prominent in males, at the front of the skull. [ 11 ] Males develop calcium deposits that form bumps on their skulls as they age. [ 12 ] A giraffe's skull is lightened by multiple sinuses. [ 26 ] :70 However, as males age, their skulls become heavier and more club-like, helping them become more dominant in combat. [ 23 ] The upper jaw has a grooved palate and lacks front teeth. [ 27 ] :26 The surface of the giraffe's molars are rougher than those of some other mammals. [ 27 ] :27

                  Legs, locomotion and posture

                  The front legs of a giraffe are slightly longer than its hind legs. The radius and ulna of the front legs are articulated by the carpus, which, while structurally equivalent to the human wrist, functions as a knee. [ 30 ] The foot of the giraffe reaches a diameter of 30 cm (12 in), and the hoof is 15 cm (5.9 in) high in males and 10 cm (3.9 in) in females. [ 27 ] :36 The rear of each hoof is low and the fetlock is close to the ground, allowing the foot to support the animal's weight. [ 11 ] Giraffes lack dewclaws and interdigital glands. The giraffe's pelvis, though relatively short, has an ilium that is outspread at the upper ends. [ 11 ]

                  A giraffe has only two gaits: walking and galloping. Walking is done by moving the legs on one side of the body at the same time, then doing the same on the other side. [ 23 ] When galloping, the hind legs move around the front legs before the latter move forward, [ 12 ] and the tail will curl up. [ 23 ] The animal relies on the forward and backward motions of its head and neck to maintain balance and the counter momentum while galloping. [ 8 ] :327–29 The giraffe can reach a sprint speed of up to 60 km/h (37 mph), [ 31 ] and can sustain 50 km/h (31 mph) for several kilometers. [ 32 ]

                  A giraffe rests by lying with its body on top of its folded legs. [ 8 ] :329 To lie down, the animal kneels on its front legs and then lowers the rest of its body. To get back up, it first gets on its knees and spreads its hind legs to raise its hindquarters. It then straightens its front legs. With each step, the animal swings its head. [ 27 ] :31 The giraffe sleeps intermittently around 4.6 hours per day, mostly at night. [ 33 ] It usually sleeps lying down, however, standing sleeps have been recorded, particularly in older individuals. Intermittent short "deep sleep" phases while lying are characterized by the giraffe bending its neck backwards and resting its head on the hip or thigh, a position believed to indicate paradoxical sleep. [ 33 ] If the giraffe wants to bend down to drink, it either spreads its front legs or bends its knees. [ 23 ] Giraffes would probably not be competent swimmers as their long legs would be highly cumbersome in the water, [ 34 ] although they could possibly float. [ 35 ] When swimming, the thorax would be weighed down by the front legs, making it difficult for the animal to move its neck and legs in harmony [ 34 ] [ 35 ] or keep its head above the surface. [ 34 ]

                  The giraffe has an extremely elongated neck, which can be up to 2 m (6 ftه in) in length, accounting for much of the animal's vertical height. [ 27 ] :29 The long neck results from a disproportionate lengthening of the cervical vertebrae, not from the addition of more vertebrae. Each cervical vertebra is over 28 cm (11 in) long. [ 26 ] :71 They comprise 52–54 percent of the giraffe's vertebral column, compared with the 27–33 percent typical of similar large ungulates, including the giraffe’s closest living relative, the okapi. [ 36 ] This elongation largely takes place after birth, as giraffe mothers would have a difficult time giving birth to young with the same neck proportions as adults. [ 37 ] The giraffe's head and neck are held up by large muscles and a nuchal ligament, which are anchored by long dorsal spines on the anterior thoracic vertebrae, giving the animal a hump. [ 11 ]

                  The giraffe's neck vertebrae have ball and socket joints. [ 26 ] :71 In particular, the atlas–axis joint (C1 and C2) allows the animal to tilt its head vertically and reach more branches with the tongue. [ 27 ] :29 The point of articulation between the cervical and thoracic vertebrae of giraffes is shifted to lie between the first and second thoracic vertebrae (T1 and T2), unlike most other ruminants where the articulation is between the seventh cervical vertebra (C7) and T1. [ 36 ] [ 37 ] This allows C7 to contribute directly to increased neck length and has given rise to the suggestion that T1 is actually C8, and that giraffes have added an extra cervical vertebra. [ 38 ] However, this proposition is not generally accepted, as T1 has other morphological features, such as an articulating rib, deemed diagnostic of thoracic vertebrae, and because exceptions to the mammalian limit of seven cervical vertebrae are generally characterized by increased neurological anomalies and maladies. [ 36 ]

                  There are two main hypotheses regarding the evolutionary origin and maintenance of elongation in giraffe necks. [ 39 ] The "competing browsers hypothesis" was originally suggested by Charles Darwin and only challenged recently. It suggests that competitive pressure from smaller browsers, such as kudu, steenbok and impala, encouraged the elongation of the neck, as it enabled giraffes to reach food that competitors could not. This advantage is real, as giraffes can and do feed up to 4.5 m (15 ft) high, while even quite large competitors, such as kudu, can only feed up to about 2 m (6 ftه in) high. [ 40 ] There is also research suggesting that browsing competition is intense at lower levels, and giraffes feed more efficiently (gaining more leaf biomass with each mouthful) high in the canopy. [ 41 ] [ 42 ] However, scientists disagree about just how much time giraffes spend feeding at levels beyond the reach of other browsers. [ 10 ] [ 39 ] [ 40 ] [ 43 ]

                  The other main theory, the sexual selection hypothesis, proposes that the long necks evolved as a secondary sexual characteristic, giving males an advantage in "necking" contests (see below) to establish dominance and obtain access to sexually receptive females. [ 10 ] In support of this theory, necks are longer and heavier for males than females of the same age, [ 10 ] [ 39 ] and the former do not employ other forms of combat. [ 10 ] However, one objection is that it fails to explain why female giraffes also have long necks. [ 44 ]

                  Internal systems

                  In mammals, the left recurrent laryngeal nerve is longer than the right in the giraffe it is over 30 cm (12 in) longer. These nerves are longer in the giraffe than in any other living animal [ 45 ] the left nerve is over 2 m (6 ftه in) long. [ 46 ] Each nerve cell in this path begins in the brainstem and passes down the neck along the vagus nerve, then branches off into the recurrent laryngeal nerve which passes back up the neck to the larynx. Thus, these nerve cells have a length of nearly 5 m (16 ft) in the largest giraffes. [ 45 ] The structure of a giraffe's brain resembles that of domestic cattle. [ 27 ] :31 The shape of the skeleton gives the giraffe a small lung volume relative to its mass. [ 47 ] Its long neck gives it a large amount of dead space, in spite of its narrow windpipe. These factors increase the resistance to airflow. Nevertheless, the animal can still supply enough oxygen to its tissues. [ 47 ]

                  The circulatory system of the giraffe has several adaptations for its great height. Its heart, which can weigh more than 25 lb (11 kg) and measures about 2 ft (61 cm) long, must generate approximately double the blood pressure required for a human to maintain blood flow to the brain. [ 12 ] Giraffes have usually high heart rates for their size, at 150 beats per minute. [ 26 ] :76 In the upper neck, the rete mirabile prevents excess blood flow to the brain when the giraffe lowers its head. [ 14 ] The jugular veins also contain several (most commonly seven) valves to prevent blood flowing back into the head from the inferior vena cava and right atrium while the head is lowered. [ 48 ] Conversely, the blood vessels in the lower legs are under great pressure (because of the weight of fluid pressing down on them). To solve this problem, the giraffe's lower legs have a thick, tight layer of skin, which prevents too much blood from pouring into them. [ 14 ]

                  Giraffes have oesophageal muscles that are unusually strong to allow regurgitation of food from the stomach up the neck and into the mouth for rumination. [ 26 ] :78 They have four chambered stomachs, as in all ruminants, and the first chamber has adapted to their specialized diet. [ 11 ] The giraffe's intestines measure up to 80 m (260 ft) in length [ 11 ] and have a relatively small ratio of small to large intestine. [ 49 ] The liver of the giraffe is small and compact. [ 26 ] :76 A gallbladder is generally present during fetal life, but it may disappear before birth. [ 11 ] [ 50 ] [ 51 ]


                  Giraffe Evolution

                  The evolution that giraffes have had since their earliest ancestors to the actual specimens is fascinating. What animals share genetic code with them? Was their neck part of an evolutive process?

                  While the giraffe as we know it is native to Africa, more than 20-25 million years ago their ancestors also roamed along Europe and Asia. There aren’t many fossils of them, but some information has allowed scientists to come up with some evolution theories.

                  These ancient giraffes looked like deer and were much shorter than what we know of them today, but the scientific debate focus on how they ended up with the extremely long necks of today’s giraffes. There are a couple of theories that resume most ideas. Some believe it occurred slowly, over a long time due to the trees in the areas where they lived that trying to reach them got giraffes taller in the process.

                  Order Artiodactyla

                  They are even-toed ungulates which are those animals with hooves like deer, pigs, hippos, among others that share this peculiarity. There are three suborders within the Artiodactyla order:
                  Tylopoda which includes camels and llamas Suina a suborder composed by pigs and peccaries and finally the clade Cetruminantia which includes whales, hippos, and ruminants the suborder to which giraffes belong.

                  Family Giraffidae

                  They are ruminant artiodactyls which only has two extant genera Okapia and Giraffa. Although externally they look very different, both have a genetic and morphological relationship. Both okapis and giraffes are distributed only in the African continent.

                  According to scientific studies, they evolved in the Miocene from ungulate animals occupying regions of Africa and Eurasia We are talking about 25 million years ago. Eventually, they became extinct, but a new species emerged.

                  The long neck is a later adaptation since such ancestors had short necks and were smaller resembling more a modern okapi than an actual giraffe. Fossils of these species such as the Giraffokeryx, has short necks, horns on one side of the head and behind. By their placement has suggested the possibility that the males wrestled with lateral head movements and not with the long neck like the current giraffes.

                  Long neck

                  How did the giraffes develop such a long neck? There are two theories: one from Jean-Baptiste Lamarck and the other from Charles Darwin.

                  This hypothesis, known as the Lamarck Theory, was introduced in the early 1800s. It states that the food on the ground was scarce and that these animals were instinctively raising their necks as high up as they could to reach what was there. Over time, the size of those necks was longer which provide them an adaptation that allowed their survival.

                  The theory of the French naturalist Jean-Baptiste Lamarck is the concept of ​​use and disuse That is, a characteristic that is used very frequently by a living being, gradually develops and strengthens until it meets the need of the species. The parts of the body not used go missing until disappearing entirely.

                  On the other side, Charles Darwin had another theory about the survival of the fittest. He believed that some of the giraffes had a genetic mutation that allowed them to develop longer necks. These individuals were able to eat more, and so they were stronger. That means that those males were the ones breeding and that genetic code was passed down to the next generations. Those that couldn’t get enough to eat weren’t strong enough to mate with the females, and they eventually died without having offspring.

                  Darwin explains that individuals with characteristics better adapted to their environment are more likely to survive and therefore, such traits are inherited. He also said that species that can not compete and adapt eventually become extinct.

                  However, there is not a definitive explanation for the long necks of giraffes accepted by most scientists. Both theories, have interesting points, but they also have inconsistent and unconfirmed details.

                  Other scientists such as Elissa Cameron and Johan du Toit agree with the hypothesis that the necks of giraffes are long because of their continuous reach of high trees, especially because of their preference for the acacia, whose leaves are at heights that other herbivores cannot reach.

                  Nevertheless, researchers like Robert Simmons and Lue Scheepers disagree with this idea. They claim that regardless of whether they go through the dry season or not, giraffes feed on lower shrubs, even if there are tall trees in the same area. They observed that the females spent more time feeding with their neck in a horizontal position and that both genders ingested quantities of food at a faster rate than when they did it in a vertical position.

                  The hypothesis that giraffes have long neck due to the scarcity of food at low heights is not entirely accepted, so the dilemma is not fully explained yet.

                  Another related question is why only the giraffes developed this feature when many other animals in the zone are also herbivores? The theories and hypotheses have arisen to explain this subject, but none has the general acceptance of the scientific community.

                  Recently another theory appeared trying to explain this unique feature of giraffes and is related to the successful reproduction as male giraffes fight for the right to mate with a female through necking, so the bulls with the stronger necks have better chances to reproduce.

                  Read the article. Why do giraffes have long necks?

                  Bryan Shorrocks. The Giraffe: Biology, Ecology, Evolution and Behaviour. John Wiley & Sons, Aug 8, 2016. Page 42.

                  Hassanin, Alexandre Douzery, Emmanuel J. P. (2003). “Molecular and Morphological Phylogenies of Ruminantia and the Alternative Position of the Moschidae”. Systematic Biology.

                  Darwin, Charles (1872). Origin of Species. Sixth Edition.

                  Brownlee, A. (1963). “Evolution of the Giraffe,” Nature vol. 200, p. 1022.


                  یواس‌اس جیراف (آی‌ایکس-۱۱۸)

                  یواس‌اس جیراف (آی‌ایکس-۱۱۸) (به انگلیسی: USS Giraffe (IX-118) ) یک کشتی بود که طول آن ۴۴۱ فوت ۶ اینچ (۱۳۴٫۵۷ متر) بود. این کشتی در سال ۱۹۴۳ ساخته شد.

                  یواس‌اس جیراف (آی‌ایکس-۱۱۸)
                  پیشینه
                  مالک
                  آغاز کار: ۱۱ نوامبر ۱۹۴۳
                  اعزام: ۱۲ دسامبر ۱۹۴۳
                  مشخصات اصلی
                  وزن: 14,245 tons
                  درازا: ۴۴۱ فوت ۶ اینچ (۱۳۴٫۵۷ متر)
                  پهنا: ۵۶ فوت ۱۱ اینچ (۱۷٫۳۵ متر)
                  آبخور: ۲۸ فوت ۴ اینچ (۸٫۶۴ متر)
                  سرعت: 11 nodi

                  این یک مقالهٔ خرد کشتی یا قایق است. می‌توانید با گسترش آن به ویکی‌پدیا کمک کنید.


                  The nonprofit Giraffe Heroes Project was born in the head and heart of Ann Medlock, a freelance editor, publicist and writer living in Manhattan. Ann started the Project in 1981 as an antidote to the mind-numbing violence and trivia that pervaded the media, eroding civic energy and hope. People needed to know about the heroes of our times and all that they were accomplishing as courageous, compassionate citizens.

                  Ann’s strategy for the Giraffe Heroes Project was simple—she would find unknown heroes, commend them as Giraffes for sticking their necks out, and get their stories told on radio and television and in print. Giraffe stories would show the public that there was headway being made on the problems of the world, that there were individuals who had solutions—and the courage to move into action. The stories would feed people’s souls, inform their attitudes—and get them moving on public problems that mattered to them.

                  The idea of telling heroes’ stories to inspire others to action has deep roots. People had been telling the stories of heroes for thousands of years as a way to communicate core values. Ann Medlock invented the Giraffe Project to do the same thing for our times. She knew that stories go straight to the heart and stay there, bypassing the objections that the mind can throw up to keep out theories, rules and admonitions. Ann also knew that the giraffe metaphor and imagery were great ways to get people’s attention, to engage their interest and, once engaged, to get past both their fears and their anti-message radar.

                  In those days of getting the Project started, friends and family were asking Ann why she was putting so much into something that could well be a lost cause. Flying off to Paris to write a speech for the Aga Khan hadn’t been a bad way to make a living. Why was she going on and on with this Giraffe thing? She wasn’t sure herself.

                  She got the answer on a trip west, at a seminar Joseph Campbell was giving at Esalen. Ann had attended Campbell’s classes whenever he taught in New York City she couldn’t pass up this chance to hear Campbell talk for a full weekend on the story of Parsifal.

                  Campbell showed Parsifal as a recurring theme in mythology, the story of the Holy Fool. This Fool is always considered a dummy by the smart, hip people who really know the score. In Parsifal’s case, there’s a mysterious blight on the land, nothing will grow and no one knows how to break the spell. Parsifal, the Holy Fool, sets out to find the cause, right the wrong, and save the people. He’s told he can’t do it, that he’s too dumb, too weak, too everything. But he goes ahead anyway, breaking the curse on the land and bringing life back to the people.

                  The Holy Fool is the most dangerous person on earth, Campbell explained, the most threatening to all hierarchical institutions, because he ignores their power. He has no concern for naysayers. He’s unfazed by risk. He’s not limited by his limita­tions, not listening to reason, not stoppable, not controllable. He knows what he has to do and he’s doing it, no matter what.

                  Driving up the California coast after the seminar, Ann had what later seemed to her an obvi­ous revelation—the reason she had been so obsessed with finding Giraffes and telling their stories was that these were our time’s Holy Fools she had locked into an archetype that had her in thrall, one that was desperately needed in the spiritual blight of the 1980’s. No matter what it took, she would go on.

                  Back in New York, she had lunch with Campbell and told him what she was doing, what his seminar had made clear to her, how grateful she was that he’d shown her the reason for her obsession. She was amazed to see his eyes well up, and delighted to have his endorsement of her quest.

                  At its beginnings in 1981, the Giraffe Project had been just Ann, running around New York City interviewing the people whose stories she wanted to tell. The first Giraffes were people like Gene Gitelson, a Vietnam vet who’d left the security of his banking career to help down-and-out vets, and Elsa Hart, a gems expert who’d faced down crooked middlemen to get an Apache tribe in Arizona a fair deal for the gemstones from their mine.

                  After she recorded an interview, Ann would write a radio public service announcement around it, then convince an actor such as Candice Bergen, John Denver or Sam Waterston, to record it. She sent the records to hundreds of radio stations–who began playing them. Just as Ann had hoped, the stories of Giraffes were so compelling they were soon picked up by print media and television, both local and national. In effect, she was a press agent for America’s heroes.

                  John Graham joined Ann on the quest—but it took him awhile. A U.S. Foreign Service Officer for fifteen years, he’d been in the middle of wars, revolutions and arms sales. A three-year stint working at the U.S. Mission to the UN gave him the chance to focus his skills and energy on ending apartheid and other human rights abuses, and on stopping wars instead of starting them. In September 1980, he decided he could do more for peace by quitting the Foreign Service and training the opponents of government policies—people who wanted America to cut nuclear arms, do more to end apartheid, or combat poverty at home and abroad.

                  John had met Ann just as she was developing the Giraffe idea. At first, he admits, he thought what she wanted to do was lightweight he couldn’t see how just telling stories would change anything, especially if the symbol for it all was a giraffe.

                  Still, as friends, Ann and John understood that her Giraffe Project and his trainings were aimed at compatible goals by different paths. By the middle of 1981, however, they’d fallen in love, and whatever skepticism John had felt about Ann’s path needed another look. He began to feel the archetypal power of the stories she was telling and to see her genius in using the giraffe metaphor to get them into people’s heads and hearts. He could see that people were listening to Giraffe stories, and that the Giraffe Project was already changing lives. It was anything but lightweight. The two paths began to merge. By 1983 Ann’s media work and John’s trainings were all under the Giraffe banner, and the two of them were working on the Project seven days a week.

                  The Project was soon telling Giraffe stories, not just on radio, but on television and in magazines and newspapers. It began publishing Giraffe News, and Giraffes were being featured in major media such as Time, Parade, USA Weekend, Readers’ Digest, People, The New York Times, Glamour, CBS, PBS, CNN, ABC and the Voice of America. The exposure attracted resources of many kinds to the Giraffes, and their stories inspired others to action, from setting up a soup kitchen in Tucson to saving a wetland on Long Island.

                  In 1991, the Giraffe Project moved into schools with the first editions of the Giraffe Heroes Program, a character education and service-learning curriculum that teaches courageous compassion and active citizenship to kids in grades K through 12. That same year, Ann Medlock launched her award-winning radio broadcasts on public radio. In 1995, the Project launched its web site, one of the first in the nonprofit world.

                  In ’98, Ann created Stan Tall & Bea Tall, cartoon giraffes who tell heroes’ stories to the very young. John wrote an active-citizenship handbook for teens poi one for people of all ages. Thanks to grants from several foundations, many of these materials are now online, as free downloads.

                  Now called the Giraffe Heroes Project, the team has commended over a thousand Giraffes and all are available to the world in a free online database. Over a quarter million kids have done the Giraffe Heroes Program at school. Giraffe speeches, trainings, books, OpEds, the website, and an ever expanding social media presence have brought the message of courageous service to people all over the world.

                  Almost four decades of experience have proved Ann Medlock right the Giraffe message can and does move people to take the brave and compassionate actions that are the mainstays of free and healthy societies.


                  NATURAL HISTORY

                  Descrizione: The tallest land mammal, with a neck as long as 6 feet, the giraffe is also well known for the unique brown and white pattern on its coat (&ldquopelage&rdquo) and its lengthy eyelashes and legs.

                  Habitat: Giraffes use both semi-arid savannah and savannah woodlands in Africa.

                  Gamma: Giraffes are found in fragmented habitats scattered throughout sub-Saharan Africa.

                  Breeding: Giraffe pregnancy usually lasts about 15 months, with two-year intervals between births. Females give birth throughout the year and usually reach sexual maturity between the ages of five and seven years. Males reach sexual maturity between seven and eight years of age and travel extensively to detect and investigate females receptive to mating.

                  Life Cycle: Giraffes can live as long as 25 years.

                  Feeding: Giraffes eat a very wide variety of trees and shrubs and spend a large part of each day browsing.

                  Threats: Giraffes have experienced severe habitat loss and fragmentation as a result of the expansion of human activities into their habitats. Uncontrolled timber harvest, the conversion of native habitat for agricultural development, mining, poor land-use planning, and urban expansion have all played a role in the loss and degradation of giraffe habitat. Giraffes are hunted both legally and illegally for sport and for their parts and products. Lack of enforcement of local laws, in addition to civil unrest in certain parts of giraffes' range, have allowed poaching for bushmeat, bones, tail hair and other giraffe parts to become a leading cause of this species' mortality and a major contributor to its decline. Poaching and legal sport hunting are both spurred by the international trade in giraffe parts and products. Giraffes are further threatened by the proliferation of diseases like giraffe skin disease, as well as inbreeding depression in isolated populations, collisions with automobiles and airplanes, and the increased frequency and magnitude of droughts associated with climate change.

                  Population Trend: Giraffes once occupied much of the savannah and savannah woodlands of Africa, but the species currently remains in only a fraction of that expansive range. According to the IUCN's 2016 estimate, giraffes have undergone a 36&ndash40 percent population decline over the past 30 years. Today roughly 97,500 giraffes remain in Africa &mdash compared to the 150,000-plus giraffes recorded in Africa in 1985 (or within the last three generations).

                  Subspecies: There are currently nine subspecies of giraffes that are generally recognized by taxnomonists: West African (Giraffa camelopardalis peralta) Kordofan (G. c. antiquorum) Nubian (G. c. camelopardalis) reticulated (G. c. reticulata) Rothschild's (G. c. rothschildi) Masai (G. c. tippelskirchi) Thornicroft's (G. c. thornicrofti) Angolan (G. c. angolensis) and South African (G. c. giraffa).


                  Guarda il video: Jerapah menjadi spesies terancam punah - Tomonews (Gennaio 2022).