Vari

Noi, Anastasia R. (Cothias e Ordas)


E se la granduchessa Anastasia, figlia dell'ultimo zar russo Nicola II, non fosse morta come il resto della sua famiglia, giustiziata dai bolscevichi in una notte d'estate nel 1918? Da questo postulato ucronico, Noi, Anastasia R., scritto a quattro mani da Patrick Cothias e Patrice Ordas, ci porta con passione nella turbolenta Europa degli anni '20.

Presentazione del libro

Il romanzo storico, Noi, Anastasia R., è diviso in tre parti, ciascuna delle quali rappresenta tre epoche cronologicamente distinte. È anche presentato nella forma originale dei diari. Così, è attraverso gli scritti - quasi cronache - dei tre protagonisti che ci viene raccontata la storia. E questa storia parte da un'ipotesi che ai suoi tempi era davvero plausibile: se uno dei membri della famiglia imperiale fosse sopravvissuto alla sua esecuzione in una cantina buia e sporca da parte dei rivoluzionari bolscevichi? In effetti, il corso di questa esecuzione ha a lungo incuriosito gli storici che erano controversi sull'assenza dei resti, poiché i Rossi hanno fatto di tutto per farli scomparire. Mentre la morte di Nicola II è stata raramente messa in dubbio, lo stesso non è stato vero per gli altri membri della sua famiglia, in particolare per sua moglie e quattro figlie, le Granduchesse. È stato solo di recente con la scoperta nel 2007 e l'identificazione nel 2008 degli ultimi due corpi scomparsi della famiglia Romanov che il caso si è finalmente concluso. In altre parole, le teorie e le ipotesi più diverse hanno potuto regnare sovrane per molti anni.

Dalla rivoluzione bolscevica al dovere della storia

La prima parte - il primo periodo - del romanzo ci immerge nel mezzo della rivoluzione bolscevica, nella città di Ekaterinburg nell'estate del 1918. Vi scopriamo la vita quotidiana dello zar, della sua famiglia e dei suoi pochi fedeli servitori nonché quella dei loro carcerieri bolscevichi nella loro prigione: la Villa Ipatiev. L'atmosfera appare molto ben resa con una reale preoccupazione per i dettagli storici, in particolare sui diversi personaggi della famiglia imperiale, mentre l'inevitabile si avvicina gradualmente: la loro esecuzione che ignorano ma che noi lettori stiamo gradualmente assistendo. impostare. Ma ora, una delle figlie dello zar fugge, salvata da Félix Volodin, un ufficiale leale e spia infiltrata perdutamente innamorata.

Il romanzo può quindi cambiare registro nella seconda parte con il volo e la nuova vita della giovane e impetuosa Anastasia attraverso un pericoloso viaggio dagli Urali alla Parigi degli anni Venti passando per Berlino. La Granduchessa deve fingere di essere morta perché le spie di Tcheka sono in cerca di preda e faranno di tutto per farla scomparire. Ancora una volta, Patrick Cothias e Patrice Ordas riescono a riprodurre perfettamente l'atmosfera di quegli anni mentre ci lasciamo trasportare via via dalla bellissima storia d'amore tra Anastasia e il suo salvatore Felix, che per proteggerla crea un doppio che esisteva davvero nella persona di Anna Anderson.

La terza e ultima parte del romanzo ci riporta a un passato più vicino, a circa sessant'anni dagli eventi del 1918. Se a priori, possiamo dubitare del suo interesse, soprattutto con il suo finale di un misticismo completamente rasputiniano - lo apprezzeremo o meno - gli autori ne approfittano per avvicinarsi a un argomento storico molto interessante, quasi anche storiografico. È davvero la questione della scrittura della storia e del negazionismo. Ed è molto apprezzabile vedere un argomento così delicato affrontato - ma con ottime ragioni - in questo romanzo.

Concludere

Quindi, se siamo una buona parte della storia in mezzo all'ucronia, paradossalmente non siamo mai molto lontani dalla realtà storica come dimostra l'appendice molto interessante e davvero utile che fa il punto sulla vera storia di Anastasia. Gli autori, Patrick Cothias e Patrice Ordas sono riusciti nella difficile sintesi tra finzione e storia per fornire un romanzo coinvolgente e interessante.

Patrick Cothias e Patrice Ordas, Nous, Anastasia R., Éditions Grand Angle, 2011.


Video: ВЛОГНОВЫЕ АРОМАТЫЗНАКОМСТВО С АРОМАТАМИ (Potrebbe 2021).