Varie

L'ultimo dei templari - Film (2011)


Conosciamo i film di Hollywood generalmente irrispettosi della veridicità storica, soprattutto quando si avvicinano a periodi come il Medioevo. L'ultimo dei Templari diretto da Dominic Sena non fa eccezione. Al contrario, ci porta in un film fantastico che oscilla tra horror e fantasy eroico privo del minimo templare.

Sinossi

L'azione si svolge presso XIVe secolo. Secondo la sinossi francese, Nicolas Cage accampa un Templare, avendo perso la fede in Dio e consumato dal rimorso per gli atti commessi durante le Crociate. Disertò e seguito dal suo compagno interpretato da un sempre simpatico Ron Perlman e tornò in un'Europa devastata dalla peste. La fonte dell'epidemia sono le maledizioni e gli incantesimi di una strega. Catturato dalle forze di un cardinale, il nostro ultimo templare è incaricato di una missione ultima, quella di scortare la suddetta strega in un lontano monastero per giudicarla e che venga eseguito su di lei un rituale purificatore.

Marketing, comunicazione e templari

L'ultimo dei Templari Non è un film storico, né pretende di esserlo. Resta il fatto che la storia non può essere legittimamente lasciata in questo modo. La prima grande ondata di peste colpì l'Occidente tra il 1348 e il 1352, quando più o meno si svolse l'azione principale del film. In anticipo, il film ci mostra le crociate attraverso scene di guerra: l'assedio di Tripoli nel 1334; la battaglia di Imbros nel 1337; la battaglia di Artah nel 1339. Tuttavia, tutte queste battaglie sono fittizie e per una buona ragione! L'ultima crociata risale al 1270-1271 e la definitiva perdita della Terra Santa risale al 1291, anno generalmente considerato come la fine “ufficiale” delle crociate.

L'ordine stesso del tempio non esiste più, sciolto in seguito al famoso processo di eresia terminato nel 1312. Il nostro eroe appare quindi solo a difendere un ordine di cui non fa parte. Non fatevi ingannare dal titolo francese del film, molto lontano dal titolo originale Stagione della strega - letteralmente la stagione della strega - perché è indubbiamente solo una questione di semplice marketing e comunicazione: a parte i primi 10 minuti del film ambientato in Oriente, non c'è Templare in questo film. Nicolas Cage interpreta nella versione originale un semplice cavaliere crociato in cerca di redenzione e non un membro dell'Ordine del Tempio.

Tutto ciò può tuttavia essere considerato come semplici errori storici e soprattutto commerciali, diremmo eufemisticamente rispetto ai numerosi e insopportabili luoghi comuni sul medioevo, i due principali dei quali sono naturalmente la giustizia medievale e la strega.

Stregoneria e giustizia

Inoltre, ci erano mancati quei due cliché, la giustizia cieca e disumana e la strega che deve essere sradicata. Come tale, la scena iniziale mostra l'esecuzione delle streghe in un modo insolito all'inizio del XIII secoloe secolo confina con un raro ridicolo. Senza essere esaustivi, torniamo rapidamente alle condizioni legali per il trattamento della stregoneria nel Medioevo. Era solo molto tardi nel secondo quarto del XVe secolo in cui compaiono le prime cacce alle streghe, cacce che raggiungeranno il loro apice in epoca moderna tra la seconda metà del XVIe e la prima metà del XVIIe secolo. Fu infatti durante il Rinascimento e durante la Grand Siècle che le donne furono perseguitate, torturate e bruciate, accusate di stregoneria. Nel medioevo, la stregoneria non era necessariamente cattiva, riguardava tanto il bene quanto il male, proprio come riguardava sia gli uomini che le donne. Se la strega è esistita nelle credenze popolari sin dall'antichità, la sua esistenza è stata negata tra gli studiosi fino al XIII secolo.e secolo e quindi dalla Chiesa, che la ricollega ad un culto pagano intorno alla luna e alla sua dea Diana. I primi segni di repressione iniziano nella seconda metà del XIII secoloe secolo ma rimase marginale fino alla fine del XIVe secolo.

La stregoneria popolare è quindi lungi dall'essere la priorità dei tribunali della Chiesa che, pur punendo lo stesso, il più delle volte evitano pene severe e quindi la morte; l'uso della tortura non lo è, inoltre ancora presente. Ciò che conta per la Chiesa è la coesione della società e restituisce i condannati al braccio secolare solo quando disturbano la società. Indovini, guaritori e ostetriche che saranno qualificati come streghe alla fine del Medioevo e durante l'era moderna non sono ancora realmente presi di mira nel XIV.e secolo. Sono integrati nella comunità, rendendola servizio e praticando rituali tra cui preghiere a dei e santi più spesso che a un demone. L'immagine trasmessa dal film appare così lontana da ogni realtà storica, in quanto non è mai toccato ai monaci che vivono reclusi nel loro monastero processare gli accusati di stregoneria.

Infine, non dimentichiamo il discorso finale del film che sottintende che la peste è una malattia dopotutto medievale, eppure c'era prima, continuando a colpire fino al XVIII secolo.e secolo in Europa. Cercheremo quindi di dimenticare il più velocemente possibile questa visione di un Medioevo decisamente oscuro e crudele dove regna l'oscurantismo religioso.

Un banale film fantasy

Mentre il film accumula ogni possibile cliché storico, accumula anche tutti i cliché dei film d'azione e dell'orrore, come il tradizionale attraversamento di un ponte sospeso con corde usurate e assi di legno tarlati. Demoni, zombi, lupi mutanti completeranno uno scenario che soffre di illogicità attorno a scene d'azione che sono spesso piuttosto morbide ma comunque distraenti per un film a metà tra L'esorcista, Il nome della rosa e Van Helsing.

Allora cosa ricordare? Che questa non è una storia sull'Ordine del Tempio? Che questo sia un banale film fantasy da prendere per quello che è: banale intrattenimento? Una cosa rimane certa, però, questo film è un insulto alla storia e in particolare al periodo medievale.

L'ultimo dei Templari di Dominic Sena, nelle sale dal 12 gennaio 2011.

Il trailer del film


Video: Film dAzione Completi in italiano Nuovo Film dAvventura Completo in Italiano (Potrebbe 2021).