Informazione

Chauncey DD-3 - Storia


Chauncey

Isaac Chauncey, nato a Black Rock, Connecticut, il 20 febbraio 1779, fu nominato tenente della marina dal 17 settembre 1798. Combatté valorosamente nelle Indie occidentali durante la quasi guerra con la Francia; nel Mediterraneo durante la guerra con le potenze barbaresche; e comandò John Adams (1804-5), Hornet (1805-6), Washington e lo Squadrone Mediterraneo (1815-1820). Forse il suo servizio più eccezionale fu durante la guerra del 1812, quando comandò le forze navali sul lago Ontario, conducendo operazioni anfibie in collaborazione con l'esercito e contenendo il grande squadrone britannico di stanza lì. Il suo ultimo servizio è stato quello di membro e, per 4 anni, di Presidente del Consiglio dei Commissari della Marina. Il commodoro Chauncey morì a Washington il 27 gennaio 1840.

(DD-3: dp. 420, 1. 250', b. 23'7", dr. 6'6"; s. 29 k.
cpl. 75; un. 2 3", 2 18" tt.; cl. Bainbridge

Il primo Chauncey (Destroyer No. 3) fu varato il 26 ottobre 1901 da Neafie and Levy Ship and Engine Building Co., Philadelphia, Pennsylvania; patrocinato dalla signora M. C. S. Todd, posto in commissione ridotta il 20 novembre 1902; messo in riserva il 2 dicembre 1902, messo in piena commissione il 21 febbraio 1903, al comando il tenente S. E. Moses; e riferito alla flotta atlantica.

Chauncey prestò servizio con lo Squadron costiero fino al 20 settembre 1903, quando fu trasferita alla flotta asiatica, lasciando Key West per l'Oriente il 18 dicembre. Dopo aver navigato attraverso il Canale di Suez, è arrivata a Cavite per unirsi alla forza che rappresentava la forza e l'interesse americano per l'Estremo Oriente mentre navigava nelle Filippine durante l'inverno e al largo della Cina durante l'estate. A parte il periodo dal 3 dicembre 1905 al 12 gennaio 1907 quando era in riserva a Cavite, Chauncey continuò questo servizio fino all'ingresso dell'America nella prima guerra mondiale.

Il cacciatorpediniere salpò da Cavite il 1° agosto 1917 per il servizio di scorta ai convogli nell'Atlantico orientale, con base a St. Nazaire, in Francia. Il 19 novembre 1917, mentre era a circa 110 miglia a ovest di Gibilterra in servizio di scorta, Chauncey fu speronata dal mercantile britannico SS Rose mentre entrambe le navi navigavano nell'oscurità imposta dalla guerra. Alle 03:17 Chauncey affondò in 1500 braccia, portando alla morte 21 uomini compreso il suo capitano. Settanta sopravvissuti furono prelevati da Rose e portati in porto.

Con l'operazione Marshalls prevista per il mese successivo, alla forza di Chauncey fu assegnato un attacco a Kwajalein, centro della potenza aerea giapponese nelle Marshall, e la spedizione nel suo porto. Gli attacchi aerei furono lanciati il ​​4 dicembre 1943 a Kwajalein e Wotje, ma la rappresaglia giapponese arrivò in serata e Chauncey si unì al fuoco che schizzò molti aerei nemici e li scacciò poco dopo la mezzanotte. La sua task force salpò per rifornire e riparare a Pearl Harbor. Destinata all'azione ancora una volta, Chauncey salpò per Funafuti, dove si incontrò con un tender idrovolante che lei e un altro cacciatorpediniere scortarono fino a Tarawa. Dopo un breve servizio di pattuglia, è tornata a Funafuti per prepararsi alla prossima operazione, Majuro.

Chauncey salpò il 22 gennaio 1944 per schermare i vettori di scorta a nord di Majuro, assaliti il ​​30 gennaio. Il cacciatorpediniere ha controllato e pattugliato Majuro e Kwajalein durante l'assalto e l'occupazione degli atolli ea metà marzo è tornato nel Pacifico meridionale. Dopo 10 giorni all'inizio di aprile di pattuglia vigile al largo dell'isola di Emirau appena occupata, Chauncey ha selezionato i vettori di scorta in posizione per coprire gli sbarchi di Aitape il 22 settembre e li ha sorvegliati mentre fornivano supporto aereo ravvicinato, navigando verso nord per rifornirsi a Manus il 28 aprile e tornando ai loro colpi di copertura al largo della Nuova Guinea fino al 12 maggio.

Ora Chauncey fu assegnato a sorvegliare i vettori di scorta che si radunavano e provavano per l'operazione Marianas e l'8 giugno 1944 arrivò a Kwajalein per gli ultimi preparativi. Ha preso il via due giorni dopo per selezionare i vettori che supportano gli sbarchi su Saipan con raid preassalto il 13 e 14 giugno e la copertura aerea durante l'assalto il 15 giugno. Il giorno successivo Chauncey si unì al gruppo che operava al largo di Guam per bombardamenti e attacchi aerei, e le sue armi aiutarono a respingere gli attacchi aerei nemici il 16 e il 17. Tornata a Saipan, ha controllato le portaerei fino al 25, quando è partita per scortare i trasporti verso Eniwetok. Tornò ad operare con i vettori al largo di Saipan e Guam dall'inizio di luglio e il 9 luglio iniziò la sua parte nel bombardamento continuo di Guam prima degli sbarchi lì 21 luglio.

Chauncey continuò a controllare i vettori che coprivano le operazioni su Guam fino a luglio, a parte un viaggio di scorta a Eniwetok con trasporti a vuoto, e il 10 agosto lasciò Guam a poppa diretto a Eniwetok e riparazioni a Pearl Harbor. Tornò a Manus per prepararsi alla massiccia operazione filippina e il 14 ottobre salpò per Leyte a guardia dei trasporti della Southern Attack Force. Ha offerto una protezione ravvicinata durante gli sbarchi del 20 ottobre, e quella notte ha pattugliato con attenzione intorno ai trasporti, che sono rimasti pericolosamente vicino alla riva per accelerare il loro scarico. Il 22 ottobre, 2 giorni prima dell'inizio della battaglia decisiva per il Golfo di Leyte, Chauncey è stata autorizzata a scortare le navi scaricate a Manus, da cui ha effettuato due viaggi per scortare le navi a Leyte e Palau nel mese di novembre.
Dopo la revisione e l'addestramento al largo della costa occidentale fino alla fine di febbraio 1945, il cacciatorpediniere tornò a Pearl Harbor. Qui fu raggiunta da un vettore, che scortò a Ulithi, dove Chauncey fu assegnato alla potente Task Force 68 per i preliminari dell'operazione di Okinawa. La forza ha preso il via il 14 marzo per attacchi agli aeroporti di Kyushu e spedizioni nel Mare Interno e a Kure e Kobe, Chauncey e altri cacciatorpediniere che forniscono i servizi di screening essenziali. La rappresaglia giapponese arrivò con un bombardamento il 19 marzo, quando la portaerei Franklin (CV-13) fu gravemente danneggiata ma tenuta a galla dall'eroico lavoro del suo equipaggio. Chauncey si trasferì per proteggere il gigante colpito e per proteggerla mentre veniva rimorchiata e in seguito portata in salvo con le sue stesse forze. Gli attacchi aerei giapponesi furono respinti ancora una volta il 20 e il 21, Chauncey fece fuoco con gli altri per schizzare molti aerei nemici.

La sua forza lanciò attacchi pre-sbarco a Okinawa e nelle isole vicine e, dopo lo sbarco del 1° aprile 1945, sostenne le forze di terra e protesse i trasporti. Chauncey ha continuato la sua proiezione, e dal 6 aprile, quando i primi grandi attacchi kamikaze sono stati scagliati contro le navi americane al largo di Okinawa, ha sparato spesso per scacciare gli aspiranti suicidi. Ha anche prestato servizio nel bombardamento a terra e nel servizio di picchetto radar fino al 29 maggio, quando ha navigato per le riparazioni e il rifornimento nella baia di San Pedro, P.I. Si è quindi unita alla Task Force 38 per gli ultimi raid aerei sul Giappone. Dopo la guerra, Chauncey è rimasta in Estremo Oriente in servizio di occupazione fino all'11 novembre, quando ha autorizzato Tsingtao, in Cina, per la costa occidentale. Fu messa fuori servizio in riserva a San Diego il 19 dicembre 1946.

Allo scoppio della guerra di Corea, Chauncey fu rimesso in servizio il 18 luglio 1950 e il 1º novembre salpò per unirsi alla flotta atlantica. Chauncey ha operato dal suo porto di origine a Norfolk, in Virginia, lungo la costa orientale e nei Caraibi, fino al 10 gennaio 1963, quando è partita per la costa occidentale per la prima tappa di un viaggio intorno al mondo. Raggiungendo Sasebo, in Giappone, l'11 febbraio, Chauncey ha selezionato i vettori della TF 77 al largo della Corea durante gli ultimi mesi precedenti l'armistizio coreano, e in giugno ha navigato per fare scalo a Hong Kong, Singapore, Colombo, Aden, Atene, Napoli, Cannes e Gibilterra prima del suo ritorno a Norfolk il 6 agosto.

Chauncey riprese le sue operazioni sulla costa orientale e nei Caraibi fino al 14 maggio 1954, quando fu nuovamente dismessa e messa in riserva.

Chauncey ha ricevuto sette stelle di battaglia per il servizio nella seconda guerra mondiale e due per il servizio coreano.


Guarda il video: Gypsy Rose Part 4: Woman once praised for battle with illness revealed to have never been sick (Gennaio 2022).