Varie

Il Dizionario delle frasi latine e greche (R. Tosi)


Quando ci si trova a confrontarsi con l'Antichità e in particolare con la sua cultura letteraria, si trovano immancabilmente frasi, frasi, che punteggiano le storie e che sono tante figure storiografiche o filosofiche che fissano stabilmente una vera tradizione quasi mnemonica, ma di cui la ricchezza va ben oltre la mera meccanica mentale. Allora chi non ha mai sentito il famoso "Vae Victis!" ”Dal leader gallico Brennos, una frase che ha anche dato origine a una serie di fumetti?

Queste piccole frasi vanno anche oltre il quadro antico e prendono forma nella nostra vita quotidiana, attorno a discussioni innocue, a volte suonano in modo, per così dire, sentenzioso. Di conseguenza, il Dizionario di frasi latine e greche di Renzo Tosi fornisce un punto affascinante su questo universo a parte, fatto di frasi brevi, a volte molto ricche di significato, inseparabili da un contesto o frutto della propaganda.

Densità e rilevanza del lavoro

Per cominciare, le notevoli dimensioni dell'opera (quasi 1.800 pagine) rivelano subito un gigantesco lavoro di compilazione e rimando alle fonti. Questa opera che sembra essere la traduzione francese di un classico italiano è inoltre aumentata da tutte le frasi di origine cristiana. L'autore ha spinto le sue indagini anche ai giorni nostri, rintracciando così nella nostra società la tenacia e l'originalità di queste piccole frasi apparentemente banali. Ma questa osservazione fattuale è di scarso interesse rispetto all'immersione tra le pagine di questo dizionario. Le frasi sono infatti dettagliate e sezionate, con ogni volta le loro occorrenze, la loro storia, le loro variazioni, i diversi autori che le hanno utilizzate ... Le spiegazioni dell'autore ti permettono di familiarizzare con un universo che può sembrare strano da allora intreccia le sue radici nelle profondità del linguaggio umano attraverso molti secoli.

Anche gli illuminati dilettanti, vedere i professionisti della storia, possono trovare il loro racconto in questo libro poiché i capitoli degli antichi autori sono scrupolosamente annotati così come il testo nella sua lingua originale. Acquisiamo chiarezza e quindi c'è oggettività scientifica. Oltre all'ovvia curiosità di questo libro, è innegabile che va sottolineato anche il suo aspetto pratico. Tutte queste frasi sono certamente famose, ma spesso non riusciamo quasi a ricordare in quali opere compaiano o in quale autore le incontriamo. È particolarmente imbarazzante durante un lavoro di ricerca in cui possiamo sprecare molto tempo su una frase usata semplicemente per illustrare, perché non ne ricordiamo più le occorrenze e parlo qui consapevolmente .

Il suo utilizzo e consultazione

La leggibilità dell'opera e la sua funzionalità sembrano in ogni caso essere state una preoccupazione in ogni momento per l'autore; infatti, oltre ad un indice molto completo (nomi propri, frasi francesi e latine), troviamo una classificazione tematica particolarmente gradita. Il libro guadagna interesse ed evita di cadere nel noioso catalogo di forme gonfie. In effetti, ci divertiamo rapidamente ad esplorare questi temi, con tutti i vecchi messaggi che trasmettono. Questo interesse per le frasi fa parte di una prospettiva molto antica, anche storica, poiché danno origine a una vera e propria tradizione che scandisce la cultura letteraria. Gli autori antichi li hanno riutilizzati, modificati, come materiale indispensabile della cultura del tempo, e li hanno anche fatti suonare con tutta la loro forza simbolica per provare la loro erudizione.

La frase in questione

Tuttavia, questa saggezza condensata, queste declamazioni sconvolgenti che sembrano contenere una forma di verità assoluta per la loro concisione, rimangono nondimeno solo frasi. Il loro valore intrinseco è così sezionato nel presente lavoro attraverso un rilevante e impertinente (l'ossimoro qui non è vano) saggio di Umberto Eco che colloca la frase al suo livello; quella di una verità già pronta che chiude il dialogo ma le cui contraddizioni possono essere solo evidenti. In ogni caso, testimoniano la ricchezza e la diversità delle tradizioni letterarie che hanno dato vita a questo brulicare sentenzioso.

Come verdetto

Per chi ama la storia ed in particolare le fonti letterarie, questo dizionario è un ausilio piacevole e divertente che tuttavia non sacrifica ad una "divulgazione" troppo grande (evitiamo gli aspetti peggiorativi di questo termine) e che quindi conserva un certo interesse scientifico. . Leggendolo ... o meglio consultandolo, non possiamo che imparare e ringraziare l'autore per il suo enorme lavoro venato di una formidabile erudizione.

Dizionario di frasi latine e greche di Renzo Tosi. Million, ottobre 2010.


Video: Tutorial di traduzione dal greco: esempio pratico livello base (Potrebbe 2021).