Informazione

Enrico IV e le donne


Conosci la madre diEnrico IV ? Sua sorella, le sue mogli? Il numero di bambini legittimi o naturali? Le sue conquiste amorose dalle più ordinarie alle più mozzafiato? ... La leggenda di Vert-Galant! Pensiamo di sapere tutto ma sappiamo così poco. Le donne nella vita di Enrico IV: le loro piccole storie raccontate in un libro di Maylene Vincent per capire meglio la grande storia della Francia.

La "galante verde" e le sue donne

Finalmente il libro che svela tutto, attraverso otto ritratti di donne tutti più importanti degli altri che l'hanno guidata, ispirata, influenzata, dominata, governata, tradita, tra amore, odio e violenza: la sua influentissima madre Jeanne e desiderando per suo figlio il più alto gradino del potere; sua sorella Catherine ha maltrattato e umiliato; Margot la moglie infedele che solleva un esercito contro il marito; Corisande, il suo primo amore trasformato in consigliera politica; Gabrielle e l'amore appassionato; Henriette la cospiratrice che trama un assassinio; Marie, l'italiana litigiosa, Charlotte, la passione impossibile, prigioniera all'estero per la quale dichiarerà guerra; e molti altri ... Qualcuno di loro ha colpito il braccio di Ravaillac?

Tutte le sue donne si incontrano, si mescolano e le loro piccole storie aiuteranno a capire meglio la grande storia della Francia. Un libro educativo, scritto in chiave giornalistica, per vivere il più vicino possibile ai personaggi e alle espressioni del tempo. Questo "reality book" per immergersi nell'intimità del re buono, allegro e osceno.

Autore

Nato a Pau, nella città del buon re Henri, professore di storia e giornalista, Marylène Vincent, instancabile curioso, è riuscito, dopo due anni di ricerche negli archivi di Francia e Navarra, a raccontare in modo semplice e non meno originale l'incredibile e complessa storia di Enrico IV.

Intervista all'autore pubblicata sul quotidiano Sud-Ouest

Sud-ovest. Cosa ti ha spinto a scrivere un libro su Enrico IV e le donne?

Marylène Vincent. Sono nato nella città del buon re Henri e, come tutti i piccoli Palois, ero intriso di leggenda. Quindi volevo scrivere qualcosa su Henri IV. Un libro semplice, accessibile, divertente perché troppo spesso ho letto libri di storia noiosi, scritti per i puristi. Le mogli di Enrico IV mi si sono rapidamente imposte. Mi resi conto che erano poco conosciuti, che erano confusi, anche se giocavano un ruolo importante nella vita del re. Desideravo anche non limitarmi a mogli o amanti. Per questo cito la madre di Enrico IV, Jeanne d'Albret, o anche sua sorella.

Alla fine, alle donne è piaciuto davvero?

Alcuni, sì. Diane d'Andoins per esempio, il primo grande amore di Henri. Chiamata "la grande Corisande" da Montaigne, amava Henri, fortemente, sinceramente, per l'uomo che era. Gli darà anche una parte dei suoi soldi, perché era molto ricca, la sua energia e persino suo figlio andò a combattere al suo fianco. Era anche una vera consigliera. Diceva ad Henri: "Parla con me, starai meglio". Fu lei a consigliargli, ad esempio, di indossare la sciarpa bianca, segno di raduno, nella battaglia di Coutras. A lui dedicherà anche questa vittoria.

Ma molte delle sue amanti erano interessate e cercavano di ottenere il massimo beneficio dalle loro relazioni con il re ...

Giusto. Prendiamo ad esempio Gabrielle d'Estrées, quella che abbiamo soprannominato “la quasi regina”, penserà solo a una cosa: la sua ascesa sociale e quella dei suoi figli. Era terribilmente interessata. Nel complesso, Enrico IV ha speso un'enorme quantità di denaro per le donne. Ha offerto loro denaro, terra, castelli ...

Una passione costosa ea volte irrazionale che all'epoca era molto disapprovata ...

Era molto disapprovato da tutti, dal popolo, dai grandi del regno, dai consiglieri e dai parenti del re. Sully in testa. I suoi consiglieri temevano soprattutto le conseguenze politiche dei suoi amori irrazionali. Henri IV era schiavo della passione amorosa. L'amore e le donne erano il suo tallone d'Achille. Era pazzo di Gabrielle d'Estrées, il grande amore della sua vita. Così cedette a tutti i suoi capricci. Per la sua ultima passione, la giovane Charlotte de Montmorency, era pronto a scatenare una guerra per riportarla a Bruxelles. Anche se sappiamo che c'erano anche altre ragioni per questo progetto bellico. Era davvero capace di tutto, anche se significava mettersi in grave pericolo, ammalarsi, mettere in pericolo il regno. E più invecchia, più gli piacciono i viticci giovani e più perde la sua sanità mentale. Durante la sua vita, questo lato della dissolutezza e della lussuria è stato criticato. Fu dopo la sua morte che la sua passione per le donne lo rese comprensivo, più umano e più vicino alle persone.

Queste scappatelle cominciarono a divertire, prima di essere amplificate. È un po 'come le avventure romantiche dei politici oggi. Divertono più che esasperare. In ogni caso in Francia.

Innamorato, era un romantico, un galante o un goujat?


Tutto questo allo stesso tempo. Goujat, potrebbe esserlo. Devi vedere come ha maltrattato sua sorella, per esempio. Non gli importava di manipolare, anche umiliare le donne quando non le amava più. Ma potrebbe anche essere molto romantico. Ha scritto meravigliose lettere d'amore, soprattutto prima delle battaglie. Perché Henri IV ha scritto molto bene.

Era un buon amante?

Henri IV, un eccellente amante, è un po 'una leggenda. Henriette d'Entragues, che non lo amava, che era una cattiva lingua, ha detto che "puzzava come una carogna". Nella sua virilità, lo chiamava "il capitano della buona volontà". Ma, ehi, esaurimenti sessuali che possono capitare a tutti gli uomini ... Dovresti anche sapere che molte delle sue amanti lo tradivano, si diceva "encorner" all'epoca. Era un piccolo irrigatore annaffiato. Eppure era molto geloso.

Cosa ne pensava sua madre di questa frenetica vita sentimentale?

Jeanne d'Albret, questa donna austera, madre cara e temuta, lo ha messo in guardia contro questa frivolezza, fingendo di non vedere nulla. Comunque, quando si tratta di cuore e amore, Henri ha sempre seguito il suo istinto.

Henri IV e le donne, di Marylène Vincent, Editions Sud Ouest, gennaio 2010.



Video: Il Monologo di Enrico IV, da Enrico IV di Luigi Pirandello (Potrebbe 2021).