Le collezioni

Monaci e guerrieri. Ordini religioso-militari nel Medioevo


L'origine del libro, Monaci e guerrieri. Ordini religioso-militari nel Medioevo, nasce, durante la sua impresa, dalla mancanza di una sintesi in francese su questi ordini nati in Terra Santa durante le Crociate. Alain Demurger ha cercato di fornire una panoramica della loro storia, della loro organizzazione e della loro vita circondato da leggende di ogni tipo, in particolare non appena vengono menzionati i Templari. Ci consegna così un'opera di riferimento per scoprire questa nuova e originale forma che sono gli ordini religioso-militari dell'XIe nel XVIe secolo.

Presentazione

Quest'opera è una ristampa originariamente pubblicata con il titolo Cavalieri di Cristo. Ordini religioso-militari nel Medioevo pubblicato da Éditions du Seuil nel 2002. Si compone di tre parti principali. Il primo riguarda la nascita e l'ascesa di questi ordini, dall'XIe al XIIIe secolo. La seconda parte è dedicata all'istituzione stessa, sottolineando questa originalità nella cristianità medievale di una nuova forma di vita religiosa. Infine, una terza e ultima parte affronta la fine di questi ordini e i loro vari destini tra declino, crisi e adattamento del XIV.e nel XVIe secolo.

Rise in Power - XIe-XIIIe secolo

Se il primo ordine militare è quello del Tempio, fondato in Terra Santa nel 1120 ma legittimato dal papato solo nel 1129 al Concilio di Troyes, è molto prima che nell'Occidente cristiano si debba ricercare l'origine degli ordini religiosi. -militare. Alain Demurger affronta così la loro domanda ancor prima della loro creazione cercando le loro radici. E quest'ultimo può apparire più o meno distante. In tutta la sua opera dimostra e ricorda che questi ordini sono "un'esperienza nuova e originale" inscritta nell'evoluzione della società occidentale nell'anno Mille e che dà luogo all'incontro di due dei tre "ordini". »Di questa società medievale definita da Adalbéron de Laon, cioè l'incontro di chi prega e di chi combatte. L'autore è anche particolarmente attaccato all'etimologia dei termini usati, differenziando ad esempio la crociata dalla guerra santa. Ritorna soprattutto al contesto occidentale che porta alle Crociate.

Può così proseguire con la presentazione dei diversi ordini religioso-militari, la cui culla si trova in Terra Santa. Pensiamo naturalmente all'Ordine del Tempio oa quello dell'Ospedale, ma ci sono stati molti altri ordini di questo tipo come quello di San Lazzaro, che raccoglie e si prende cura dei lebbrosi. Alain Demurger insiste ogni volta sulla militarizzazione di questi ordini che inizialmente hanno una vocazione ben lontana da quella bellica. Si trattava di aiutare i pellegrini, anche a livello liturgico e caritativo. Tuttavia, il Tempio, assumendosi la responsabilità della loro difesa e diventando così un ordine religioso combattente, portò una novità totale nelle istituzioni cristiane, una novità che si sarebbe diffusa oltre la Terra Santa.

Questa novità si sta diffondendo soprattutto in Spagna dove si svolge la Reconquista e che vede la nascita di ordini militari specifici spesso affiliati ai Cistercensi, come l'Ordine di Calatrava ma non sempre, come l'Ordine di Santiago. Anche il Tempio e l'Ospedale sono presenti e non operano esclusivamente in Palestina. Infine, non dimentichiamo che questi nuovi ordini stanno operando nel Baltico con la "crociata missionaria".

Un'istituzione originale della cristianità medievale

In secondo luogo, Alain Demurger affronta tutte le questioni istituzionali relative a questi ordini, sia religiosi che militari, a partire dal loro governo. Come indica la prima parola del titolo dell'opera, i loro membri devono prendere i voti come per entrare in qualsiasi ordine religioso, voti di povertà, castità e carità. Questi cavalieri di Cristo, questi milizie christi seguire così o la regola di San Benedetto che prevale ad esempio tra i monaci cistercensi, o la regola di Sant'Agostino dei canonici viventi al contrario in contatto con i fedeli. Comunque, in ogni caso, sono necessari adattamenti a causa dello status militare di questi nuovi ordini. Il presente lavoro stimola così la loro evoluzione istituzionale e organizzativa, costruendosi a poco a poco e comprendendo sfumature tra ordini diversi. Come sono stati composti? Qual era la loro gerarchia? I loro privilegi? Le loro usanze? Quale giustizia è stata loro applicata? Alain Demurger è interessato anche agli uomini che li compongono. Chi erano? Quali erano le loro origini, sia geografiche che sociali? Come sono stati reclutati e ammessi? Quanti c'erano? Queste domande consentono inoltre all'autore di porne altre, come, ad esempio, la conoscenza delle regole specifiche di ogni ordine da parte dei propri membri, composti principalmente da laici analfabeti della bassa e media nobiltà.

Questo libro fornisce un vasto e completo panorama istituzionale e organizzativo di questi diversi ordini religioso-militari che evolvono con le loro molteplici missioni. Poiché spesso dimentichiamo, questi ordini non sono destinati solo alla pratica militare. Solo il Tempio è nato, sin dall'inizio, con una vocazione bellicosa, altri ordini come gli Ospedalieri o i Teutonici sono nati da una vocazione di carità e la loro successiva militarizzazione non significa la perdita di questo dovere caritativo. Al contrario, si rafforza anche nel caso dell'ordine dell'Ospedale, più volte chiamato all'ordine dal Papa. Pensiamo anche alla pratica medica che pone nuove domande, in particolare sul personale in grado di somministrare cure o sul contatto tra la conoscenza medica occidentale e orientale e la sua trasmissione.

Perché spesso dimentichiamo anche che questi ordini militari sono altrettanto presenti in prima linea: in Terra Santa, in Spagna o nel Baltico ma anche nel cuore dell'Occidente cristiano medievale. Anche questo porta a nuove domande sulla gestione delle infrastrutture occidentali e sulla loro articolazione con le zone del fronte, pensiamo ad esempio alla comunicazione o alla gestione e amministrazione dei vari e molteplici possedimenti.

Declino, crisi e adattamento? - XIV-XVI secolo

Infine, in una terza e ultima parte, Alain Demurger è interessato al futuro di questi ordini, compresi quelli di Terra Santa, che hanno conosciuto molteplici difficoltà e crisi a partire dalla fine del XIII secolo.e secolo, la caduta di Acri nel maggio 1291 che portò al ritiro di questi ordini religioso-militari a Cipro. Stiamo ancora pensando al Tempio e al famoso processo ai Templari che portò a una letteratura prolifica e appassionata non sempre molto attenta all'accuratezza storica. L'autore torna sulle varie critiche mosse a questi ordini perché i Templari erano ben lungi dall'essere gli unici ad essere inseriti nella lista nera, portando all'epoca all'idea di una "fusione" tra i diversi ordini per maggiori efficienza.

Inoltre, si sforza di analizzare questi eventi dalla prospettiva dell'Occidente cristiano e non da una prospettiva puramente nazionale come è stato troppo spesso il caso. In effetti, il re di Francia Philippe le Bel è stato spesso presentato e per una buona ragione nella caduta dell'Ordine del Tempio. Tuttavia, anche gli altri regni occidentali, che fosse quello di Giacomo II d'Aragona, Edoardo I d'Inghilterra o Carlo II d'Angiò, si sentirono preoccupati per questa situazione degli ordini religiosi. militare. Vale a dire che quest'ultimo era diventato una sorta di stato all'interno dello stato, un "ordine sovrano che trae le sue risorse da altri stati sovrani", il che è più particolarmente vero per l'ospedale e i teutonici che sviluppano stati teocratici a Rodi e in Prussia.

Alain Demurger esamina così i diversi destini di questi ordini, dalla soppressione del Tempio all'attaccamento alla corona reale in Spagna o alla secolarizzazione in Germania nel XVI secolo. Destini diversi ma che riflettono tuttavia la gestazione e la progressiva costruzione di uno Stato moderno in Occidente alla fine del Medioevo.

Concludere

In linea con il rinnovamento dell'interesse storico in Europa su questo argomento, questa nuova edizione del libro Monaci e guerrieri. Ordini religioso-militari nel Medioevo fornisce una sintesi ricca e interessante senza sembrare un dizionario o un libro di testo di storia. Infatti, al di là della sua conclusione sull'influenza del ribât musulmano su questi ordini, una bibliografia strutturata per ordini e utili allegati, Alain Demurger espone in tutta la sua opera l'originalità e la novità della loro esistenza. che è soprattutto un'esperienza spirituale intimamente legata ai poteri politici e religiosi.

Monaci e guerrieri: ordini religiosi-militari nel Medioevo di Alain Demurger. L'universo storico, 2010.


Video: Alle 8 del mattino #26 Tutti gli ORDINI MONASTICI dal 200. al XX secolo (Potrebbe 2021).