Informazione

La storia della USS Talamanca - Storia


Talamanca

(AF-15: dp. 6.975; 1. 446'10"; b. 60'0", dr. 25'0"
(Significare); S. 16,0 mila; cpl. 238; un. 1 5", 4 3")

Talamanca—una nave da crociera di lusso combinata e un cargo cargo costruito nel 1931 da Newport News Shipbuilding ~ Drydock Co., Newport News, Virginia—è stata acquisita dalla Marina il 16 dicembre 1941 dalla United Mail Steamship Co., New York, N.Y.; convertita in una nave da rifornimento ausiliaria a Baltimora, Md., dalla Maryland Drydock Co., designata AF-15 il 27 dicembre 1941

e commissionato il 28 gennaio 1942, Comdr. Nathan W. Bard al comando.

Talamanca ha preso il mare per la prima volta come nave da guerra il 13 febbraio. Sei giorni dopo, carica di merci, passeggeri e posta, ha transitato per il Canale di Panama, ha proseguito attraverso Talara, in Perù, attraverso il Pacifico meridionale ed è arrivata a Wellington, in Nuova Zelanda, il 16 marzo. Il 1 aprile, dopo un viaggio a Melbourne, in Australia, e di ritorno a Wellington, si diresse ancora una volta verso gli Stati Uniti. Ha fatto una breve sosta a Manzanilla, in Messico, il 16 e ha raggiunto San Francisco, in California, il 21 aprile. Tra il 9 maggio e il 1 giugno, Talamanca ha effettuato un viaggio di andata e ritorno da San Francisco a Pearl Harbor e ritorno. La nave magazzino ha trascorso l'intero mese di giugno nel cantiere navale di Mare Island, subendo un'ulteriore conversione e alcune riparazioni.

Talamanca è uscito da San Francisco l'8 luglio con un convoglio diretto alle Hawaii. Raggiunse Pearl Harbor il 16 e vi rimase per cinque giorni facendo rifornimento e rifornimenti prima di dirigersi a sud-ovest il 21. Il 1° agosto si separò dal convoglio diretto, attraverso le isole Fiji, per la Nuova Zelanda, e il 7 raggiunse Auckland.

Per i successivi tre anni, Auckland è stata il porto di partenza di Tala manca. Tra l'agosto 1942 e l'aprile 1946, la nave solcò le acque del Pacifico sudoccidentale rifornendo le basi americane in quella zona. Ha visitato posti come le Isole Fiji. Espiritu Santo, EfateManus; e Napier, Nuova Zelanda. Le fermate più vicine alla zona di combattimento sono state a Guadalcanal, Tulagi, in Florida, e alle Isole Russell nelle Isole Salomone. Tuttavia, questi viaggi avvennero nel 1944 dopo che i combattimenti si erano spostati lungo la catena delle Salomone oltre Bougainville e nell'Arehipelago di Bismarck. In tutto Talamanca fece circa 36 viaggi di rifornimento da Auckland a varie basi nel Pacifico meridionale e ritorno, tutti affari relativamente di routine.

Il 28 aprile 1945, la nave dei negozi salpò per l'ultima volta da Auckland. Si diresse a Noumea, Nuova Caledonia, quindi a Manus, da dove fu rotta verso le Marianne. Talamanca raggiunse Saipan il 10 maggio sbarcato il carico e, il 16, si spostò a Tinian dove completò lo scarico del suo carico. Da Tinian, salpò, attraverso l'atollo di Eniwetok, per la costa occidentale. Entrò a San Pedro, in California, il 2 giugno 1945 e caricò il carico. Il 9, tornò nel Pacifico occidentale. Dopo le soste per carburante e acqua a Pearl Harbor ed Eniwetok, Talamanca è entrata ad Apra Harbour, Guam, il 26 giugno. Il suo equipaggio ha scaricato lì il suo carico; e, quattro giorni dopo, salpò per Manus. La nave dei negozi è arrivata a Manus il 3 luglio e ha imbarcato i pazienti dall'ospedale per il trasporto negli Stati Uniti. Due giorni dopo, si diresse di nuovo verso est. Si fermò a Pearl Harbor il 13 luglio ed entrò nella baia di San Francisco il 19.

I suoi passeggeri sono sbarcati, ha ormeggiato a un molo della Moore Dry Dock Co. per la revisione. Ha completato la revisione e le riparazioni il 31 agosto e, dopo la smagnetizzazione, la compensazione della bussola e le prove, ha iniziato a caricare le merci il 3 settembre. Il 9, è uscita dalla Baia di San Francisco per Pearl Harbor ed è arrivata lì il 14. Due giorni dopo, ha proseguito per Eniwetok, dove si è fermata il 23 per il carburante e l'acqua. Da lì, ha viaggiato a Guam, quindi a Iwo Jima, dove ha scaricato il carico. L'8 ottobre, Talamanca partì da Iwo Jima con passeggeri diretti a Saipan e arrivò a destinazione quel pomeriggio. Ha scaricato i suoi passeggeri lo stesso giorno e il suo carico il giorno successivo. Dopo aver fatto scalo a Guam per imbarcare i passeggeri, la nave magazzino ha preso il via per le Hawaii e gli Stati Uniti. Si è fermata a Pearl Harbor dal 27 al 29 ottobre per poi proseguire per Panama.

La nave dei negozi è tornata al suo precedente impiego come trasportatore di frutta il 10 novembre quando ha caricato le banane a Puerto Armuelles, Panama, per la War Shipping Administration. Ha attraversato il canale il 13 ed è salpata per New Orleans, La., il giorno seguente. Raggiunse la sua destinazione il 18 e vi fu messa fuori servizio il 29 novembre 1945. Fu restituita alla War Shipping Administration per l'eventuale restituzione ai suoi proprietari. Il suo nome fu cancellato dalla lista della Marina il 19 dicembre 1946.


La US Navy bareboat l'ha noleggiata dalla United Fruit Company attraverso la Maritime Commission il 16 dicembre 1941. La Maryland Drydock Co di Baltimora, nel Maryland, l'ha convertita per l'uso della Marina ed è stata designata AF-15 il 27 dicembre 1941. È stata commissionata il 28 Gennaio 1942, comandato dal comandante Nathan W. Bard.

Operazioni del teatro del Pacifico

Talamanca salpò per la prima volta come nave da guerra il 13 febbraio. Sei giorni dopo, carica di merci, passeggeri e posta, attraversò il Canale di Panama. lei ha proceduto attraverso Talara, in Perù, attraverso il Pacifico meridionale e ha raggiunto il porto di Wellington, in Nuova Zelanda, il 16 marzo. Ha poi fatto un viaggio di andata e ritorno attraverso il Mar di Tasman fino a Melbourne, in Australia, e di nuovo a Wellington. Il 1 aprile salpò per gli Stati Uniti. Ha fatto scalo a Manzanillo, in Messico, il 16 e ha raggiunto San Francisco, in California, il 21 aprile. Tra il 9 maggio e il 1 giugno ha fatto un viaggio di andata e ritorno da San Francisco a Pearl Harbor e ritorno. Ha trascorso tutto il mese di giugno nel cantiere navale dell'isola di Mare, sottoponendosi a ulteriori lavori di ristrutturazione e alcune riparazioni.

Talamanca lasciò San Francisco l'8 luglio con un convoglio diretto alle Hawaii. Raggiunse Pearl Harbor il 16 e vi rimase per cinque giorni caricando carburante e provviste prima di dirigersi a sud-ovest il 21. Il 1° agosto lasciò il convoglio, diretta attraverso le Fiji per la Nuova Zelanda, raggiungendo Auckland il 7.

Per i successivi tre anni Auckland fu di Talamanca porto di partenza. Tra l'agosto 1942 e l'aprile 1945, ha operato nel Pacifico sudoccidentale fornendo basi statunitensi. Ha visitato luoghi come Fiji Espiritu Santo Efate Manus e Napier, in Nuova Zelanda. Le fermate più vicine alla zona di combattimento sono state a Guadalcanal, Tulagi, nell'isola della Florida e nelle isole Russell nelle Isole Salomone. Tuttavia, questi viaggi avvennero nel 1944 dopo che i combattimenti si erano spostati lungo la catena delle Salomone oltre Bougainville e nell'arcipelago di Bismarck. In tutto, Talamanca fece 36 viaggi di rifornimento da Auckland a varie basi nel Pacifico meridionale e ritorno, tutti relativamente di routine.

Il 28 aprile 1945 Talamanca lasciò Auckland per l'ultima volta. Si diresse a Noumea, in Nuova Caledonia, da lì a Manus, e poi alle Marianne. Ha raggiunto Saipan il 10 maggio ha scaricato parte del suo carico e, il 15, è andata a Tinian dove ha scaricato il resto del suo carico. Da Tinian salpò attraverso Atollo di Eniwetok per la costa occidentale degli Stati Uniti. Entrò a San Pedro, in California, il 2 giugno 1945 e caricò il carico. Il 9 tornò nel Pacifico occidentale. Dopo le soste di carburante e acqua a Pearl Harbor e Eniwetok, Talamanca è entrato nel porto di Apra, Guam, il 26 giugno. Scaricò il suo carico e, quattro giorni dopo, salpò per Manus. Raggiunse Manus il 3 luglio, imbarcò i pazienti dell'ospedale per il trasporto e partì il 5 luglio per gli Stati Uniti. Ha fatto scalo a Pearl Harbor il 13 luglio ed è entrata nella baia di San Francisco il 19.

Doveri di fine guerra

I suoi passeggeri sono sbarcati, Talamanca ormeggiata a un molo presso la Moore Dry Dock Co. per la revisione. La revisione e le riparazioni sono state completate il 31 agosto e, dopo la smagnetizzazione, la compensazione della bussola e le prove, ha iniziato a caricare le merci il 3 settembre. Il 9, lasciò la baia di San Francisco per Pearl Harbor, dove arrivò il 14. Due giorni dopo partì per Eniwetok dove si fermò il 23 per carburante e acqua. Da lì è andata a Guam, e da lì a Iwo Jima dove ha scaricato il carico. L'8 ottobre Talamanca lasciò Iwo Jima con i passeggeri per Saipan, dove arrivò quel pomeriggio. I suoi passeggeri sono sbarcati quel giorno e il suo carico è stato scaricato il giorno successivo. Dopo aver fatto scalo a Guam per imbarcare i passeggeri, partì per le Hawaii e gli Stati Uniti. Ha fatto scalo a Pearl Harbor dal 27 al 29 ottobre e poi ha proseguito per Panama.

Talamanca è tornata al suo lavoro originale come trasportatrice di frutta il 10 novembre quando ha caricato le banane a Puerto Armuelles, Panama, per la War Shipping Administration. Ha attraversato il canale il 13 e ha navigato per New Orleans, in Louisiana, il giorno successivo.

Talamanca raggiunse New Orleans il 18 e vi fu dismessa il 29 novembre 1945. Fu restituita alla War Shipping Administration per l'eventuale restituzione ai suoi proprietari. Il suo nome fu cancellato dalla lista della Marina il 19 dicembre 1945 e fu restituita alla United Fruit Company nel 1946.


La storia della USS Talamanca - Storia

Reminiscenze (1999) del capitano Walter P. Murphy, Jr. (in pensione della Marina degli Stati Uniti) un membro della classe dell'Accademia navale degli Stati Uniti del 1941, del suo servizio (1941-1944) come ufficiale di marina junior durante la seconda guerra mondiale, tra cui tra gli altri l'incidente del sottomarino USS Sailfish che affonda la portaerei giapponese Chuyo.

Informazioni biografiche/storiche

Walter Patrick Murphy è nato il 25 ottobre 1919 a Brooklyn, New York, da Walter ed Ellen Murphy. Si è laureato presso l'Accademia Navale degli Stati Uniti (1941), ha continuato a prestare servizio nella Forza di supporto (maggio-dicembre 1941) a bordo dell'incrociatore USS Nashville. Si diplomò alla Submarine School nel luglio 1942 e continuò a prestare servizio sui sottomarini fino al pensionamento nell'agosto 1966. Era stato anche coinvolto nel programma missilistico Polaris. Dopo essere andato in pensione, ha accettato una posizione di servizio civile presso la NASA come Senior Staff Officer presso il Direttore del Kennedy Space Center, dove è rimasto per sette anni durante il Programma Apollo. In seguito è diventato il rappresentante europeo della NASA per cinque anni a Parigi fino al 1978, quando è tornato in California per dirigere l'ufficio della NASA presso l'AFB di Vandenberg. Murphy si ritirò di nuovo nel 1983 e si trasferì a Santa Barbara, in California, dove morì il 24 maggio 2013, all'età di 93 anni.

Ha sposato Ruth Guenter nell'aprile 1942 e hanno avuto tre figli e sette nipoti, il suo figlio maggiore divenne Capitano della Marina degli Stati Uniti.

Ambito e disposizione

Le carte di Walter P. Murphy Jr. consistono in memorie date (ca. 1999) sulla Support Force per la Marina degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale (maggio-dicembre 1941), e la battaglia della sua squadra sul sottomarino USS Sailfish con il La portaerei giapponese Chuyo vicino a Pearl Harbor e altri attacchi durante il suo pattugliamento dal 7 ottobre 1943 all'ottobre 1944.

Mentre era sulla Support Force, è stato sull'incrociatore USS Nashville per 10 giorni vicino a Pearl Harbor, prima di trasferirsi a Guantanamo Bay, arrivando poi a Boston a giugno. La sua prima operazione nell'Oceano Atlantico è stata come parte di una Task Force che ha portato quattro grandi trasporti d'attacco per alleviare le forze britanniche in Islanda. Dopo il luglio 1941, furono trascorsi cinque mesi a scortare i convogli canadesi ea condurre "Pattuglie di neutralità" nell'Atlantico meridionale.

Walter Murphy fece domanda per il servizio sottomarino (ca. all'inizio del 1942), e in seguito fu ordinato alla classe della scuola di sottomarini (aprile 1942). Nel luglio del 1942, fece rapporto alla USS Talamanca, una nave da frutta rinnovata, al molo 52. Partì con il sottomarino USS Snapper, e con la sua terza pattuglia la sua squadra aveva affondato un grande mercantile ad Apra Harbour, Guam. Successivamente fece rapporto al sottomarino USS Sailfish, a Pearl Harbor, aiutando in seguito ad affondare la portaerei giapponese, la Chuyo. Il 7 dicembre 1943 il Sailfish fu bombardato da un caccia di tipo Zeke a Formosa (Taiwan), ma due CPO (Chief Petty Officers) riuscirono a riparare la falla risultante. In seguito la pattuglia dovette operare su un albero durante gli attacchi, tuttavia riuscì comunque ad affondare due mercantili e danneggiarne un terzo prima di tornare a Pearl Harbor (gennaio 1944). Altre cose menzionate includono che dalla dodicesima pattuglia, Walter Murphy era un ufficiale esecutivo e che la sua squadra salvò dodici aviatori durante uno sciopero su Formosa (ottobre 1944).

Nelle sue memorie vengono discussi anche il fidanzamento di diciotto mesi e il matrimonio dell'aprile 1942 con Ruth Guenter.

Informazioni amministrative
Storia custodiale

4 maggio 2001, 3 articoli, 12 pagine Tre resoconti autobiografici delle esperienze di Walter P. Murphy durante la seconda guerra mondiale: "Support Force [19 maggio - 7 dicembre 1941]" (9/9/1999, 3p.) "Sailfish vs Chuyo, [1 aprile 1942 - ottobre 1944]" (9/6/1999, 6p.) "Wedding" [1 aprile - 7 agosto 1942] (9/9/1999, 3p.). Donatore: Capt. Walter P. Murphy, Jr.


La Bethlehem Shipbuilding Corporation di Quincy, nel Massachusetts, costruì la nave come SS Quirigua per la United Fruit Company nel 1932. Era una delle sei navi gemelle dell'UFC azionate da una trasmissione turboelettrica. Il servizio postale degli Stati Uniti ha sovvenzionato la costruzione delle sei navi, che servivano all'USPS come navi postali.

Frutto unito piazzato Quirigua sui servizi di linea espressi tra l'America Centrale e New York. [2] Normalmente trasportava fino a 95 passeggeri nei porti dell'America centrale e poi tornava negli Stati Uniti con passeggeri e un carico di banane refrigerate e merci varie. [1]

La US Navy a scafo nudo è stata noleggiata Quirigua attraverso la Commissione Marittima il 2 giugno 1941 ai sensi della Public Law 101, 77th Congress e Executive Order 8771. Brewer's Drydock Co. di Staten Island, New York ha convertito la nave per il servizio della Marina aggiungendo un singolo cannone calibro 5"/38, quattro 3" /50 cannoni antiaerei (AA) e antisommergibile e fino a otto cannoni AA Oerlikon da 20 mm. È stata ribattezzata Mizar e commissionato nella Marina degli Stati Uniti il ​​14 giugno 1941, comandato dal comandante E.D. Walbridge.

Con qualche modifica Mizar era in grado di trasportare un certo numero di truppe così come i suoi magazzini refrigerati. Era composta da marinai mercantili più una squadra di marinai della Guardia armata della Marina degli Stati Uniti per manovrare le sue armi. Le Guardie sono state assistite dall'equipaggio "civile" e tutte hanno corso lo stesso rischio di essere affondate da sottomarini o aerei ma solo la Guardia Armata è stata giudicata eleggibile per il G.I. Benefici in bolletta.

Per la prima parte del 1942 Mizar ha navigato nell'Atlantico occidentale da un certo numero di porti della costa orientale degli Stati Uniti, fornendo basi e navi dall'Islanda alle Isole Vergini.

Operazioni del teatro del Pacifico Modifica

Mizar fu poi modificato con più attracco e più cannoni antiaerei da 20 mm prima di partire da Norfolk, Virginia, il 10 giugno 1942 con la task force TF 39, trasportando alcuni dei 1st US Marine Division che avrebbero preso parte all'invasione delle Isole Salomone. La forza ha transitato il Canale di Panama nel suo viaggio di un mese a Wellington, in Nuova Zelanda.

Proseguendo nel sud-ovest del Pacifico come parte della Service Force, la 7a flotta degli Stati Uniti, operò inizialmente dai porti australiani sostenendo la riuscita campagna australiana e americana per fermare i giapponesi in Nuova Guinea. Mizar fece sette viaggi senza scorta a San Francisco, in California, tra il 12 ottobre 1942 e il 9 febbraio 1945 per ottenere carne fresca, frutta, verdura, latticini e uova per rifornire basi avanzate e navi da combattimento. Quando non effettuava queste traversate dell'Oceano Pacifico, normalmente lavorava tra Brisbane e Milne, in Nuova Guinea.

Dopo l'avanzata degli Stati Uniti e delle forze alleate nel Pacifico, estese il suo servizio con base in Australia alle Isole dell'Ammiragliato nel maggio 1944 e si ancorò nel Golfo di Leyte nelle Filippine il 18 febbraio 1945. Continuò a trasportare uomini e rifornimenti in queste aree fino al 4 gennaio. 1946.

Doveri di fine guerra Modifica

Dirigendosi a vapore verso est raggiunse San Francisco il 25 gennaio, ma presto ricevette l'ordine di recarsi sulla costa orientale degli Stati Uniti. In previsione di un ritorno allo stato civile, in viaggio ha preso le banane per la United Fruit Company da Quepos, Costa Rica a Charleston, South Carolina.

Mizar ha fatto una media di oltre 5.000 miglia al mese nella seconda guerra mondiale e ha ricevuto quattro stelle di battaglia per il suo servizio. Fu dismessa come nave da guerra a Baltimora, nel Maryland, e tornò alla United Fruit Company il 1 aprile 1946 e cancellata dall'elenco delle navi attive della Marina il 17 aprile.

United Fruit ha ripristinato il nome prebellico della nave Quirigua a lei. Nel 1958 United Fruit si trasferì Quirigua e le sue sorelle Talamanca e Veragua alla sua controllata britannica Elders e Fyffes. [2] Quirigua è stato ribattezzato SS Samala dopo una precedente nave Fyffes con lo stesso nome. [2] Fu demolita nel 1964.

    ex nave passeggeri e refrigerata United Fruit SS Antigua (lanciato marzo 1932). Rilevato con contratto a tempo indeterminato il 28 dicembre 41 e convertito all'uso navale con l'aggiunta di cannoni di coperta ecc. dal Maryland Dry Dock, Baltimora, Maryland (gennaio 1942). La direttiva sull'acquisizione navale è stata annullata il 22 maggio 44 e ha continuato a operare con l'equipaggio della marina mercantile fino al ritorno alla United Fruit nel 1946. Demolita nel 1964 come SS Tortuga. ex USS Dione, ribattezzata 28 aprile 1942. Ex nave passeggeri e refrigerata United Fruit SS Giamaica, ex SS peten, ex SS Segovia (Lanciato febbraio 1933). Convertito da Todd Galveston Dry Dock, Galveston, Texas. Tornata alla United Fruit Company che la ribattezzò SS Giamaica 1946. Smontato nel 1969 come SS Blumenthal. ex nave passeggeri e refrigerata United Fruit SS Veragua (lanciato nel luglio 1932). Convertito all'uso navale con l'aggiunta di cannoni di coperta ecc. da Todd Galveston Dry Dock, Galveston, Texas. Tornata alla United Fruit Company che la chiamò SS Veragua nel 1946. Demolita nel 1964 come SS Sinaloa. ex nave passeggeri e refrigerata United Fruit SS Talamanca (lanciato nel dicembre 1931). Rilevato a tempo indeterminato il 16 dicembre 1941 e convertito all'uso navale con l'aggiunta di cannoni di coperta ecc. da Maryland DD, Baltimora, Md. (41 dicembre-42 gennaio). Acquisita con noleggio a scafo nudo il 28 gennaio 42. Restituita alla United Fruit che la ribattezzò SS Talamanca nel 1945. Demolita nel 1964 come SS Sulaco. ex nave passeggeri e refrigerata United Fruit SS Chiriqui (lanciato marzo 1932). Convertito all'uso navale aggiungendo cannoni di coperta ecc. da Brewer DD, Staten Island New York., trasferito di nuovo alla United Fruit che lo ribattezzò SS Chiriqui nel 1946. Demolita 1969 come SS Blexen.

Le navi passeggeri e frigorifere più vecchie acquisite da United Fruit nel 1942, USS pastori (AF-16) e USS calamares (AF-18) furono costruiti nel 1912 e nel 1913 ed erano di una classe diversa dalla USS Mizar. Erano stati requisiti nella prima guerra mondiale e poi restituiti alla United Fruit [3] I "reefer" convertiti USS Urano (AF-14) , USS vagabondo (AF-19) e USS Pontiac (AF-20) erano ex navi frigorifere danesi requisiti dalla Commissione marittima degli Stati Uniti nel 1942.


L'industriale Collis P. Huntington (1821–1900) fornì un finanziamento cruciale per completare la Chesapeake and Ohio Railroad (C&O) da Richmond, Virginia al fiume Ohio nei primi anni 1870. Sebbene originariamente costruito per il commercio generale, questo collegamento ferroviario C&O con il Midwest fu presto utilizzato anche per trasportare carbone bituminoso dai bacini carboniferi precedentemente isolati, adiacenti al New River e al fiume Kanawha in West Virginia. Nel 1881, l'estensione della penisola del C&O fu costruita da Richmond lungo la penisola della Virginia per raggiungere un nuovo molo di carbone su Hampton Roads nella contea di Warwick vicino alla piccola comunità non incorporata di Newport News Point. Tuttavia, la costruzione della ferrovia e del molo del carbone era solo la prima parte dei sogni di Huntington per Newport News.

I primi anni del cantiere

Nel 1886 costruì un cantiere navale per riparare le navi che servivano questo snodo di trasporto. Nel 1891 la Newport News Shipbuilding e la Drydock Company consegnarono la sua prima nave, il rimorchiatore Dorothy. Nel 1897 NNS aveva costruito tre navi da guerra per la US Navy: USS Nashville, Wilmington e Helena.

Quando Collis morì nel 1900, suo nipote Henry E. Huntington ereditò gran parte della fortuna di suo zio. Ha anche sposato la vedova di Collis, Arabella Huntington, e ha assunto il ruolo di leadership di Collis con la Newport News Shipbuilding e la Drydock Company. Sotto la guida di Henry Huntington, la crescita continuò.

Nel 1906 il rivoluzionario HMS Dreadnought ha lanciato una grande corsa navale in tutto il mondo. Tra il 1907 e il 1923, Newport News costruì sei delle 22 corazzate della Marina degli Stati Uniti - USS Delaware, Texas, Pennsylvania, Mississippi, Maryland e Virginia dell'ovest. Tutti tranne il primo erano in servizio attivo nella seconda guerra mondiale. Nel 1907 il presidente Theodore Roosevelt inviò la Great White Fleet nel suo viaggio intorno al mondo. NNS aveva costruito sette delle sue 16 corazzate.

Nel 1914 NNS costruì SS Medina per la Mallory Steamship Company come MV Doulos è stata fino al 2009 la nave passeggeri attiva più antica del mondo per il trasporto oceanico.

Newport News e il cantiere

Nei primi anni, i leader della comunità di Newport News e quelli del cantiere erano praticamente intercambiabili. Il presidente del cantiere navale Walter A. Post prestò servizio dal 9 marzo 1911 al 12 febbraio 1912, quando morì. In precedenza, era arrivato nella zona come uno dei costruttori dei terminal della C&O Railway e aveva servito come primo sindaco di Newport News dopo che era diventata una città indipendente nel 1896. Fu il 14 marzo 1914 che Albert L. Hopkins , un giovane newyorkese formatosi in ingegneria, succede a Post come presidente dell'azienda. Nel maggio 1915 durante un viaggio in Inghilterra per affari di cantiere, a bordo di RMS Lusitania, Il mandato e la vita di Albert L. Hopkins terminarono prematuramente quando quella nave fu silurata e affondata da un U-Boot tedesco [4] al largo di Queenstown, sulla costa irlandese. Anche il suo assistente Fred Gauntlett era a bordo, ma è riuscito a mettersi in salvo a nuoto. [5] Homer Lenoir Ferguson era un manager quando Hopkins morì, e assunse la presidenza nel luglio successivo. Ha visto l'azienda in entrambe le guerre mondiali, è diventato un noto leader della comunità ed è stato co-fondatore del Mariners' Museum con Archer Huntington. Ha servito fino al 31 luglio 1946, dopo la fine della seconda guerra mondiale sia sul fronte europeo che su quello del Pacifico.

Appena a nord-ovest del cantiere navale, l'Hilton Village, una delle prime comunità pianificate del paese, fu costruita dal governo federale per ospitare i lavoratori del cantiere navale nel 1918. I progettisti incontrarono le mogli degli operai del cantiere navale. Sulla base del loro input, sono stati progettati 14 piani di case per le 500 case in stile villaggio inglese previste. Dopo la guerra, nel 1922, Henry Huntington lo acquistò dal governo e contribuì a facilitare la vendita delle case ai dipendenti dei cantieri navali e ad altri residenti locali. Tre strade erano intitolate a Post, Hopkins e Ferguson. [6]

Ordini della Marina durante e dopo la prima guerra mondiale

Il Lusitania l'incidente fu tra gli eventi che portarono gli Stati Uniti alla prima guerra mondiale. Tra il 1918 e il 1920 la NNS consegnò 25 cacciatorpediniere e dopo la guerra iniziò a costruire portaerei. USS Ranger (CV-4) è stato consegnato nel 1934 e NNS ha continuato a costruire Yorktown e Impresa.

Transatlantici

Dopo la prima guerra mondiale, la NNS completò un importante intervento di ricondizionamento e ristrutturazione del transatlantico SS Leviatano. Prima della guerra era stata la nave di linea tedesca Vaterland, ma l'inizio delle ostilità la trovò disarmata nel porto di New York e fu catturata dal governo degli Stati Uniti nel 1917 e trasformata in nave da guerra. Il dovere di guerra e l'età hanno significato che tutti i cablaggi, gli impianti idraulici e i layout interni sono stati spogliati e ridisegnati mentre il suo scafo è stato rafforzato e le sue caldaie sono state convertite da carbone a petrolio durante la ristrutturazione. Praticamente una nuova nave emerse dalla NNS nel 1923 e la SS Leviathan divenne l'ammiraglia della United States Lines.

Nel 1927 la NNS lanciò il primo transatlantico turboelettrico significativo al mondo: il 17.833 GRT SS della Panama Pacific Line California. [7] All'epoca era anche la più grande nave mercantile mai costruita negli Stati Uniti, [7] sebbene fosse di dimensioni modeste rispetto ai più grandi transatlantici europei della sua epoca. NNS lanciato California le navi gemelle Virginia nel 1928 e Pennsylvania nel 1929. NNS li seguì lanciando due navi turbo-elettriche ancora più grandi per la Dollar Steamship Company: la 21.936 GRT SS Presidente Hoover nel 1930, seguita dalla sorella Presidente Coolidge nel 1931.

Ordini della Marina prima e durante la seconda guerra mondiale

Nel 1940 la Marina aveva ordinato una corazzata, altre sette portaerei e quattro incrociatori. Durante la seconda guerra mondiale, la NNS costruì navi come parte del programma di costruzione navale di emergenza del governo degli Stati Uniti e soddisfatte rapidamente le richieste di "navi Liberty" necessarie durante la guerra. Fondò la North Carolina Shipbuilding Company, un cantiere di emergenza sulle rive del fiume Cape Fear e lanciò la sua prima nave Liberty prima della fine del 1941, costruendo in tutto 243 navi, tra cui 186 Liberties. Per i suoi contributi durante la guerra, la Marina ha assegnato all'azienda il suo gagliardetto "E" per l'eccellenza nella costruzione navale. NNS si è classificata al 23° posto tra le società statunitensi per valore dei contratti di produzione in tempo di guerra. [8]

Navi del dopoguerra

Negli anni del dopoguerra la NNS costruì la famosa nave passeggeri SS stati Uniti, che ha stabilito un record di velocità transatlantico che resiste ancora oggi. Nel 1954 NNS, Westinghouse e la Marina svilupparono e costruirono un prototipo di reattore nucleare per un sistema di propulsione per portaerei. NNS ha progettato la USS Impresa nel 1960. Nel 1959 NNS ha lanciato il suo primo sottomarino a propulsione nucleare, USS Squalo così come il sottomarino missilistico balistico USS Robert E. Lee.

Negli anni '70, la NNS lanciò due delle più grandi petroliere mai costruite nell'emisfero occidentale e costruì anche tre vettori di gas naturale liquefatto, con oltre 390.000 tonnellate di portata lorda, la più grande mai costruita negli Stati Uniti. NNS e Westinghouse Electric Company formano congiuntamente Offshore Power Systems per costruire centrali nucleari galleggianti per Public Service Electric and Gas Company. Negli anni '80, NNS ha prodotto una varietà di prodotti della Marina, tra cui Nimitz-class portaerei portaerei nucleari e Los Angelessottomarini di attacco nucleare sottomarini di classe. Dal 1999 il cantiere ha prodotto solo navi da guerra per la Marina Militare. [9]

Problemi di costruzione di sottomarini

Nel 2007, la Marina degli Stati Uniti ha scoperto che i lavoratori avevano usato un metallo errato per fondere insieme tubi e giunti sui sottomarini in costruzione e questo avrebbe potuto portare a crepe e perdite. Nel 2009 è stato scoperto che bulloni e dispositivi di fissaggio nei sistemi di movimentazione delle armi su quattro sottomarini della Marina, tra cui USS Nuovo Messico (SSN-779), Carolina del Nord (SSN-777), Missouri (SSN-780), e California (SSN-781), sono stati installati in modo errato, ritardando il varo delle imbarcazioni mentre i problemi venivano corretti. [10]

Fusioni, riallineamenti e scissioni

Nel 1968, Newport News si è fusa con Tenneco Corporation. Nel 1996, Tenneco ha avviato uno spin-off di Newport News in una società indipendente (Newport News Shipbuilding). [1]

Il 7 novembre 2001, Northrop Grumman ha stipulato un accordo per l'acquisto di Newport News Shipbuilding per un totale di $ 2,6 miliardi. Questa acquisizione ha creato un cantiere navale da 4 miliardi di dollari chiamato Northrop Grumman Newport News. [2]

Il 28 gennaio 2008, Northrop Grumman Corporation ha riallineato i suoi due settori di costruzione navale, Northrop Grumman Newport News e Northrop Grumman Ship Systems, in un unico settore chiamato "Northrop Grumman Shipbuilding". [3] Il 15 marzo 2011 Northrop Grumman ha annunciato lo spin-off di questo settore in una società separata, Huntington Ingalls Industries, Inc. [11]


Il 27 dicembre 1941 la Marina degli Stati Uniti designò la nave passeggeri e refrigerata combinata per il trasporto passeggeri SS Antigua come la USS Antigua (AF-17), Α]: una nave di classe Mizar. Dopo l'acquisizione della Commissione Marittima SS Antigua su noleggio a tempo indeterminato per la Marina Α] la Maryland Drydock Company, di Baltimora, Maryland la modificò per l'uso come nave mercantile armata aggiungendo un singolo cannone calibro 5"/38, quattro cannoni calibro 3"/50 per uso antiaereo e antisommergibile e fino a otto cannoni antiaerei Oerlikon da 20 mm nel gennaio 1942. Con qualche modifica il Antigua era in grado di trasportare un certo numero di truppe così come i suoi magazzini refrigerati.

Era composta da marinai mercantili e da una squadra di marinai della Guardia armata della Marina degli Stati Uniti per aiutare a manovrare le sue armi. Le Guardie erano assistite dall'equipaggio "civile" della Marina Mercantile e tutte correvano lo stesso rischio di essere affondate o ferite da sottomarini o da bombardamenti e mitragliamenti aerei, ma dopo la fine della guerra solo la Guardia Armata fu giudicata eleggibile per il G.I. Benefici in bolletta.

Ha servito nel Pacifico trasportando passeggeri e merci refrigerate alle navi e alle truppe lì. Come altre navi della sua classe con una velocità di 17 nodi, potrebbe aver evitato i convogli ed essere tornata più volte sulla costa occidentale degli Stati Uniti, dell'Australia e/o della Nuova Zelanda senza scorta per riparazioni e nuovo carico. USS Antigua La direttiva di acquisizione navale di ' è stata annullata il 22 maggio 1944 per ragioni sconosciute. A quanto pare ha continuato a operare nel Pacifico come nave di servizio senza commissione (U.S. Army Transport?) fino alla fine della guerra ed è stata restituita alla United Fruit nel 1946. Γ]


La storia della USS Talamanca - Storia

Elders & Fyffes Spedizione, limitata
Gruppo Fyffes, Limited / Fyffes PLC
Linea Geest

Nel 1901 fu costituita l'Imperial Direct West India Mail Service Company per eseguire servizi di trasporto passeggeri e merci di banane dal Regno Unito alla Giamaica. (vedi Elder Dempster & Co). Elders & Fyffes Shipping, Limited, è stata fondata nel 1902 come società separata, ma si occupava solo di una manciata di passeggeri. Nel 1910 E&F passò sotto il controllo dell'American United Fruit Company, ma mantenne la propria identità. L'Imperial Direct Line chiuse nel 1911 e le loro navi furono vendute o restituite alla Elder Dempster & Company, causando l'ingresso di E&F nel mercato dei passeggeri.

Nel 1913 United Fruit possedeva completamente E&F e tra il 1922 e il 1926 furono create diverse società sussidiarie europee. La United Fruit Company rilevò la Cuyamel Fruit Company, in Honduras, nel 1931 e trasferì le tre navi più grandi al servizio E&F.

Nel 1933, in base alle leggi commerciali naziste, fu ritenuto necessario formare una società controllata tedesca ("Union" Handels, Bremerhaven) e diverse navi furono trasferite a questa compagnia.

La Surrey Shipping Company, Hamilton, Bermuda, fu fondata nel 1959 per possedere navi gestite da E&F e nel 1969 il gruppo divenne noto come Fyffes Group, Limited. Dopo diversi cambi di proprietà/nome, l'azienda diventa Fyffes PLC nel 1990 e nel 1996 acquisisce il gruppo Geest. Sono ancora in commercio.

Molte grazie a Ted Finch e Henk Jungerius, per la loro assistenza nella raccolta di questi dati. Il seguente elenco è stato estratto da varie fonti. Questo non è un elenco completo, ma dovrebbe essere utilizzato solo come guida. Se desideri saperne di più su una nave, visita le descrizioni delle navi (in loco) o Nave di immigrati sito web.

  • 1901-1911 Avonmouth - Kingston - Costa Rica.
  • 1901-1916 Isole Canarie - Liverpool / Londra / Avonmouth.
  • 1901-1967 Avonmouth - Kingston - America Centrale (Porti: Port of Spain, La Guaira, Santa Marta, Cristobal, Puerto Limon, Tela, Hamilton, Bermuda e porti giamaicani minori)
  • 1901-1912 Manchester - Giamaica - America Centrale.
  • 1912-1965 Garston - Giamaica - America Centrale.
  • 1926 Introdotti scali regolari a Rotterdam e Bremerhaven.
  • 1927-1931 Londra / Garston - Isole Canarie.
  • 1931-1939 Southampton inclusa nella rotta Rotterdam / Bremerhaven.
  • 1939-1940 Avonmouth - Camerun.
  • 1946-1964 Europa / Londra / Avonmouth - Camerun.
  • 1949-1967 Inbound divenne Kingston - Southampton - Rotterdam.
  • 1967-1988 Southampton divenne il terminal del Regno Unito.
  • 1988 ad oggi Portsmouth - Suriname il servizio principale.

Imperial Direct West India Mail Service Co.

Nave Costruito Anni di servizio Tonnellate
Giamaica 1908 Servizi di alimentazione nelle Indie Occidentali costruiti per Elder Line, 1911 dismessi, 1912 proprietà trasferita al gruppo Royal Mail Steam Packet Co. con lo stesso nome, 1914 trasferita alla Pacific Steam Nav. Co., 1918 tornò alla proprietà della Royal Mail ma gestita da Pacific Steam Nav. Co., 1929 venduto al Cile ribattezzato Coyhaique, 1943 demolito. 1,138
Porto Antonio 1901 Servizio delle Indie Occidentali per l'anziano Dempster, 1911 venduto al governo turco, ribattezzato Rechid Pacha, 1933 trasferito all'Ammiragliato turco. 4,458
Port Henderson 1894 ex- Arawa, Shaw, Savill & Albion, 1896 renamed Colon after charter to Spain, 1899 reverted to Arawa, 1899 purchased by Elder Dempster, 1900 rebuilt renamed Lake Megantic for Beaver Line, 1905 transferred to West Indies service for Elder Dempster, later renamed Port Henderson, 1911 ownership changed to British & African S.N. Co., 1912 sold to M.E. Lanz, Genoa renamed Anapo, 1913 sold renamed Porto Said, 1915 torpedoed and sunk by German submarine off Cyranaica by U39. 5,115
Port Kingston 1904 West Indies service for Elder Dempster, 1910 laid up, 1911 sold to Union SS Co of New Zealand, renamed Tahiti, 1930 sank at sea after propeller shaft snapped and tore a hole in the hull. 7,585
Port Maria 1901 West Indies service for Elder Dempster, 1910 sold to Cie de Nav. Mixte, Marseilles, renamed Mustapha, 1911 sold to Sicilia Societa di Nav., Italy renamed Tocra, 1933 scrapped. 2,910
Port Morant 1900 West Indies service for Elder Dempster, 1909 sold to Cia Argentina de Nav. Mihanovitch, Buenos Aires, renamed Sarmiento, 1912 wrecked. 2,831
Port Royal 1901 West Indies service for Elder Dempster, 1911 sold to Turkish Government, renamed Midhat Pacha, 1914 sunk a a Russian warship near Eregli. 4,455

Nave Costruito Anni di servizio Tonnellate
Almirante 1970 ex- Ea (launched as Hamoor King), 1978 purchased from Liberia and renamed, 1990 sold to Honduras, renamed Frio Arctic, 1990 sold same name. 1,997
Appomattox 1893 ex- Appomattox, 1902 purchased from Chesapeake & Ohio SS Co not renamed, 1910 sold to Turkey, renamed Seyer, 1916 sunk by Russian warships. 3,338
Aracataca (1) 1911 1917 sunk in collision with Lamport & Holt Line's Moliere off Beachy Head 4,154
Aracataca (2) 1924 1940 torpedoed and sunk by German submarine U 101 in North Atlantic loss of 36 lives. 5,378
Argual 1927 Canary Islands service, 1933 transferred to United Fruit's Mayan SS Co, Honduras, 1934 to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Puerto Cortes same name, 1949 transferred by United Fruit to Agencia Maritima Hondurena, Tela, 1954 scrapped. 2,496
Ariguani 1926 1956 scrapped. 6,746
azteco 1929 ex- Aztec Cuyamel Fruit Co., 1930 transferred to United Fruit Co., 1931 transferred from United Fruit Co not renamed, 1938 sold to P.A. Jensen, Denmark renamed Peter Lassen, 1940 to Mayan SS Corp. same name, 1961 scrapped. 5,502
Barranca (1) 1906 1914-1916 became Q-ship Echunga, 1917 returned to E&F, 1936 scrapped. 4,115
Barranca (2) 1972 laid up in 1984, 1985 scrapped. 4,087
Bayano (1) 1913 1914 became Armed Merchant Cruiser HMS Bayano, 1915 torpedoed and sunk by German submarine U27 off Ireland loss of 197 lives. 6,100
Bayano (2) 1915 Ordered as Cauca then named Arguan, but launched as Bayano, from 1915-1918 HMS Bayano, 1956 scrapped. 6,788
Bayano (3) 1972 laid up in 1984, 1985 scrapped. 4,087
Box Hill 1952 Built for Empressa Hondurena de Vapores S.A., Tela, 1959 transferred from Honduras flag to Surrey SS Co., 1964 reverted to Empressa Hondurena de Vapores S.A., Tela, renamed Leon 1980 scrapped. 2,765
Camito (1) 1915 1941 torpedoed and sunk by German submarine U 97 in North Atlantic as the Ocean Boarding Vessel HMS Camito. 6,611
Camito (2) 1956 1973 scrapped. 8,736
Carare 1925 1940 mined and sunk in Bristol Channel. 6,878
Casanare 1924 1940 torpedoed and sunk by German submarine U 99 in the North Atlantic loss of 9 lives. 5,376
Cavina (1) 1915 1935 scrapped. 6,539
Cavina (2) 1924 1957 sold to Cia.Naviera Lanena, renamed Catusha. 1958 scrapped. 6,907
Chagres (1) 1912 1918 torpedoed and sunk off Crete by German submarine UC74 loss of 1 life. 5,288
Chagres (2) 1927 1940 mined and sunk off Mersey, magnetic mine was laid by German submarine U 30 loss of 2 lives. 5,406
Changuinola (1) 1912 laid down as Columbia for Hamburg America Line, ex- Carl Schurz, United Fruit Co., 1914 transferred from United Fruit Co., renamed Changuinola, 1914-1920 became HMS Changuinola, 1933 scrapped. 5,978
Changuinola (2) 1957 1970 transferred to Empressa Hondurena de Vapores S.A., Puerto Cortez renamed Omoa, 1975 scrapped. 6,283
Chicanoa 1958 1970 transferred to Empressa Hondurena de Vapores S.A., Puerto Cortez renamed Orica, 1972 sold to Greece, renamed Mardinia Importer, 1974 scrapped. 6,430
Chickahominy 1893 ex- Chickahominy, 1902 purchased from Chesapeake & Ohio SS Co not renamed, 1910 scrapped. 3,354
Chirripo (1) 1906 1917 mined and sunk off Black Head, mines laid by UC 75. 4,041
Chirripo (2) 1919 1935 transferred to "Union" Handels und Schiffahrtsgesellschaft, Bremerhaven, renamed Wesermunde, 1939 interned at Honduras, 1941 taken by USA as war prize, operated by United Fruit Co, 1946 returned to E&F, 1952 scrapped. 5,357
Chirripo (3) 1957 1969 transferred to Empressa Hondurena de Vapores S.A., Puerto Cortez renamed Olancho, 1972 sold to Greece, renamed Mardinia Exporter, 1974 scrapped. 6,283
Chuscal 1961 1972 sold to Homeric Shipping, Panama, renamed Mardinia Packer, 1974 scrapped. 6,282
Coppename 1990 1996 still in service. 4,666
Coronado 1915 1935 scrapped. 6,539
Corrales 1930 1961 scrapped Santander. 5,363
Cottica 1991 1996 still in service. 4,666
Cristales 1926 1942 torpedoed by German submarine U 124, damaged, later sunk by gunfire from escorting warship in North Atlantic. 5,389
Darien 1964 ex- Polatstern, 1974 purchased from Bock, Godefroy & Co., Hamburg, and renamed Darien, 1981 sold to Greece, renamed Chion Carrier, 1983 sold to Panama renamed Khumbu, 1984 renamed Khumbu I and scrapped. 3,382
Davao 1964 ex- Polarlicht, 1974 purchased from Hamburg South America Line and renamed Davao, 1981 sold to Greece, renamed Chion Trader, 1984 sold to Panama renamed Banquise, 1985 scrapped. 3,413
Golfito 1949 1971 scrapped. 8,736
Greenbrier (1) 1893 ex- Greenbrier, 1902 purchased from Chesapeake & Ohio SS Co not renamed, 1910 sold to Tropical Fruit & Shipping Co, West Hartlepool same name, 1915 transferred to the US flag, 1915 mined and sunk. 3,332
Greenbrier (2) 1914 ex- Pungo, F. Laeisz, Hamburg, 1920 war reparations intended name Sutton Hall but passed to Cie. de Nav. Mixte renamed Theodore Mante but never taken into service, laid up, 1921 acquired by E & F renamed Greenbrier, 1933 sold to Midgard, Germany, renamed Oldenburg, 1945 bombed and sunk at Vadheimfjord, 1953 wreck blown up by explosives. 4,722
Jarikaba 1985 1996 still in service. 4,233
Leith Hill 1952 Built for Empressa Hondurena de Vapores S.A., Tela, 1959 transferred from Honduras flag to Surrey SS Co., 1965 reverted to Empressa Hondurena de Vapores S.A., Tela, renamed Lempa, 1981 scrapped. 2,765
Magdalena 1973 1984 transferred to Hong Kong, renamed Bluestream, 1990 sold to Bahamas, renamed Myrtia. 6,513
Manistee (1) 1904 1917 torpedoed and sunk off Scilly Isles by German submarine U 62 loss of 5 lives. 3,869
Manistee (2) 1920 1940 became armed boarding vessel HMS Manistee, 1941 torpedoed and sunk in Atlantic by German submarine U 107. 5,360
Manistee (3) 1932 ex- Eros, 1946 purchased from Morant SS Co, Canada, and renamed Manistee, 1960 scrapped. 5,841
Manistee (4) 1972 1983 transferred to Lincoln Shipping Co., Southampton, 1984 transferred to Hong Kong, renamed Fleet Wave, 1990 sold to Bahamas, renamed Mimoza. 6,513
Manzanares (1) 1911 1935 transferred to "Union" Handels, Bremerhaven, renamed Vegesack, 1939 wrecked near Stavanger. 4,094
Manzanares (2) 1973 1984 transferred to Hong Kong, renamed Barrydale, 1990 sold to Bahamas, renamed Margarita. 6,513
Matina (1) 1904 1928 scrapped. 3,870
Matina (2) 1929 1940 went missing in Atlantic, presumed torpedoed and sunk. 5,389
Matina (3) 1946 1968 scrapped. 6,801
Matina (4) 1969 1982 sold to Abdullah Akbar & Ahmed Zainy Cold Stores, Saudi Arabia, renamed Al Attared, 1993 scrapped after engine trouble. 6,351
Mazatec (1) 1929 ex- Maya, Cuyamel Fruit Co., 1930 transferred to United Fruit Co., 1931 transferred from United Fruit Co. renamed Mazatec,1938 sold to P.A. Jensen, Denmark renamed Vitus Bering, 1940 to Mayan SS Corp. same name, 1961 scrapped 5,503
Mazatec (2) 1972 1984 transferred to Hong Kong, renamed Sky Clipper, 1990 sold to Bahamas, renamed Magnolia. 6,513
Miami (1) 1904 1917 torpedoed and sunk off Fastnet by German submarine UC51, no lives lost. 3,762
Miami (2) 1914 ex- Pionier, F. Laeisz, Hamburg, 1919 war reparations, 1921 allocated to E&F renamed Miami, 1933 sold to Midgard, Germany renamed Nordenham, 1944 torpedoed by Russians off Libau, beached and broken up. 4,689
Mopan 1929 1940 captured and sunk by German battleship Admiral Scheer. 5,389
Morant 1970 1982 sold to Abdullah Akbar & Ahmed Zainy Cold Stores, Saudi Arabia, renamed Al Zohal. 6,348
Motagua (1) 1912 laid down as Normannia for Hamburg America Line, ex- Emile L. Boas, United Fruit Co,1914 transferred from United Fruit Co., renamed Motagua, 1915-1919 became HMS Motagua, 1933 scrapped. 5,977
Motagua (2) 1970 1982 sold to Abdullah Akbar & Ahmed Zainy Cold Stores, Saudi Arabia, renamed Al Moshtaree, 1994 scrapped. 6,348
Musa 1971 1982 sold to Abdullah Akbar & Ahmed Zainy Cold Stores, Saudi Arabia renamed Al Zahrah 6,510
Nickerie 1986 1996 still in service. 4,233
Nicoya (1) 1905 1928 scrapped. 3,911
Nicoya (2) 1929 1942 torpedoed and sunk by German submarine U 553 in Gulf of St.Lawrence, loss of 6 lives. 5,364
Nicoya (3) 1935 ex- Panther, F. Laeisz, Hamburg, 1947 acquired as war prize and renamed Empire Mowddach, 1946 acquired by E&F renamed Nicoya, 1959 scrapped. 3,410
Oracabessa 1894 ex- Carlisle City, 1903 purchased from Furness, Withy & Co. renamed Oracabessa, 1909 sold to W. Garthwaite & Co., Hartlepool same name, 1916 sold to Soc. Anon Martinelli, Rio de Janeiro renamed Belem, 1925 sold to Lloyd National, Martinelli same name, 1932 scrapped. 3,002
Orotava 1927 Canary Islands service, 1933 transferred to United Fruit's Mayan SS Co, Honduras, 1934 to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Puerto Cortes same name, 1949 transferred by United Fruit to Agencia Maritima Hondurena, Tela, 1954 deleted from register, 1967 scrapped 2,518
Pacuare (1) 1905 1936 scrapped. 3,891
Pacuare (2) 1934 ex- Pelikan, F. Laeisz, Hamburg, 1946 acquired as war prize and renamed Empire Alde , 1946 acquired by E&F renamed Pacuare, 1959 scrapped. 3,264
Pacuare (3) 1948 ex- Tivives, 1969 transferred from United Fruit Co. and renamed Pacuare, 1972 scrapped. 5,075
Patia (1) 1913 1915 became Armed Merchant Cruiser HMS Patia, 1918 torpedoed and sunk by German submarine UC69 in Bristol Channel. 6,103
Patia (2) 1922 1941 bombed and sunk off Northumbria as HMS Patia loss of 39 lives. 5,355
Patia (3) 1947 ex- Yaque, 1970 transferred from United Fruit Co. and renamed Patia, 1972 scrapped. 5,075
Patuca (1) 1913 1913 - 1914 became Armed Merchant Cruiser HMS Patuca, 1918 returned to E&F, 1935 scrapped. 6,103
Patuca (2) 1947 ex- Sixaola built in 1947, 1970 transferred from United Fruit Co. and renamed Patuca, 1978 scrapped. 5,075
Pecos 1947 ex- Hibueras built in 1947, 1970 transferred from United Fruit Co. and renamed Pecos, 1972 scrapped. 5,075
Reventazon (1) 1906 1918 torpedoed and sunk in Gulf of Salonika by German submarine UC23 loss of 15 lives. 4,175
Reventazon (2) 1921 1935 transferred to "Union" Handels und Schiffahrtsgesellschaft, Bremerhaven, renamed Bremerhaven, 1944 bombed and sunk near Danzig. 5,394
Reventazon (3) 1939 ex- Panther, F. Laeisz, Hamburg, 1945 acquired as war prize and renamed Empire Mole, 1946 acquired by E&F renamed Reventazon, 1963 sold to Panama, renamed Kimolos (Greek flag), 1972 sold to Alimos Shipping & Trading, Greece renamed Ilkon Jan, resold renamed Vassilia K, 1973 scrapped. 4,876
Rio Cobre 1945 ex- Junior, 1969 transferred from United Mail SS Co., NY and renamed Rio Cobre, 1975 scrapped. 7,074
Roatan 1946 ex- Comayagua, 1969 transferred from United Mail SS Co., NY and renamed Roatan, 1975 scrapped. 7,074
Romano 1947 ex- Metapan, 1969 transferred from United Fruit Co. and renamed Romano, immediately transferred to Caraibische Scheepvaart Mij., Dutch flag renamed Tinto, 1975 scrapped. 7,067
Ronde 1945 ex- San Jose, 1969 transferred from United Mail SS Co., NY and renamed Ronde, 1976 scrapped. 7,074
Samala (1) 1928 1940 torpedoed and sunk by German submarine U 37 in Atlantic loss of 67 lives. 5,390
Samala (2) 1932 ex- Quirigua, 1941 became USS Mizar, 1943 reverted to Quirigua, 1959 transferred from United Fruit Co. and renamed Samala, she arrived at Kaohsiung for scrapping on 24th Jan. 1964. 7,600
Sinaloa 1932 ex- Veragua , became USS Merak in 1941, 1944 reverted to Veragua, 1958 transferred from United Fruit Co. and renamed Sinaloa, 1969 scrapped. 7,513
Sulaco (1) 1926 1940 torpedoed and sunk by German submarine U 124 in Atlantic loss of 65 lives. 5,389
Sulaco (2) 1931 ex- Talamanca, 1958 transferred from United Fruit Co. and renamed Sulaco, 1964 scrapped. 7,602
Telde (1) 1927 Canary Islands service, 1933 transferred to United Fruit's Mayan SS Co, Honduras, 1934 to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Puerto Cortes same name, 1949 transferred by United Fruit to Agencia Maritima Hondurena, Tela, 1954 scrapped. 2,519
Telde (2) 1961 Built for Surrey SS Co., 1974 transferred to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Honduras, 1979 scrapped. 6,738
Tenadores 1960 Built for Surrey SS Co., 1965 transferred to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Honduras, 1980 scrapped. 6,738
Tetela (1) 1926 1959 scrapped. 5,389
Tetela (2) 1960 built for Surrey SS Co., 1967 transferred to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Honduras, 1980 scrapped. 6,738
Tilapa (1) 1928 1959 scrapped. 5,392
Tilapa (2) 1961 Built for Surrey SS Co., 1980 scrapped. 6,738
Toltec 1929 ex- Toltec, Cuyamel Fruit Co., 1930 transferred to United Fruit Co., 1931 transferred from United Fruit Co not renamed, 1938 sold to P.A. Jensen, Denmark renamed Knud Rasmussen, 1940 to Mayan SS Corp. same name, 1961 scrapped. 5,502
Tortuguero (1) 1909 1918 torpedoed and sunk in Atlantic by German submarine loss of 12 lives. 4,175
Tortuguero (2) 1921 1958 scrapped. 5,285
Tucurinca (1) 1926 1943 torpedoed and sunk by German submarine U 221 in Atlantic loss of 1 life. 5,412
Tucurinca (2) 1962 Built for Surrey SS Co., 1978 transferred to Empresa Hondurena de Vapores S.A., Honduras, 1980 scrapped. 5,285
Turrialba 1960 Built for Surrey SS Co,, 1965 transferred to Balboa Shipping, Honduras, 1979 damaged by grounding, 1980 scrapped. 6,738
Zent (1) 1905 1916 torpedoed and sunk off Fastnet by German submarine U66. 3,890
Zent (2) 1920 1935 transferred to "Union" Handels und Schiffahrtsgesellschaft, Bremerhaven, renamed Brake, 1945 war prize to US Maritime Commission, 1946 scrapped. 5,362
Zent (3) 1938 ex- Viator, Sorensen, 1938 sold to H. Schuldt & Co., Flensburg renamed Angelburg, 1945 acquired as war prize and renamed Empire Wharfe, 1946 purchased by E & F renamed Zent, 1962 scrapped. 3,072
Wartime Managed Ships
Nave Costruito Anni di servizio Tonnellate
Brita Thorden 1920 ex- Aries, ex- Eidsbotten, ex- Britta Thorden , 1940 managed for MOWT, 1945 transferred to Kennaugh & Co, Liverpool, 1947 returned to owner and later scrapped. 1,899
Empire Abbey 1943 1943-1946 managed for MOWT, 1946 acquired by Royal Mail Line, renamed Teviot, 1959 laid up, 1960 sold to Mullion & Co., Hong Kong renamed Ardellis, 1963 sold to Hai An Shipping Co., Hong Kong renamed Tung An, 1966 scrapped. 7,085
Empire Balfour 1944 1944-1946 managed for MOWT, 1946 management transferred to Houlder Bros, 1949 renamed Barton Grange, 1958 sold to Western SS Co., Hong Kong renamed Sunlight, 1962 sold to Pan Norse SS Co., Panama same name, 1967 scrapped. 7,085
Empire Lady 1944 1944-1947 managed for MOWT, 1946 acquired by Royal Mail Line, renamed Tweed, 1959 scrapped. 7,085
Ester Thorden 1921 ex- C.G. Thulin, P.G. Thulin, Stockholm, ex Ester Thorden 1932, 1940 managed for MOWT, 1940 transferred to R.H. Penny & Sons, London, 1945 returned to owner, 1950 scrapped. 1,836
Rosenburg 1914 ex- Rosenburg, Dampskibs Dannebrog, Copenhagen, 1942 managed for MOWT, 1943 torpedoed and sunk by German submarine U 386 south of Iceland loss of 19 lives. 1,997
Samstrule 1944 ex- Samstrule, 1944 managed for MOWT, 1947 transferred to H.M. Thomson, London, renamed Artemisia, 1956 sold to Cia Commercial Y Financiera Sudamericana S.A., Lebanon renamed Allegra S, 1966 sold to Panama renamed Marina, 1970 scrapped. 7,210
Yildum 1913 ex- Yildum, 1935 sold to Finland same name, managed for MOWT, 1944 sank in Atlantic after collision. 3,300

The Geest Line was started as a coaster service between Holland and Great Yarmouth/Boston, UK in 1945 and commenced Europe - West Indies voyages in 1957. Their ships, some of which carried up to 12 passengers, were taken over by Elders & Fyffes in 1996.


Star Trek, Before Darkness: 47 Years of Starship Designs

Any true fan of Star Trek will tell you the USS Enterprise is no mere starship — it’s a character in its own right. They might even know that several ships, all bearing the proud name, have carried captains and crews on their long and dangerous missions to seek out new life and civilizations in the farthest reaches of the galaxy.

But only the most dedicated of this group, those who proudly call themselves Trekkers or Trekkies, have a deep knowledge of the ship in all its many iterations — practically a different Enterprise for each TV series and movie, including the latest big-screen version, Star trek Into Darkness.

There’s Captain Kirk’s dependable space cruiser, Captain Picard’s luxury liner, and the bigger craft seen in the alternate-reality of the JJ Abrams’ movies. (There are also lesser known Enterprises: The forgotten middle-year ships, the three engined one, the evil battle cruiser, and the never-even-officially-existed fan versions.) How on earth — or, in space — to keep track of them all? Easy: TIME presents a brief history of the Starships Enterprise.


Opzioni di accesso

Buy single article

Instant access to the full article PDF.

Tax calculation will be finalised during checkout.

Subscribe to journal

Immediate online access to all issues from 2019. Subscription will auto renew annually.

Tax calculation will be finalised during checkout.


"War of Spanish Succession" Topic

All members in good standing are free to post here. Opinions expressed here are solely those of the posters, and have not been cleared with nor are they endorsed by La pagina delle miniature.

Please do not use bad language on the forums.

Aree di interesse

Featured Hobby News Article

Lancashire Games Release More 25mm Hinchliffe & Pre-Release 10mm Ancient Sale

Link in primo piano

Keith's Wargaming Blog

Featured Ruleset

Liberty or Death

Articolo vetrina in primo piano

1:700 Black Seas British Brigs

Editor in Chief Bill paints brigs for the British fleet.

Current Poll

Favorite Charlton Heston Movie (Round 2)

Featured Book Review

Robin Hood

4,571 hits since 26 Sep 2012
�-2021 Bill Armintrout
Commenti o correzioni?

I have been looking into builidng a War of Spanish Succession army, either in 28mm or 15mm. I have noticed that many of the companies just do a generic uniform with sone variations for Bavarian Grenadiers, French Guards, British Grenadiers and the like. How accurate is this?

I imaging that the WAS would be very much like the SYW or Napoleonic wars where the various nations all had their own cut and uniform quirks.

Am I right in assuming that the level of national differences was very limited, hence many figure manufacturers making only generic troops with a few national exceptions?

What countries did have different uniforms for teh average Musketeer/Fusilier?

What are some really good uniform books or websites for the various uniforms so I can do a bit more research into what companies make the most accurate figures. Then I can decide on the scale from there.

The cut was very similar across the nations, as a guide I suggest the following books by Partizan press:

The Armies and Uniforms of Marlborough's Wars: Part One
collegamento
The Armies and Uniforms of Marlborough's Wars: Part Two
collegamento

Well there was certainly a degree of generic uniformity in the different armies, which sometimes only differed in small particularities (hence the Wargames Factory nice generic WSS infantry and cavalry, which at a low cost can bulk your 28 mm. army up at a low cost).

Catalan and Spanish armies had a ventral cartridge box. I think the French too. Grenadier caps were different for all armies. Front Rank, Ebor and Wargames Factory all make 28 mm. miniatures for the WSS. The first two have a specialized range where you can find different kinds of troops by specialty and nationality. The last, as I previously said, makes a generic range. It lacks artillery and characters so you'll have to fill in with miniatures from the former two.

For 15 mm. I think Dixon, Irregular, Essex and Eureka all have nice ranges.

I am sure others will post more detailed info and links, but two I'd like to share and which can be of good service to you are these ones:
collegamento
(here you'll find a great work on the Iberian front of the war)
collegamento
(here you'll find info about units and 15 mm. figurines)

and of course foundry have an excellent range for 28mm, in fact two ranges of slightly different styles now available.

One clarification to Dogged: there were pro-Borbon Spaniards, and there were pro-Habsburg Spaniards. Most pro-Habsburg support was localized in the "Corona de Aragon" (Aragon, Valencia, Catalonia) for various historical reasons, specially anti-french feelings. Please check serious history books. To say "Spanish and Catalans" is like saying "Fruits and Apples". There were not Catalan armies per se. Those regiments recruited within Catalonia were part of Spanish armies fighting for their King of Spain (Charles). To talk about Catalan a army is very much liked by today s separatists myths, but total counterfeited History.

I'm seriously looking at getting a start on my WSS adventure next year, I must have more books on it and Marlborough than the syw and was together yet I procrastinate in regards to starting.

If you aren't really bothered by minor detail then consider most line infantry as being generic is style as mentioned above, guard and grenadier will require more attention though particularly in head ware and lace to uniforms.

PM me if you want some uniform detail to get started or shout out here I'll find ya I have a reasonable collection of uniform plates and tables I can post to you.

The naming issue for the 1705-1713 Peninsular Army of Charles Habsburg is quite of a political correction matter for a number of Spanish subjects and media. Therefore, as it can be easily deducted from your own posting, the army of Philip d'Anjou should properly be named as Franco-Castilian while that of his rival, Austro-Catalan o Austro-Aragonese, as it actually happens quite often everywhere except for Spain itself --due to a strong ideological prevention to visualizing a fragmented Spain, no matter the period.

As a matter of fact, many apparently serious History works published in Spain still keep ignoring completely the army of Charles Habsburg and presenting the WSS as if it was a struggle of Spain as a whole against an invading, foreign enemy. A sketch quite similar to that other forged by Franco's propaganda about the SCW: still today, it keeps being appropriate to give Franco's side the name of Nacionales (=nationals) in contrast to the Republicans (as if those lattest were a-nationals, that is, foreigners).

Però, yes there was a specifically Catalan army indeed --as much as it might shock you. It was raised by the General Deputation, or Generality, of the Principality of Catalonia in July 1713 after the Imperial withdrawal ordered by Viceroy Starhemberg, to face the imminent Franco-Castilian invasion --and it has been thoroughly and extensively studied.

It was regularly equipped and uniformed following the usual trends of that era, and even some advanced features, such as modern looking backpacks, socket bayonets or gaiters. Uniforms were original to their own and have little relationship, if any, to those of the 1705-1713 Army of Charles Habsburg --except for 3 of its Line Infantry regiments, 1 Line Horse regiment and several Mountain Fusilier regiments, which kept their particular pre-1713 uniforms. Also, 1 Dragoons regiment kept for some months their old uniforms, being these replaced by totally new uniforms in early 1714.

Recommended bibliography on the subject:

"Els Ex rcits de Catalunya 1713-1714 : uniformes, equipaments i organitzaci " by Prof. Francesc X. Hernandez, Rafael Dalmau Editor 2007 Catalan language, 350 pages, hardcover, hundreds of B/W and full colour illustrations on uniforms, equipment and flags. ISBN 9788423207138.

"Hist ria militar de Catalunya : Vol. III: La defensa de la terra" by Prof. Francesc X. Hernandez and X. Riart, Rafael Dalmau Editor 2003 Catalan language, 318 pages, hardcover, a number of B/W illustrations on uniforms and equipment. ISBN 8423206645.

"Talamanca 1714 : arqueologia d'una batalla" by Prof. F. X. Hernandez, Xavier Rubio & Francesc Cec lia, Llibres de Matr cula Editor 2009 Catalan language, 172 pages, paperback, photos, diagrams and full colour illustrations. ISBN 9788493711139.

"La darrera vict ria de l'ex rcit catal : La batalla de Talamanca (1714)" by Francesc Serra & Gustau Erill, Farell Editor 2009 Catalan language, 125 pages, paperback, photos and diagrams. ISBN 978849566959.

"La Guerra de Sucesi n Espa ola, 1702-1715" by Rub n S ez Abad, Almena Editor 2007 Spanish language, 111 pages, paperback, illuestrated too. ISBN 9788496170780.

"Catalonia Stands Alone : 1713-1714, the Catalans' War", a humble PDF booklet in English language on the matter published by myself, which can be downloaded for free at link

Baccus website has a large uniform guide.

For 15mm the differences are incidental. In 28mm they would be more apparent. My Dutch, British, Danish, French and Savoyard forces are in 15mm and I am quite happy with them using mostly Dixon and Roundway figures.

The French certainly started using the ventral cartridge box around 1702, though how far this reform was progressing from year to year is anyones guess.
I have loads of WF plastics, and am happy to let this go, but I wish they had made a separate cartridge box so you could choose which to use!

@joaquin99: I hope that Llu s' enlightening answer has, err, enlightened you. I happen to be an informed reenactor of those times and I happen to reenact a Catalan trooper from a Catalan regiment. We are always happy to let the truth be known and so people can discover a long forgotten and willingly hidden part of the conflict, and its very nature. That's why I specifically spoke of Catalan and Spanish armies (did not say they were enemies).

And anti French feelings were not specially important in the Catalans, Aragonese, Balears and Valencians supporting Carles, but his respect for their own institutions, constitutions and laws, and his will to keep their particularities. From July 1713 to September 1714, Catalonia stood alone fighting against Spain and France. We almost managed to keep free, it was a matter of days…

Also it has to be said that it is documented that soldiers from lots of nations fought in the Catalan ranks, from Portuguese to Hungarians: Spanish, French, Germans from different states, British, Italians, and of course Catalans.

On topic, I stupidly forgot to comment on the very different uniforms used by Catalan "miquelets", the first of their kind. Later these troops fought extensively for France and Spain (known as miquelettes and migueletes respectively). AFAIK these are made only by Eureka in 15 mm., although I may well be wrong in a near future…

And I forgot to mention Black Hat, Minifigs, Blue Moon, Roundway or Warrior, all makers of 15 mm.

In this link you will find lots of 15 mm. WSS miniatures from different makers, all painted, to compare:
soldadets.blogspot.com.es

Well very great and warm introduction to the uniforms of the era. Ok so to break it all down,

Spanish and Catalan and French armies had a Ventral Cartridge box (not sure what that is)

Austrian, Danish, Imperial, Italian, Dutch and British did not.

British, just to be different, had a different cut to the cuffs and so too did the Dutch – maybe?

The grenadiers of the various nations definately did have different unifmrs and the guards of various nations were different as well.

Have I missed anything here so far?

The ventral cartridge box was on the same belt from which sword and bayonet were hanging and not on the shoulder belt (the bandolier or however it is called, I'm sorry but I'm not a native english speaker).

You can see it in the opmost picture in the following link (and really in every other one):

Grenadiers used to have a ventral cartridge box too, for the big one on the side actually was a grenade bag in which they put their grenades. Don't know other armies so well, but in the Catalan one at least they had an axe too, to make pioneer work and such.

While the "regular" uniforms are very similar, guard units had their particularities, with laced French guards or British ones wearing a different uniform. I think the swedes had a very unique looking cap they used much.

Grenadiers differed mainly by their caps. Usually, protestants wore taller ones while catholics had furry ones, although Catalans wore low fronted cloth caps. Spanish and French dragoons also wore furry crowned baggy hats (don't know how to describe it better).

As both Front Rank and Wargames Foundry have painted minis in their catalogs, there are two links to them which can be of much use to you:
frontrank.com/3_5_lev3_Spanish_Succession.asp
wargamesfoundry.com/historical_ranges/single_packs/marlburian

Blue Moon has 15mm as well…

Depends if it bothers you or not but some nations like the French, wore a cockade on the tricorne.
I like the Front Rank range but the Ebor range is excellent too

Thanks a lot four your replies. I like very much to be informed about these subjects, and I really enjoy the work Lluis has done about the uniformology on the conflict (not so much his opinions on some historical aspects). But I see some clarification needed. The most obvious is to notice how regularly you use the word "Spanish" or "Spaniards" as opposed to the "Catalans" in your posts (Dogged) or your booklet (Lluis). That is simply wrong, as the term "Spanish" obviously included the Catalans, and I am very sad to see that manipulation throughly repeated here. It was a Spanish civil war, where at its later stage, the Catalan institutions of the day played the die-hard pro-Habsburg part. But they never played the anti-Spanish part, as many would think after reading your writings. Both commanders of the sieged forces at Barcelona, Villaroel and Casanova, told their troops to fight for "all Spain".
Well, I can t wait to paint some pro-Habsburg Spanish regiments, wether they were from Castile, Valencia, Majorca or Barcelona!


Guarda il video: The History of Europe: Every Year (Dicembre 2021).