Informazione

William Spry


William Spry nacque a Windsor, in Inghilterra, nel 1864. Suo padre, Philip Spy, un sarto, e sua madre, Sarah Townsend, si convertirono al mormonismo e nel 1875 la famiglia emigrò in America.

Spry ha lavorato come allevatore e alla ferrovia prima di diventare un esattore delle tasse. Un membro del Partito Repubblicano, Spry, rappresentò Tooele nella legislatura statale (1903-05) e prestò servizio come sceriffo degli Stati Uniti per lo Utah nel 1906.

Nel 1908 Spry fu eletto governatore dello Utah. Mentre era al potere, creò una commissione per le strade statali e autorizzò la costruzione dell'armeria della Guardia Nazionale e dell'edificio del Campidoglio.

Rieletto nel 1912, Spry approvò un provvedimento che dava a mariti e donne conviventi, l'affidamento congiunto e paritario dei figli. Spry ha anche sviluppato la reputazione di essere ostile all'emergente movimento sindacale ed è stato riferito che aveva intenzione di "smettere di parlare in strada" e di cancellare lo stato di questi "elementi senza legge, siano essi uomini d'affari corrotti, agitatori IWW, o qualsiasi altra cosa nome si chiamano"

Nel 1914 Spry ebbe il problema di occuparsi del caso di Joe Hill che era stato riconosciuto colpevole dell'omicidio di J.B. Morrison, un ex poliziotto. Un membro attivo degli Industrial Workers of the World, molti credevano che Hill fosse punito per le sue convinzioni politiche. ha sostenuto che Hill era stato inquadrato come un monito per gli altri che consideravano l'attività sindacale.

Bill Haywood e l'IWW hanno lanciato una campagna per fermare l'esecuzione. Elizabeth Flynn ha visitato Hill in prigione ed è stata una figura di spicco nei tentativi di forzare un nuovo processo. Nel luglio 1915, 30.000 membri dell'IWW australiano inviarono una risoluzione che invitava il governatore William Spry a liberare Hill. Risoluzioni simili sono state approvate alle riunioni sindacali in Gran Bretagna e in altri paesi europei. Woodrow Wilson ha anche contattato Spry e ha chiesto un nuovo processo. Questo è stato rifiutato e Hill è stato giustiziato dal plotone di esecuzione il 19 novembre 1915.

Spry ha anche sconvolto molte persone ponendo il veto a un disegno di legge di divieto nel 1915. L'anno successivo il Partito Repubblicano ha deciso di non nominarlo come candidato a governatore.

William Spry, che fallì nel suo tentativo di essere eletto al Congresso nel 1918, prestò servizio come commissario presso il General Land Office degli Stati Uniti fino alla sua morte per un ictus nel 1929.

Nonostante tutte le immagini orribili e tutte le cose brutte e stampate su di me, ero stato arrestato solo una volta in vita mia, e questo era a Sal Pedro, in California. Al tempo dello sciopero degli stivatori e dei lavoratori portuali. Ero segretario del comitato di sciopero, e suppongo di essere stato un po' troppo attivo per accontentare il capo di quel borgo, così mi ha arrestato e mi ha dato trenta giorni di carcere cittadino per vagabondaggio e lì hai tutta la mia portata " fedina penale".

Il fatto principale e unico che vale la pena considerare, tuttavia, è questo: non ho mai ucciso Morrison e non ne so niente. È stato, come mostrano chiaramente i registri, ucciso da un nemico per vendetta, e non sono stato in città abbastanza a lungo per farmi un nemico.

Poco prima del mio arresto scesi da Park City; dove lavoravo nelle miniere. A causa della preminenza del signor Morrison, doveva esserci una "capra" e il sottoscritto essendo, come pensavano, un vagabondo senza amici, uno svedese e, peggio ancora, un IWW, non aveva comunque il diritto di vivere, ed era quindi debitamente selezionato per essere "la capra".

Ho sempre lavorato sodo per vivere e pagato per tutto quello che ho ottenuto, e nel mio tempo libero lo passo dipingendo quadri, scrivendo canzoni e componendo musica.

Ora, se la gente dello stato dello Utah vuole spararmi senza darmi una mezza possibilità di dichiarare la mia versione del caso, portate i vostri plotoni d'esecuzione, sono pronto per voi. Ho vissuto come un artista e morirò come un artista.

La mia volontà è facile da decidere,

Perché non c'è niente da dividere.

I miei parenti non hanno bisogno di agitarsi e lamentarsi -

"Il muschio non si attacca a una pietra che rotola."

Il mio corpo? - Oh! - Se potessi scegliere,

vorrei incenerirlo ridurre,

E lascia che le allegre brezze soffino

La mia polvere dove crescono alcuni fiori.

Forse qualche fiore appassito allora

Sarebbe tornato in vita e sarebbe fiorito di nuovo.

Questa è la mia ultima e ultima volontà.

Buona fortuna a tutti voi.

Ieri notte ho sognato di vedere Joe Hill

Vivo come te e me.

Dico io: "Ma Joe, sei morto da dieci anni".

"Non sono mai morto", dice.

"Joe Hill non è morto," mi dice.

"Joe Hill non è mai morto,

Dove i lavoratori sono in sciopero

Joe Hill è al loro fianco!"


William Spry (1867 - 1918)


*MORTE Certificato di morte Informazioni sulla registrazione EventoDeath Numero di registrazione dell'evento5383 Anno di registrazione1918 Informazioni personali CognomeSPRY CognomeWm SexUnknown Nome del padre Spry Nathaniel Nome della madre Jane (Patterson) Luogo di nascita Luogo di morte

Kaneira Età50 Cognome del coniuge Cognome del coniuge

mer 12 giu 1918 Pagina 5 necrologio.

SPRAY. — I tanti amici del signor William Spry, di Kaneira, apprenderanno con sincero rammarico della sua scomparsa, avvenuta dopo una lunga malattia. Per alcuni anni il signor Spry soffrì delle lamentele dei minatori, e quando si stabilì a Kaneira e si dedicò all'agricoltura, si pensava che potesse godere di una salute migliore. Per alcuni mesi ha ricevuto cure al Wycheproof Hospital, e poche settimane fa si era sufficientemente ripreso da poter tornare a casa. Il defunto aveva 50 anni e lascia una moglie e quattro figli - Jane, William (in servizio attivo), Nath, Edith e Millie (figliastro) un altro figliastro - Roy - è morto in servizio attivo. Mr. John Spry, di Kaneira, è un fratello del defunto.


Una prima storia di Roma (ristampa classica)

I. L'Italia ei suoi popoli II. Gli inizi di Roma III. Le leggende IV. L'Esplosione dei Re.

Libri dimenticati pubblica centinaia di migliaia di libri rari e classici. Scopri di più su www.forgottenbooks.com

Questo libro è una riproduzione di un'importante opera storica. Forgotten Books utilizza una tecnologia all'avanguardia Estratto da A First History of Rome

I. L'Italia ei suoi popoli II. Gli inizi di Roma III. Le leggende IV. L'espulsione dei re.

Libri dimenticati pubblica centinaia di migliaia di libri rari e classici. Scopri di più su www.forgottenbooks.com

Questo libro è una riproduzione di un'importante opera storica. Forgotten Books utilizza una tecnologia all'avanguardia per ricostruire digitalmente l'opera, preservando il formato originale e riparando le imperfezioni presenti nella copia invecchiata. In rari casi, un'imperfezione nell'originale, come un difetto o una pagina mancante, può essere replicata nella nostra edizione. Tuttavia, ripariamo con successo la stragrande maggioranza delle imperfezioni, qualsiasi imperfezione residua viene lasciata intenzionalmente per preservare lo stato di tali opere storiche. . Di più


William Spry: uomo di fermezza, governatore dello Utah

William Spry è entrato sulla scena politica nello Utah nel momento in cui il Movimento Progressista si stava diffondendo in tutta la nazione. Questi venti di cambiamento soffiavano anche sullo Utah nei primi anni del ventesimo secolo. Il periodo fu caratterizzato da significative trasformazioni economiche, politiche e sociali in quanto il nuovo stato dello Utah emerse dal suo bozzolo territoriale conflittuale.

Le questioni economiche e sociali che richiedevano attenzione richiedevano anche un riavvicinamento politico tra i non-mormoni (molti dei quali erano anti-mormoni) ei residenti mormoni della zona. Uno sforzo di sistemazione politica aveva avuto luogo quando il partito del popolo della chiesa mormone fu abolito e il popolo fu incaricato di unirsi a uno dei due partiti nazionali. La maggioranza era incline al partito democratico, ma il presidente Joseph F. Smith e la Prima Presidenza della Chiesa, così come i membri della Chiesa che furono “chiamati” repubblicani, di solito sostenevano il partito repubblicano, il partito di Reed Smoot , Apostolo e Senatore.

Anche la maggioranza dei non mormoni si è trasferita nel partito repubblicano, anche quelli che erano stati democratici in altre parti del paese. La responsabilità di tenere insieme questa coalizione di repubblicani mormoni e non mormoni cadde su William Spry quando fu selezionato come presidente del Comitato di Stato repubblicano nel 1904. Spry lavorò rapidamente ed efficacemente per unire solidamente i repubblicani dietro i candidati del partito in le elezioni del 1904. I suoi sforzi furono seriamente minacciati, tuttavia, quando il senatore Thomas Kearns si separò dal partito repubblicano e organizzò la fazione anti-mormone nel partito americano. Kearns era irritato perché il sostegno della Chiesa mormone di cui aveva goduto in precedenza era stato ritirato e sentiva che i candidati repubblicani erano troppo strettamente identificati con la Chiesa.

Il successo del partito americano nelle elezioni del 1905 a Salt Lake City ha chiaramente minacciato le possibilità del senatore Smoot di essere rieletto nel 1908. William Spry è stato portato nella macchina Smoot, conosciuta come “The Federal Bunch,” a causa della sua popolarità e le sue capacità politiche. Nel 1908 i sostenitori di Smoot spostarono il loro sostegno dal governatore in carica Cutler a Spry. Credevano di dover avere il miglior “vote-getter” sul biglietto e che “Cutler avrebbe dovuto essere messo da parte, rudemente se necessario, per il bene della festa.

Spry ha vinto la nomina del partito repubblicano e ha continuato a vincere il governatorato, che ha ricoperto per due mandati quadriennali. Tentò per un terzo mandato, ma gli fu rifiutata la nomina del partito. Due anni dopo si candidò al Congresso e fu sconfitto. La sua carriera politica si concluse con una posizione nominativa come Commissario delle Terre Pubbliche degli Stati Uniti, una nomina organizzata dal senatore Smoot.

William Spry: uomo di fermezza, governatore dello Utah, racconta questa storia politica in un modo delizioso e leggibile. Mette lo Utah in una prospettiva nazionale come leader nella legislazione sociale dell'era progressista. Segue i conflitti sul proibizionismo e le gioie di completare la capitale dello stato e commissionare la corazzata Utah. Racconta la violenza sul lavoro che ha turbato lo Utah, il ruolo degli International Workers of the World (IWW) nei problemi del lavoro nello Utah e l'eccitante caso di omicidio di "Joe Hill".

Il libro manca di equilibrio, tuttavia, poiché al caso Joe Hill viene prestata molta più attenzione di quanto meriti (quasi un terzo del libro) e viene data una copertura troppo scarsa della legislazione sociale progressista del primo mandato di Spry (una spoglia schema di sole quattro pagine). Ci sono alcuni episodi che non si adattano affatto, come il capitolo 28, “Dynamiters Attack the West,” e alcuni aneddoti che non sono rilevanti.

In tutto il libro, gli autori sembrano essere in qualche modo politicamente ingenui, come l'uso della citazione di Frank Kent da Il grande gioco della politica che il controllo del Comitato di Stato è "la chiave della macchina politica". Questo è stato inserito per sostenere l'idea che Spry, in qualità di presidente del partito repubblicano, detenesse il potere politico nello stato, quando è ovvio il libro stesso che il senatore Smoot controllava la macchina politica e il partito repubblicano. Ma questa potrebbe essere la debolezza intrinseca nella maggior parte delle biografie, che presentano immagini favorevoli, anche se imprecise, del soggetto. Questa biografia ha il problema aggiuntivo di essere scritta per i suoi mecenati, i figli del governatore Spry.

Questi problemi sono più che compensati, tuttavia, nel contributo che la biografia dà nel portare alla stampa alcune conoscenze su un periodo poco conosciuto della storia politica dello Utah. La maggior parte degli studi accademici sul periodo sono ancora in forma manoscritta come tesi, con l'eccezione di alcuni articoli di riviste, che non sono facilmente disponibili al pubblico dei lettori.


Spry Storia, stemma di famiglia e stemmi

L'illustre cognome Spry ha avuto origine in Cornovaglia, una regione dell'Inghilterra sudoccidentale celebrata nei romanzi arturiani del Medioevo. Sebbene i cognomi siano diventati comuni durante il medioevo, gli inglesi erano precedentemente conosciuti solo con un solo nome. Sotto il sistema di governo feudale, i cognomi si sono evoluti e spesso riflettevano la vita del maniero e del campo. I cognomi soprannomi erano rari tra i cornici, a volte adottavano nomi che riflettevano le caratteristiche fisiche o altri attributi del portatore originale del nome. Il nome Spry è un soprannome tipo di cognome per una persona che è vivace e vigile. Tracciando ulteriormente l'origine del nome, abbiamo scoperto che il nome Spry era originario della parola inglese antico spray, dello stesso significato.

Set di 4 tazze da caffè e portachiavi

$69.95 $48.95

Prime origini della famiglia Spry

Il cognome Spry fu trovato per la prima volta in Cornovaglia, a St. Anthony in Roseland, una parrocchia, nell'unione di Truro, W. divisione dei Cento di Powder.

"Il vivente è un donativo, sotto il patrocinio della famiglia Spry: le decime sono state commutate per 𧴮. La chiesa, splendidamente situata sul bordo di un lago navigabile che separa questa parrocchia da St. Mawes, contiene alcuni bei monumenti alla famiglia Spry, di cui uno, opera di Westmacott, è in memoria di Sir Richard Spry, contrammiraglio della White." [1] In alternativa, la famiglia potrebbe aver avuto origine a Spreyton nel Devon, che risale al Domesday Book del 1086 quando era conosciuta come Spreitone. [2] [3]

Pacchetto Storia Stemma e Cognome

$24.95 $21.20

Storia antica della famiglia Spry

Questa pagina web mostra solo un piccolo estratto della nostra ricerca Spry. Altre 308 parole (22 righe di testo) che coprono gli anni 1485, 1547, 1796, 1627, 1612, 1685, 1660 e 1663 sono incluse nell'argomento Early Spry History in tutti i nostri prodotti PDF Extended History e prodotti stampati ove possibile.

Felpa con cappuccio unisex con stemma

Varianti di ortografia rapida

I cognomi della Cornovaglia sono caratterizzati da una moltitudine di variazioni ortografiche. I frequenti cambiamenti nei cognomi sono dovuti al fatto che le lingue inglese antico e medio mancavano di regole di ortografia definite. Anche le lingue ufficiali di corte, che erano il latino e il francese, erano influenti sull'ortografia di un cognome. Poiché l'ortografia dei cognomi era raramente coerente in epoca medievale, e scribi e funzionari della chiesa registravano i nomi come suonavano piuttosto che aderire a regole di ortografia specifiche, era comune trovare lo stesso individuo a cui si faceva riferimento con diverse grafie del cognome nell'antico cronache. Inoltre, un gran numero di nomi stranieri fu portato in Inghilterra, il che accelerò e accentuò le alterazioni dell'ortografia dei vari cognomi. Infine, le variazioni ortografiche spesso derivavano dalle differenze linguistiche tra il popolo della Cornovaglia e il resto dell'Inghilterra. Il Cornish parlava una lingua celtica brittonica unica che fu registrata per la prima volta in documenti scritti durante il X secolo. Tuttavia, divennero sempre più anglicizzati e il cornico si estinse come lingua parlata nel 1777, sebbene sia stato ripreso dai patrioti della Cornovaglia nell'era moderna. Il nome è stato scritto Spry, Spray, Spre, Spraye, Sprye, Sprey, Sprie e molti altri.

I primi notabili della famiglia Spry (prima del 1700)

Altre 46 parole (3 righe di testo) sono incluse nell'argomento Early Spry Notables in tutti i nostri prodotti PDF Extended History e prodotti stampati, ove possibile.

Migrazione Spry +

Alcuni dei primi coloni di questo cognome furono:

Spry Settlers negli Stati Uniti nel XVII secolo
  • William Spry che si stabilì in Virginia nel 1648
  • William Spry, che sbarcò in Virginia nel 1648 [4]
  • Aba Spry, che sbarcò nel Maryland nel 1670 [4]
  • Christopher Spry, che arrivò nel Maryland nel 1675 [4]
Spry Settlers negli Stati Uniti nel XVIII secolo

Migrazione rapida in Canada +

Alcuni dei primi coloni di questo cognome furono:

Spry Coloni in Canada nel XVIII secolo
Spry Coloni in Canada nel 19° secolo
  • John Spry, che si stabilì a St. John's, Terranova nel 1802 [5]
  • John Spry, che si stabilì a Harbour Grace, Terranova nel 1824 [5]
  • John Spry, che si stabilì a Northern Bay, Terranova nel 1838 [5]

Migrazione rapida in Australia +

L'emigrazione in Australia seguì le prime flotte di detenuti, commercianti e primi coloni. I primi immigrati includono:

Spry Settlers in Australia nel 19° secolo
  • Mary Spry, detenuta inglese del Devon, che fu trasportata a bordo dell'"America" ​​il 30 dicembre 1830, stabilendosi a Van Diemen's Land, in Australia[6]
  • Mr. William Spry, (n. 1809), 40 anni, bracciante agricolo inglese di Bideford, Devon, Inghilterra, Regno Unito che viaggia a bordo della nave "Courier" in arrivo nel Nuovo Galles del Sud, in Australia, l'11 settembre 1849 [7]
  • La signora Dorothy Spry, (n. 1810), 39 anni, colona inglese da Bideford, Devon, Inghilterra, Regno Unito che viaggia a bordo della nave "Courier" in arrivo nel Nuovo Galles del Sud, in Australia, l'11 settembre 1849 [7]
  • Miss Charity Spry, (n. 1834), 15 anni, bambinaia della Cornovaglia di Lostwithiel, Cornovaglia, Regno Unito, che viaggia a bordo della nave "Courier" in arrivo nel Nuovo Galles del Sud, in Australia, l'11 settembre 1849 [7]
  • Mr. William Spry, (n. 1839), di 10 anni, colono inglese di Bideford, Devon, Inghilterra, Regno Unito che viaggia a bordo della nave "Courier" che arriva nel Nuovo Galles del Sud, in Australia, l'11 settembre 1849 [7]
  • . (Altri sono disponibili in tutti i nostri prodotti PDF Extended History e prodotti stampati ove possibile.)

Migrazione Spry in Nuova Zelanda +

L'emigrazione in Nuova Zelanda seguì le orme degli esploratori europei, come il capitano Cook (1769-70): prima vennero cacciatori di foche, balenieri, missionari e commercianti. Nel 1838, la British New Zealand Company aveva iniziato ad acquistare terreni dalle tribù Maori e a venderli ai coloni, e, dopo il Trattato di Waitangi nel 1840, molte famiglie britanniche intrapresero l'arduo viaggio di sei mesi dalla Gran Bretagna ad Aotearoa per iniziare una nuova vita. I primi immigrati includono:

Spry Coloni in Nuova Zelanda nel 19° secolo
  • Jane Spry, 21 anni, domestica, arrivata a Wellington, in Nuova Zelanda, a bordo della nave "Rakaia" nel 1878
  • Miss Jane Spry, (n. 1857), 21 anni, domestica della Cornovaglia in partenza il 6 luglio 1878 a bordo della nave "Rakaia" in arrivo a Wellington, in Nuova Zelanda, l'8 ottobre 1878 [8]

Notabili contemporanei del nome Spry (post 1700) +

  • Henry Harpur Spry (1804-1842), scrittore inglese sull'India, nato a Truro, figlio di Jeffery o Geoffry Spry (d. 1829) delle accise
  • Sir Samuel Thomas Spry (1804-1868), uomo politico inglese, p.f. per Bodmin e Alto Sceriffo di Cornovaglia nel 1849
  • Thomas Spry (d 1828), ammiraglio inglese
  • Maggiore generale William Frederick Spry (1770-1814), ufficiale dell'esercito inglese
  • William Spry (1734-1802), ufficiale militare inglese, nominato tenente generale (1799)
  • William Spry (1864-1929), politico repubblicano americano, membro della Camera dei rappresentanti dello stato dello Utah, 1903-06 Governatore dello Utah, 1909-17 Delegato alla Convention nazionale repubblicana dallo Utah, 1912, 1916 Candidato per il rappresentante degli Stati Uniti dallo Utah, 1918 [ 9]
  • Clyde Spry (1889-1961), politico repubblicano americano, ministro dell'agricoltura dell'Iowa, 1950-61 Nominato 1950 [9]
  • L'ammiraglio Sir Richard Spry (1715-1775), ufficiale della Royal Navy britannica che ha servito come comandante in capo, stazione nordamericana
  • Maggiore generale Daniel Charles Spry (1913-1989), vice capo di stato maggiore canadese [10]
  • Sir Charles Spry (n. 1910), brigadiere dell'esercito australiano, direttore generale dell'intelligence australiana (1950-1970)
  • . (Altri 2 notabili sono disponibili in tutti i nostri prodotti PDF Extended History e prodotti stampati ove possibile.)

Storie correlate +

Il motto Spry +

Il motto era originariamente un grido di guerra o uno slogan. I primi motti iniziarono ad essere mostrati con le armi nel XIV e XV secolo, ma non furono in uso generale fino al XVII secolo. Quindi gli stemmi più antichi generalmente non includono un motto. I motti raramente fanno parte della concessione di armi: sotto la maggior parte delle autorità araldiche, un motto è un componente opzionale dello stemma e può essere aggiunto o modificato a piacimento molte famiglie hanno scelto di non mostrare un motto.

Motto: Salvia di soia et semplice
Traduzione del motto: Sii saggio e semplice.


Fonte

Sobel, Robert e John Raimo, eds. Elenco biografico dei governatori degli Stati Uniti, 1789-1978, vol. 4. Westport, CT: Meckler Books, 1978. 4 voll.

The National Cyclopaedia of American Biography, vol. 15. New York: James T. White & Company.

Roper, William L. e Leonard J. Arrington. William Spry: uomo di fermezza, governatore dello Utah. Salt Lake City: Utah State Historical Society, 1971.

Warrum, Nobile, ed. Utah dal momento che Statehood: storico e biografico. Chicago-Salt Lake: il S.J. Clarke Publishing Company, 1919. 3 voll. (Vol. I, pp. 151-178 Vol. III, pp. 1076-1077.)

"Il corpo del governatore Spry deve essere portato in SL: Utah Executive For Eight Years Dies of Stroke: Dies at Washington", "Deseret News, 22 aprile 1929, pp. 1-2 "La carriera attiva del governatore Spry nella vita pubblica" è Salt Lake Tribune , 2 aprile 1929, pp. 1-2.


Storia

Dopo 60 anni di inattività, un campo della fattoria Kidston a Spryfield ha preso vita nel 1996, grazie alla determinazione e alla dedizione dei membri dell'Urban Farm Museum Society di Spryfield. Con l'aiuto di una squadra di buoi e di un trattore, e un folto pubblico che li acclamava, il campo fu arato e fu piantato un raccolto di avena. Fa parte di tre acri affittati dalla Urban Farm Museum Society di Spryfield alla famiglia Kidston. Questo campo bonificato è stato ampliato nel corso degli anni. I singoli residenti e le organizzazioni locali, tutti membri dell'Urban Farm Museum Society di Spryfield, ne stanno raccogliendo i frutti. Sono stati assegnati appezzamenti per coltivare i propri ortaggi. Quest'anno, nell'ambito del programma Vieni a crescere con noi, che insegna ai bambini come coltivare i propri ortaggi, sono stati aggiunti altri 12 appezzamenti per i bambini e le loro famiglie. I volontari contribuiscono a rendere l'Urban Farm una risorsa importante nella nostra comunità. Accogliamo con favore il tuo aiuto.

Casa Kidston, c. 1930

L'originale Kidston Farm consisteva in due lotti di 500 acri, i numeri quattro e cinque, a Leiblin Manor. Nel 1760, nove lotti di Leiblin Manor furono concessi a importanti mercanti di Halifax che li usarono principalmente come lotti di legname. Il lotto numero quattro su cui si trova il campo di Urban Farm faceva parte dei 1500 acri acquistati e sviluppati come fattoria nei primi anni del 1770 dall'industrioso ingegnere militare, il capitano William Spry. Dopo il mandato di Spry, George McIntosh, Esquire, ha continuato a gestirlo come una fattoria produttiva dove vagavano bovini da carne e da latte e fiorivano i raccolti di grano e radici.

Nel 1822, William Kidston, Junior, acquistò la fattoria di 1000 acri dalla tenuta di George McIntosh e la chiamò Thornhill. Nonostante la sua limitata esperienza di agricoltore, Kidston costruì una fattoria dove si stabilì la sua numerosa e crescente famiglia. Aggiunse le pecore all'inventario degli animali da fattoria e la lana divenne un altro sottoprodotto della fattoria Spryfield. Nel 1827, sotto la supervisione di Kidston, Thornhill Farm produsse grandi raccolti di grano e altri cereali e 500 staia di patate. Venti tonnellate di fieno nutrivano il suo bestiame che consisteva in "14 pecore, tre cavalli, quattro suini e 12 bovini con le corna".

Nel 1832, tuttavia, William Kidston era pronto a vendere la fattoria Thornhill. In una lettera al suo vecchio e fidato amico e avvocato a Pictou, Abraham Patterson, ha parlato della vendita in sospeso e dei suoi piani per trasferire la sua famiglia e i mobili a Pictou, il luogo di nascita di sua moglie, Elizabeth Dawson. La fattoria non vendette e Kidston trasferì la sua famiglia in una casa ad Halifax. Ha servito come sceriffo per la contea di Halifax. Nel 1834, un annuncio sulla Royal Gazette offriva in vendita "quella bella fattoria a Spryfield... Il seminativo è profondo, forte e produttivo... è ben irrigato da bellissimi laghi e ruscelli su cui ci sono belle cascate per mulini ad acqua un capitale situazione per il lavaggio della lana sulla pelle o comunque un luogo desiderabile per stabilire la produzione di lana in filati, tessuti, ecc ... e ha una gamma molto ampia di pascoli superiori, all'interno di una recinzione sicura.

William Kidston morì nel 1836, tuttavia, lasciando sua moglie e dieci figli (il più giovane di soli due anni) con una tenuta che includeva Thornhill Farm e il suo mutuo eccezionale, una casa ad Halifax in cui risiedeva la famiglia, un terreno a Country Harbour, Guysborough Contea, molto a Tangeri, contea di Halifax, e proprietà in Scozia lasciategli in eredità dal suo defunto padre. Prima della sua morte nel 1846, Elizabeth Dawson Kidston, con l'aiuto di suo cognato, Richard Kidston, in Scozia, pagò il mutuo sulla fattoria e lo consegnò, in via fiduciaria, al figlio di 21 anni, Archibald Glen. , che alla fine acquistò le quote dei suoi fratelli e di alcuni dei proprietari terrieri
intorno a lui.

Il successo di Archibald Glen Kidston come agricoltore può essere visto nei dischi successivi. Nel 1851 aveva iniziato a ricostruire la fattoria, producendo 40 staia di patate, 300 staia di rape, 4 staia di altre radici, 16 staia di fieno, 10 staia di grano e 80 staia di avena. Sul posto c'erano due stalle, cinque mucche da latte, un cavallo, sei pecore e un maiale. Nel 1865, A. Kidston era elencato nella directory aziendale di Spryfield come "Agricoltore e commerciante in azioni e cavalli". Dopo il suo matrimonio con Mary Dart di Spryfield, nacquero sette figli e quattro figlie. Con l'aiuto dei suoi figli, la fattoria continuò a prosperare e due anni prima della sua morte nel 1894, affittò Thornhill Farm ai suoi figli. A quel tempo, nell'inventario dell'allevamento erano elencati i seguenti animali: "tre
Cavalli, 12 mucche, un toro, due buoi, quattro mucche, un vitello, 30 pecore, sei maiali, due oche domestiche, un'oca selvatica e 75 galline.

Dopo la morte di Archibald Glen Kidston, Thornhill Farm fu divisa in due fattorie separate tra i suoi figli, John e Archibald, Jr. Altre due generazioni di Kidston continuarono a coltivare la loro eredità, anche se su scala minore rispetto ai loro predecessori. Durante i primi anni del 1900, John Kidston gestiva il Rockingstone Dairy e la sua terra divenne nota come Rockingstone Farm su cui si trovano ora la fattoria Kidston e l'Urban Farm Museum of Spryfield. Nel 1928, prima della sua morte, John Kidston cedette parte della sua fattoria a suo fratello Arthur. Nel 1929, quando il nipote di John, un altro John Kidston, tornò dagli Stati Uniti per ereditare l'attuale fattoria e ciò che restava della Rockingstone Farm, i campi erano ancora sgomberati per piantare ortaggi. La famiglia Kidston continuò a produrre patate e altri ortaggi che, insieme alle uova e ai piccioni, venivano venduti agli abitanti di Halifax. Le patate venivano sempre lasciate nei campi per altri meno fortunati che erano incoraggiati a scavarle per il proprio uso.

Nel 1941, John Kidston divenne attivo nel servizio di guerra e per quattro anni la produzione della fattoria si fermò. Gli anni '50 e '60 videro ulteriori cambiamenti a causa dell'esproprio e Rockingstone Farm fu ridotta a sette acri. L'agricoltura su larga scala a Spryfield era davvero una cosa del passato.


Come il Mukuntuweap National Monument è diventato uno dei parchi più famosi della nazione

Un secolo fa, questa domenica, lo Zion National Park ha perso il suo nome ispirato a Paiute, in parte perché il National Park Service riteneva che fosse difficile da pronunciare e scoraggiava i potenziali visitatori. Ora questo parco del sud-ovest è il terzo parco nazionale più popolare del paese e sta lottando per affrontare l'aumento della folla.

L'anno scorso, un record di 4,5 milioni di persone hanno visitato lo Zion National Park, rendendolo il terzo parco nazionale più visitato del paese dietro le Great Smoky Mountains e il Grand Canyon. Zion è ora così popolare che i funzionari del parco stanno valutando l'implementazione di un sistema di prenotazione per limitare il numero di visitatori e ridurre al minimo l'impatto della folla sui delicati terreni e sulla vegetazione del parco.

Un secolo fa, il National Park Service stava affrontando il problema opposto.

I 10 siti del parco nazionale con più di 5 milioni di visitatori ricreativi nel 2017

I parchi nazionali hanno continuato a fungere da destinazioni turistiche popolari nel 2017, con dozzine di siti che hanno registrato i massimi storici nel numero di visite ricreative. Ecco i 10 luoghi più visitati di…

A quei tempi, pochissime persone si recavano in questo canyon sudoccidentale dello Utah, scavato dal North Fork del Virgin River. Horace Albright, il direttore ad interim del Park Service, pensava di conoscere uno dei motivi per cui le persone stavano alla larga: Mukuntuweap National Monument, il nome originale del parco.

"Pensavo che 'Mukuntuweap' fosse troppo difficile da pronunciare e davvero difficile da scrivere", scrisse dopo aver visitato il monumento nazionale nel 1917.

John Wesley Powell, che esaminò l'area nel 1872, aveva originariamente conferito al canyon il nome "Mukuntuweap" per onorare i Paiute meridionali, che vivevano nella regione da secoli. Si ritiene che la parola Paiute "Mukuntuweap" significhi "canyon rettilineo" o "fiume rettilineo", sebbene altre traduzioni abbiano incluso "il luogo in cui dimora il Grande Spirito" e "fattoria di Muggins" ("Muggins" era il nome che i coloni locali avevano dato a un nativo americano che aveva un piccolo orto all'ingresso del canyon).

SONO. Woodbury, che lavorò come naturalista a Sion all'inizio degli anni '30, scrisse che i Paiute meridionali in realtà chiamavano il canyon "Ioogoon" ("la faretra di freccia") e che il nome "Mukuntuweap" non era mai stato popolare tra i mormoni che avevano iniziato a stabilirsi nella zona durante gli anni 1850. Nel 1861, uno dei coloni, Joseph Black, si avventurò lontano nel canyon sul suo cavallo e rimase così stupito dalla grandezza e dalla bellezza delle scogliere che si precipitò a dirlo agli altri.

"Descrisse le meraviglie che aveva visto in termini così brillanti che la gente soprannominò il canyon "Gloria di Giuseppe", per metà deriso dai suoi racconti fantasiosi", scrisse Woodbury.

Nel giro di un paio d'anni, tre uomini ("tipici rinnegati occidentali", come li chiamava Woodbury), si stabilirono all'interno del canyon, allevarono bestiame e coltivarono mais e tabacco. Uno di questi uomini, Isaac Behunin, sedeva nel suo cortile e contemplava le torri di roccia che lo circondavano. "Qui abbiamo templi naturali", a quanto pare ha detto. "Possiamo adorare come ci pare". Behunin pensava che il canyon meritasse il nome di "Zion" tanto quanto Salt Lake City, che era stata inizialmente immaginata come la "Città di Sion". Decise di chiamare il canyon "Piccola Sion".

Non tutti erano d'accordo. Brigham Young, il capo della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, visitò la zona diversi anni dopo e mise in dubbio la moralità degli uomini che vivevano lì, obiettando infine al soprannome di Sion. "No, non è Sion", avrebbe detto. “Sion è il luogo dove dimorano i puri di cuore”. Ha rifiutato un invito a visitare il canyon e la gente del posto ha iniziato scherzosamente a riferirsi al canyon come "Non Sion".

Il presidente William Howard Taft obbedì involontariamente al desiderio di Young quando usò il potere dell'Antiquities Act per proclamare il Mukuntuweap National Monument nel 1909.

Scelte dallo staff: 11 strade spettacolari per andare in bicicletta

Dalle giostre piacevoli alle salite impegnative, i parchi nazionali offrono opportunità di guida per ciclisti di tutte le abilità. Dai un'occhiata ai migliori consigli e consigli degli appassionati di NPCA su dove andare e...

Quando il direttore del Park Service Albright visitò Mukuntuweap nel 1917, fu il primo funzionario del Dipartimento degli Interni a posare gli occhi sul canyon. Era stordito. "La gente dello Utah ha detto che Yosemite era una Sion senza colore", ha scritto. “Ma questo non mi ha preparato debolmente per la realtà delle imponenti pareti rocciose, spruzzate di brillanti tonalità di abbronzatura e rossi intervallati da bianchi. Le grandi torri, i templi, le guglie e le vette apparivano soprannaturali mentre circondavano la stretta e rigogliosa gola tagliata dallo scintillante fiume Virgin.

Il parco divenne immediatamente uno dei preferiti di Albright, e da quel giorno decise che sarebbe stata la sua "crociata personale per trasformarlo da piccolo monumento nazionale a grande parco nazionale". Albright notò anche che la gente del posto con cui interagiva usava tutti il ​​nome "Zion" per il luogo, e decise di spingere per il cambio di nome a Washington, DC L'anno successivo, il presidente Woodrow Wilson ribattezzò il parco "Zion National Monument", e nel 1919 il Congresso lo rinominò "Parco nazionale di Zion" (un monumento nazionale separato di Zion fu istituito nel 1937 e incorporato nel parco nazionale nel 1956).

Circa 300 persone avevano visitato Mukuntuweap nel 1914 e 1.814 hanno fatto il viaggio allo Zion National Monument/Park nel 1919, il primo anno con statistiche ufficiali sulle visite. Da lì, il numero di visitatori è cresciuto quasi continuamente ogni anno mentre il parco migliorava le strade, scavava il tunnel Zion-Mount Carmel, creava sentieri, costruiva due centri visitatori e iniziava a trasportare i visitatori su navette.

Zion sta diventando vittima del suo stesso successo. Le linee per entrare a Zion, trovare un posto in un parcheggio e salire a bordo di una delle navette del parco si stanno allungando, e i campeggi e i sentieri si stanno deteriorando più velocemente. I finanziamenti per il parco sono del 10% in meno rispetto a dieci anni fa, quindi un minor numero di ranger deve gestire folle molto più grandi e affrontare un numero crescente di incidenti di emergenza. More people venture off trails, trampling vegetation and carving more than 30 miles of rogue footpaths in Zion Canyon.

Last summer, park officials issued proposals to limit the number of visitors in the park and at specific sites within the park, a move that NPCA supports. “We believe creating a canyon-wide timed-entry or reservation system is the best solution for managing levels of visitation during peak times to protect the visitor experience along with the health and integrity of park resources,” wrote Cory MacNulty, NPCA’s Utah senior program manager, in comments submitted to the park.


William Spry - History

SPRY, William James Joseph (d. 1906). Life on the Bosphorus . London: H.S. Nichols, 1895. 8° (248 x 149mm), frontispiece and 56 plates, folding coloured map. (Frontispiece, title and dedication spotted, occasional marginal stains.) Original pictorial red cloth gilt (spine ends a little frayed, corners slightly worn). FIRST EDITION. Part II, 'Chronicles of the Caliphs', has half-title and separate pagination.

MILLINGEN, Alexander van (1840-1915). Constantinople . London: A. and C. Black, 1906. 8° (220 x 150mm), 63 coloured plates after Warwick Goble, folding map. (Half-title and map spotted, occasional spotting elsewhere.) Original decorative cloth gilt (lower cover soiled, corners rubbed, small spot on spine). FIRST EDITION. With 6 other books on the city, including Edwin A. Grosvenor's Constantinople (Boston, 1895, 2 vols), and 8 souvenir booklets [c. 1900-1926], containing views. (16)


The Spryfield pool has everything. It is a paradise for kids young and old – not to mention adults.

The pool is divided into several sections and it is fully covered by lifeguards at all points. Before each swim time, swimmers gather at the end of the room and the lifeguards review the rules before anyone gets in the water.

At the front the pool gradually deepens making it the perfect place for toddlers and infants.

There are a wide array of foam toys and slides for the kids to play with in this section.

At the back, the pool gradually deepens, reaching a maximum depth of only 6 feet.
C'è un small waterslide that gives a big splash at the end – still making it fun!

There is every kind of floating foam boat toy and inner tubes. There is no shortage of fun things to play with.

At one end of the pool there is a rock climbing wall. Climb the wall and jump in when you’re finished!

The highlight of the afternoon were the waves. Twice during the “wave pool swim time” the big waves were turned on for 15 minutes each. Those older could float around on the inner tubes, while the waves gradually lessened, still making it fun for the toddlers in the shallow area!

It was the perfect place to play!

We loved it so much we ended up staying for both the wave pool time, and the family swim time that immediately followed. More younger kids arrived for the family time, but the waves were turned on in each of the sessions.

Personally, I couldn’t hack the wave part, as it made me feel so sea sick! But, I was happy to get out and take pictures!

If you are in the city, or are looking for a fun family adventure, definitely try the Captain William Spry Community Centre .


Guarda il video: brings that FIYAH! . The Voice UK 2017 (Dicembre 2021).