Varie

Essere bambini nel Medioevo (Pierre Riché)


L'infanzia nel Medioevo: ecco un bellissimo soggetto! Pierre Riché, eminente medievale e vicino al noto antiquista Henri-Irénée Marrou, ha affrontato questo difficile compito nel suo libro Essere un bambino nel Medioevo, un'antologia di testi dedicati alla vita del bambino dal V al XV secolo. Raggiungere una visione d'insieme della vita di un bambino, o meglio dell'infanzia in epoca medievale, non è un compito facile, tanto questo "piccolo personaggio", spesso considerato come un "adulto in riduzione. », È in gran parte dimenticato dalla storia.

Nonostante tutto quello che si potrebbe pensare, e nonostante i pregiudizi che persistono da secoli, il bambino medievale non solo è esistito, ma ha anche suscitato una genuina considerazione tra i contemporanei. Pierre Riché ha forgiato una reputazione di "esperto" in materia, avendo difeso due tesi nella sua vita su " Istruzione e Cultura nell'Occidente Barbaro - VII - VIII secoli "E sul" Manuale Dhuoda ". Non è quindi del tutto un caso che Pierre Riché ci propone questa antologia sull'infanzia nel Medioevo, pubblicata da Fabert, nella raccolta "Pédagogues du monde". Vediamo cos'è veramente.

La scelta dell'antologia.

Quest'opera non si presenta nella forma classica di un "manuale" di storia, trattandosi di un'antologia di testi dedicati al bambino medievale, considerati lungo tutto il periodo - dal V al Quindicesimo secolo. Dal "pedagogo" Raimond Lulle al famoso " Mesnagier di Parigi », Passando per gli specchi dei principi, Pierre Riché ha riunito nella sua opera i testi più famosi e quelli più caratteristici del suo soggetto.

Questa antologia di oltre duecento pagine soddisferà ampiamente il suo lettore: non cadi mai nell'indigesto, poiché è possibile, se lo desideri, indirizzare i testi che vuoi leggere, per piacere, o studiare. Secondo me, questo è il punto centrale di questo lavoro: professori e personale docente dell'istruzione superiore potranno utilizzarlo nel contesto di esercitazioni, ad esempio, poiché i testi sono ben selezionato e caratteristico di vari fenomeni o periodi della vita del bambino medievale.

Un lavoro che è soprattutto utile.

Pierre Riché, già conosciuto da tutti gli studenti di storia per il suo manuale di riferimento su i Carolingi, intenzionato a rendere il suo lavoro utile a tutti. Come è stato detto in precedenza, soddisferà tutte le tipologie di pubblico: dal lettore autodidatta al docente, compreso lo studente, tutti sapranno usarlo con saggezza. Essere un bambino nel Medioevo.

Il lettore “medio” può quindi, ad esempio, preferire la lettura delle introduzioni ai capitoli piuttosto che dei testi stessi, che sono presentati sotto forma di formidabili riassunti; in modo tale che possa, se lo desidera, interessarsi ai documenti, che quindi non gli saranno - o meglio non più - sconosciuti.

L'insegnante, da parte sua, troverà in questo lavoro un eccellente corpus di testi, raccolti sotto temi tanto diversi quanto interessanti e utili: dagli "inizi della vita di un bambino" alla "vita religiosa dei bambini", l'autore ha anche trattato, alla rinfusa, i rapporti tra bambini e genitori, bambini monaci, l'educazione dei bambini all'interno dell'aristocrazia ma anche la gente comune, anche la felicità e le miserie che possono incontrare per tutta la loro esistenza.

I testi quindi vogliono essere sia utili a tutti, ma anche illustrazioni delle parole presentate dall'autore all'inizio di ogni capitolo.

Non posso quindi che consigliare a tutti coloro che sono interessati alla storia medievale di leggere quest'opera di Pierre Riché. Perché aiuta a fare il punto su una grande persona dimenticata nella storia, cioè il bambino, e perché si sta rivelando molto interessante e benefico per tutti. Perché nel Medioevo non sono solo i grandi re a combattere; non dimentichiamo che prima di essere figure eminenti della storia, furono anche bambini ...

P. RICHÉ, Essere un bambino nel Medioevo, un'antologia di testi dedicati alla vita del bambino dal V al XV secolo, Edizioni Fabert, Coll. Pedagoghi da tutto il mondo, Parigi, 2010.


Video: La crisi del 300: peste, carestie e innovazione - di Alessandro Barbero 2019 (Potrebbe 2021).