Informazione

USS Farquhar (DD-304)


USS Farquhar (DD-304)

USS Farquhar (DD-304) era un cacciatorpediniere classe Clemson che servì nel Pacifico durante gli anni '20, prendendo parte a molti dei primi problemi della flotta, prima di essere demolito a causa delle sue caldaie molto usurate.

Il Farquhar prende il nome da Norman von Heldreich Farquhar, che prestò servizio nella Marina degli Stati Uniti durante e dopo la guerra civile americana, comandò i cantieri navali di League Island e Norfolk e divenne comandante della stazione nordatlantica.

Il Farquhar è stata lanciata alla Union Iron Works, San Francisco il 18 gennaio 1919 quando è stata sponsorizzata dalla signora J Reed. Fu commissionata il 5 agosto 1920 e raggiunse il porto di origine di San Diego il 26 agosto 1920 per unirsi alla flotta del Pacifico. Ha preso parte alla normale vita di pace della flotta, prendendo parte all'addestramento e ai primi problemi della flotta, oltre a visitare le acque settentrionali. Quasi subito dopo aver raggiunto San Diego è stata inviata in acque messicane, con partenza il 10 settembre. Tuttavia, la costa messicana del Pacifico fu giudicata pacifica e il suo ritorno sarebbe dovuto al 21 settembre 1920. Uno sciopero degli scaricatori di porto messicani a Salina Cruz le impedì di riempire i suoi serbatoi di petrolio e il suo ritorno fu ritardato.

Il 21 gennaio 1921 fu fotografata con le flotte combinate dell'Atlantico e del Pacifico nella baia di Panama, durante le manovre tra flotte al largo delle coste del Cile e del Perù.

Nell'aprile 1921 fece parte della Divisione Destroyer Thirty-Three (Stoddert DD-302, Paul Hamilton DD-307, Reno DD-303, Kennedy DD-306, Thompson (DD-305) e Farquhar DD-304).

Il futuro viceammiraglio William M. Callaghan (il primo capitano della USS Missouri (BB-63) prestò servizio su di lei tra giugno-agosto 1921, come tenente (grado minore).

Nell'agosto 1921 la Pacific Mail liner SS San Josesi è arenata sulla costa della Bassa California, trasportando passeggeri e $ 500.000 di oro. Il Farquhar era una delle numerose navi che andarono in suo soccorso e prese a bordo 42 passeggeri e l'oro, riportandoli sani e salvi a San Diego il 12 agosto. Mentre era al sito il Farquhar fatto tre tentativi per trainare il San Jose dagli scogli, ma senza successo.

Nel dicembre 1921 la 32a divisione cacciatorpediniere (Stoddert, Reno, Farquhar, Thompson, Kennedy e Paul Hamilton) si trasferirono da San Diego al Puget Sound Navy Yard, dove rimasero fino al febbraio 1922.

Il Farquhar e la sua divisione rappresentò la Marina degli Stati Uniti alla Fiera industriale di Monteray dall'1 al 4 settembre 1922.

Nel febbraio 1923 fu danneggiata in una collisione durante le manovre al largo della costa occidentale del Messico e dovette trasferirsi a Panama, scortata dalla nave rifornimento artico. I primi resoconti della stampa dicevano che era stata speronata da una corazzata ed era in condizioni di affondamento.

Nell'ottobre 1923 la 32a divisione ricevette il compito di recuperare i siluri durante le esercitazioni sui siluri delle navi da guerra tenute al largo dell'isola di San Clemente.

Nel 1924 il Farquhar ha preso parte a Fleet Problems II, III e IV, che ha preso parte allo stesso tempo nei Caraibi.

Il Farquhar, Paul Hamilton e Kennedy rappresentò la Marina per le celebrazioni del Giorno dell'Indipendenza a Port Angeles nel 1924.

Trascorse quindi quattro mesi con la flotta nelle acque settentrionali, tornando a San Diego all'inizio dell'ottobre 1924.

Alla fine del 1924 fu annunciato che sarebbe stata sottoposta a una revisione regolare al Puget Sound Navy Yard dal 14 settembre al 26 ottobre 1925.

Il Farquhar si trasferì alle Hawaii nell'aprile 1925, verso la fine del Fleet Problem V, che si svolse tra la costa occidentale degli Stati Uniti e le Hawaii. Faceva poi parte di una grande forza navale che visitò Samoa, Australia e Nuova Zelanda in una crociera di buona volontà, prima di tornare alla sua base sulla costa occidentale degli Stati Uniti nel settembre 1925.

Alla fine del 1926 subì una revisione al Puget Sound Navy Yard, tornando a San Pedro a fianco dell'incrociatore Omaha e distruttore Percival (DD-298) a fine novembre.

Nel 1927 partecipò al Fleet Problem VII, che si tenne ancora una volta nei Caraibi. Ha poi preso parte a una visita a New York, Newport e Norfolk, prima di tornare a San Diego (attraversando il Canale di Panama l'11 giugno 1927 insieme alla nave ospedale USS Sollievo (AH-1) , dove è stata fotografata mentre attraversava le chiuse di Gatun.

Nel luglio 1927 faceva ancora parte della 32a Flottiglia di cacciatorpediniere, che conteneva ancora il Stoddert, Reno, Farquhar, Thompson, Kennedy e Paul Hamilton

Il Farquhar era al cantiere navale di Puget Sound per il Navy Day, 27 ottobre 1926.

Il giorno dell'indipendenza 1927 il Farquhar e Thompson ha rappresentato la Marina Militare a Pismo Beach.

Nell'aprile 1928 tornò alle Hawaii, probabilmente per prendere parte al Fleet Problem VIII, in cui la forza da battaglia fece la parte degli attaccanti, affrontando una forza di incrociatori basata sulle isole. Rimase nelle acque hawaiane fino al giugno 1928, poi tornò sulla costa occidentale degli Stati Uniti. Tra il suo equipaggio per questa crociera c'era il guardiamarina Archie Sharp, un riservista navale che lavorava per il San Pedro News Pilot, che riferì le sue imprese.

Nel settembre 1928 tornò in California dopo una visita a Bremerton. Alla fine di settembre ha fornito parte di una scorta navale per il ministro degli Esteri britannico Sir Austen Chamberlain mentre attraversava San Diego durante una lunga crociera.

Nel luglio 1929 fece parte di una squadriglia che prese parte ad una crociera di addestramento riservisti (Farquhar, JF Burns, Stoddart, Thompson, Kennedy e Paul Hamilton).

Nel 1929 era chiaro che le sue caldaie Yarrow erano molto usurate e lei era uno dei trentaquattro cacciatorpediniere simili scelti per essere smantellati. Lo stesso numero di cacciatorpediniere quasi inutilizzati è uscito dalla riserva per sostituirli, con ogni vecchio cacciatorpediniere abbinato a uno nuovo e i loro equipaggi trasferiti dall'uno all'altro.

Il Farquhar fu dismessa il 20 febbraio 1930. Fu poi utilizzata come nave caserma per gli equipaggi dei sottomarini, prima di essere demolita per soddisfare i termini del Trattato navale di Londra. I suoi materiali furono poi venduti il ​​23 aprile 1932.

Cilindrata (di serie)

1.190 t

Cilindrata (caricata)

1.308t

Velocità massima

35kts
35,51 nodi a 24.890 cv a 1.107 t in prova (Preble)

Motore

Turbine a ingranaggi Westinghouse a 2 alberi
4 caldaie
27.000 CV (disegno)

Gamma

2.500 nm a 20 nodi (disegno)

Armatura - cintura

- ponte

Lunghezza

314 piedi e 4 pollici

Larghezza

30 piedi 10,5 pollici

armamenti

Quattro pistole da 4 pollici/50
Una pistola AA da 3 pollici/23
Dodici siluri da 21 pollici in quattro supporti tripli
Due tracce di carica di profondità
Un proiettore di carica di profondità Y-Gun

Complemento equipaggio

114

Lanciato

18 gennaio 1919

commissionato

5 agosto 1920

Venduto come rottame

23 aprile 1932

Libri sulla prima guerra mondiale | Indice per argomenti: prima guerra mondiale