Informazione

Era dei battelli a vapore


La scena per il trasporto a vapore fu preparata nel 1760 da James Watt, un inventore scozzese, che sviluppò un motore a vapore di successo per rimuovere l'acqua dalle miniere. Questo evento è considerato da molti come l'inizio della rivoluzione industriale. L'applicazione dell'energia a vapore alle barche è stata un'idea importante per molti. Le chiatte potevano galleggiare lungo i fiumi Ohio e Mississippi in circa sei settimane; il viaggio di ritorno, tuttavia, richiese da quattro a cinque mesi di faticoso lavoro. L'americano John Fitch adattò i motori a vapore alle barche e dimostrò un modello funzionante sul fiume Delaware durante la Convenzione costituzionale nel 1787. Sarebbe una figura successiva, Robert Fulton, che divenne noto come il "padre del battello a vapore". Nel 1807, Fulton collaborò con il promotore Robert Livingston per attirare l'attenzione del pubblico sul viaggio del Clermont, che risaliva il fiume Hudson da New York ad Albany. Roosevelt ha alimentato il New Orleans da Pittsburgh a Crescent City a otto miglia orarie incredibili. I battelli a pale a vapore fecero presto il viaggio a valle in sette giorni e la punta di ritorno in poco più di due settimane. Nel 1817, c'erano circa una dozzina di battelli a vapore sui fiumi occidentali degli Stati Uniti. Questi sono stati per lo più costruiti a Cincinnati e Pittsburgh. Le navi a vapore hanno dominato il traffico nelle acque interne americane per gran parte del XIX secolo, ma non sono riuscite a catturare il traffico in alto mare. Le velocità superiori delle "navi clipper" assicurarono l'importanza di queste navi azionate dal vento fino al 1880.


Guarda il video: Il battello a vapore Lötschberg BLS (Dicembre 2021).