Vari

La storia della Francia (Labrune, Toutain, Zwang)


I lavori sulla storia della Francia sono numerosi, di qualità molto disomogenea (lo abbiamo visto di nuovo con i recenti La storia di France for Dummies) e destinato a un pubblico diversificato. In questa forte concorrenza, la casa editrice Nathan scommette sulla semplicità e sulla chiarezza, con questo Storia della Francia, pubblicato nella raccolta Repères Pratiques, e destinato a un vasto pubblico di alunni e studenti.


Cronologia e iconografia

Mentre i dibattiti infuriano sul posto della cronologia nell'insegnamento della storia, gli autori di questo libro di testo prendono questa angolazione senza alcuna ambiguità. Senza decidere questa domanda, ci sembra che non sia necessariamente una cattiva idea non dimenticare completamente alcuni punti di riferimento cronologici, e possiamo dire fin da subito che questo è uno dei punti di forza di questo libro. È suddiviso in otto parti, dalla Preistoria al XXI secolo, e la sua pianta è immutabile per ogni parte: a sinistra una cronologia, a destra un tema preciso (carattere, fenomeno culturale, mutamento politico, ecc.). È inoltre illustrato da un'abbondante iconografia, riprendendo le immagini classiche della storia di Francia (il dipinto di Royer sulla resa di Vercingétorix, il ritratto di François Ier di Clouet, quello di Napoleone di Ingres, ecc.) E alcuni altri benvenuto; ci dispiace solo che non siano sempre sottotitolati. Il layout è comunque chiaro e di facile lettura o solo sfogliabile. Notiamo anche alcune mappe, semplici ma precise.

Cliché storiografici?

Il grande svantaggio dei libri di storia destinati al grande pubblico, e ancor di più quando si tratta della storia della Francia, è l'accumulo di luoghi comuni e idee ricevute, o la glorificazione di grandi personaggi (anche nel "Altermanuels" ...). Allo stesso modo, questa idea della continuità della Francia tra l'antichità e l'era contemporanea. Il libro non evita questa trappola, anzi, risale addirittura alla preistoria, scomodo in un approccio puramente storico. Il manuale non evita nemmeno i grandi uomini (la copertina parla da sola), ma non è un problema in sé, tutto dipende da come vengono avvicinati. D'altronde, e questo è un punto significativo e positivo, evita molti luoghi comuni e torna anche ad alcuni dibattiti storiografici: re pigri, Giovanna d'Arco, Robespierre, Jules Ferry, ... Certo, è succinto e anche troppo veloci il più delle volte (le invasioni barbariche per esempio, che avrebbero meritato di essere più messe in discussione), ma possiamo accogliere con favore l'avvicinamento. Proprio come quello di affrontare temi più ampi della storia politica o della storia della battaglia, con, ad esempio, pagine dedicate alle cattedrali, al Rinascimento, all'Illuminismo o agli impressionisti. Siamo qui con uno spirito vicino ai libri di testo, dove la storia dell'arte sta prendendo sempre più posto.

Per quale pubblico?

La fine del libro include interessanti appendici, che possono essere utilizzate come file: genealogie (semplificate) dei re di Francia, elenco dei capi di stato dal 1792, piccola biografia dei presidenti da Auriol a Sarkozy, e soprattutto un lessico . Tutto ciò è utile, ma contrariamente a quanto afferma l'editore, il manuale non è destinato a un pubblico così vasto. La sua semplicità lo rende di facile accesso, pratico per la cultura generale e per gli studenti delle scuole medie e superiori. D'altronde è decisamente troppo breve per gli studenti universitari, e ancor di più per quelli delle classi prescolari o che superano gli esami competitivi (al massimo per il CRPE). Tuttavia, conoscendo queste riserve, possiamo qualificare questo libro come piacevole, con un approccio piuttosto positivo in vista della concorrenza e molto pratico da avere a disposizione per colmare una svista o una lacuna su un semplice punto della storia della Francia. .

Gli autori :

Gérard Labrune è ispettore dell'educazione nazionale in storia e geografia.

Philippe Toutain è certificato in storia e geografia.

Annie Zwang è una professoressa di storia.

- G. Labrune, P.Toutain, A. Zwang, La storia della Francia, Collection Repères Pratiques, Nathan, 2011, 160 p.


Video: 47 - Ucronia: E se la Rivoluzione Francese fosse fallita? Pillole di Storia con BoPItalia (Potrebbe 2021).