Informazione

I trenta gloriosi


L'espressione "Les Trente Glorieuses" è tratta dal titolo dell'opera scritta da Jean Fourastié e pubblicata per la prima volta nel 1979. L'autore, facendo eco ai tre giorni rivoluzionari del 1830, parla dei Trente Glorieuses come di un " rivoluzione invisibile " caratterizzato da trent'anni di espansione economica tra il 1946 e il 1975. I cambiamenti, di vario genere, riguardano la demografia, la diversità delle attività ricreative, la terziarizzazione, i nuovi beni capitali o anche l'aumento della scolarizzazione e del potere d'acquisto. Destinato storici, Agli economisti e a Pubblico generale, questo lavoro reso popolare attinge a una varietà di fonti per far luce sui progressi di questo periodo.

Dopo il secondo Guerra globale, Francia è indebolito moralmente e soprattutto economicamente. È con l'aiuto di piano marshall che riuscirà ad alzarsi. Si tratta di un aiuto economico di tredici miliardi di dollari fornito nel 1947 dagli Stati Uniti a sedici paesi per aiutare a ricostruire un'Europa devastata. Il esplosione delle nascite aiuterà a stimolare il consumo e la produzione. In trent'anni la popolazione francese è passata da 40 a 53 milioni di abitanti e ha saputo mettersi al passo con la sua arretratezza tecnologica nei confronti degli Stati Uniti. Nel 1975, Francia è diventato urbanizzato e terziarizzato. Per studiare questo periodo, Jean Fourastié, diffidente nei confronti di teorie eccessivamente astratte, preferì un approccio empirico basato il compilazione statistica e osservazione storica.

Un'opera resa popolare

Jean Fourastié è specializzato in un tipo specifico di lavoro: il processo economico pubblico generale che da allora si è amplificato. Vivace e con uno stile "parlato", il suo studio è suddiviso in tre parti. La prima, basata sui fatti, discute senza spiegare i vari mutamenti in campo economico e sociale. La seconda rivela le ragioni di tale espansione, e la terza esamina le conseguenze ei limiti di questo periodo attraverso le disuguaglianze di reddito escluse e persistenti.

Per aiutare il lettore a capire meglio i suoi pensieri, mette a confronto due villaggi: Madeira e Cessac, che in realtà formano uno e lo stesso villaggio: Douelle e che viene analizzato prima e dopo i Trente Glorieuses. Lo studio è punteggiato da fonti ricche e varie. L'autore illustra le sue osservazioni con tabelle statistiche, estratti da opere di sociologi, storici, politici e si basa anche su testimonianze. Cita in particolare il libro di Jean Jaurès, un parlamentare socialista, dal titolo Storia socialista che gli permette di conoscere lo stipendio medio di un lavoratore sotto il vecchio regime.

Inoltre, per ricostruire conversazioni tipiche su come i francesi percepiscono il progresso tecnico dei Trente Glorieuses, Jean Fourastié ha utilizzato questionari dati agli studenti, parole di ascoltatori durante conferenze, giornali e televisione. . Questo progresso è quindi visto come una necessità. ecco conversazioni di esempio relativi a beni strumentali: "Hai fatto un bagno quest'anno?" - È necessario. Li hanno tutti. "" Adesso hai una macchina, non possiamo farne a meno. Andare al lavoro in treno non era più possibile. "" Hai il telefono? - Sì, è molto comodo; non scriviamo più. " "Ma è tutto questo costoso? - Sì. Abbiamo preso in prestito da Crédit Agricole ”.

Ampio utilizzo di fonti statistiche

L'autore ha utilizzato numerose tabelle e grafici statistici per confrontare le situazioni economiche e sociali del 1946 e del 1975. La sua fonte principale è l'I.N.S.E.E. Questo è l'Istituto Nazionale di le statistiche e studi economici che ha sostituito il National Statistics Service nel 1946 e che doveva condurre un gran numero di di indagini e di censimenti. Considera l'I.N.S.E.E una fonte affidabile e indispensabile: " Dobbiamo quindi accontentarci degli indizi. Il meglio ci sembra fornito da I.N.S.E.E. (sempre lui!) ... ". Queste tabelle provengono dalla pubblicazione mensile Economia e statistica ma anche altre pubblicazioni come Dati sociali, Directory statistiche.

Utilizza anche studi di S.E.I.S, il Dipartimento di Informatica e Statistica per ottenere il numero di alunni e studenti a tempo pieno dal 1963 al 1975. Tuttavia, si confronta con le difficoltà legate alla scarsità di fonti e alla scarsa precisione di alcuni censimenti. I margini di errore possono arrivare fino al 15%. Inoltre, gli indici del costo della vita calcolati da la CGT e I.N.S.E.E.non corrispondono.

A proposito di Jean Fourastié

Il nostro autore è sia storico che economista, membro della commissione urbanistica e laureato alla Libera Scuola di Scienze Politiche. A partire dal il secondo Guerra in tutto il mondo, ha iniziato una carriera come consulente economico. È anche un file Università nominato nel 1947 professore all'Institut d'Etudes Politiques di Parigi e, nel 1960, professore al Conservatorio Nazionale di Arti e Mestieri. In parte ha scritto le sue ricerche con sua moglie e sua figlia. I più significativi sono La grande speranza del XX secolo e Le 40.000 ore, pubblicato rispettivamente nel 1949 e nel 1965. Fu uno dei primi a studiare questo periodo di espansione con Colin Clark, un economista britannico e autore di Le condizioni del progresso economico. Pubblicato in 1979, il lavoro su Trenta gloriosi ha avuto un tale successo che è stato oggetto di diverse ristampe e numerose traduzioni. La ristampa del 2004 include un'introduzione del brillante economista Daniel Cohen.

Jean Fourastié è morto nel 1990 a Douelle e ha lasciato una famosa espressione e un'opera di qualità. Ha saputo fare un passo indietro e dare un nome a questo periodo di trasformazione economica e sociale. Il Premio Fourastié testimonia il ruolo chiave dell'economista e il suo successo. Un comitato è stato creato a suo nome nel 1998 da intellettuali francesi e stranieri per promuovere e premiare le opere che ampliano quella di Jean Fourastié. Questo premio è stato assegnato in particolare allo storico Jacques Marsiglia nel 2005 per il suo libro: La guerra delle due Francia: quella che avanza e quella che rallenta pubblicato nel 2004. Questo libro riprende i Trenta anni gloriosi e analizza gli ultimi trent'anni (dal 1975 al 2005) come un periodo di arricchimento e competitività che prolunga lo sviluppo del nostro Paese

Les Trente Glorieuses di Jean Fourastié, letteratura Hachette, 2004, 288 pagine, € 8,40, disponibile nel nostro negozio.


Video: Rosario per lItalia - domenica 6 dicembre 2020 ore 19,30 (Potrebbe 2021).