Varie

Storia dell'insegnamento (M. Colas)


La professione di insegnante di storia e geografia ha subito molti sconvolgimenti negli ultimi anni, tra riforme formative (il famoso "mastering"), cambiamenti nei programmi, storia delle arti, o il passaggio facoltativo di questo insegnamento in Terminale S. A questo, dobbiamo aggiungere tutto ciò che riguarda l'istruzione in generale, gli sviluppi tecnici tra gli altri (lo strumento informatico). Il libro di Martin Colas, Insegna la storia. Tra libertà e responsabilità (Sedes), mira ad aiutare il futuro insegnante di storia a orientarsi.


Un nuovo contesto per l'insegnante di storia

Riforma della formazione, base comune e libretto delle competenze, nuovi programmi (al college e al liceo), ICT sempre più presenti e indispensabili, ... l'insegnante di storia deve affrontare una vera rivoluzione, pur trovandosi sempre confrontato con le responsabilità della sua professione di insegnante, che peraltro in una disciplina regolarmente presente in il dibattito pubblico, soprattutto negli ultimi anni su questioni commemorative o più recentemente su programmi ("scomparsa" di grandi uomini, ecc.).

L'autore propone quindi a "Guida per riflettere su temi di attualità nell'insegnamento della storia e per prepararsi agli esami orali, ma anche per l'insegnamento". Il libro è strutturato, da bravo storico, in tre parti: quale storia per la scuola? Perché insegnare storia a scuola? Come insegnare storia a scuola?

Quale storia per la scuola?

Il primo capitolo di questa guida è molto classico, poiché inizia con una storia dell'insegnamento della storia in Francia, dalla Rivoluzione ai giorni nostri, con una parte importante data alla Terza Repubblica, "Madre della storia".

Entriamo quindi in una parte più interessante poiché riguarda il modo di fare storia oggi, attraverso la realizzazione di programmi ad esempio, il luogo della cronologia o più recentemente della storia delle arti.

Infine, l'ultima parte di questo capitolo affronta due questioni fondamentali per l'insegnante di storia: la questione del "romanzo nazionale" e quella del dovere della memoria / dovere della storia.

Perché insegnare storia a scuola?

Il secondo capitolo entra un po 'più nel cuore della questione mettendo in discussione gli scopi della professione di insegnante di storia.

Scopi intellettuali prima, per "Comprendi la storia" e servire il pensiero critico. Finalità civiche quindi, con il ruolo dell'insegnante di storia in "Educazione alla cittadinanza".

Infine, scopo culturale, con a "L'obiettivo sociale di una cultura condivisa", compresa la storia dell'immigrazione e la storia delle donne.

Come insegnare storia a scuola?

Infine il metodo e gli strumenti. Innanzitutto, come vai da "Dalla storia accademica alla storia scolastica", inserendo i diversi metodi nel loro contesto (tendenze storiche) e sottolineando la storia economica e sociale e la storia politica.

Allora, come lavora l'insegnante di storia, con quali strumenti? Domanda importante nel contesto della graduale implementazione di strumenti informatici e digitali. Qui, l'autore sottolinea più particolarmente l'importanza del documento, che è essenziale tanto nell'insegnamento della storia quanto nella ricerca e nella professione di storico in generale. Vengono affrontate anche le domande sulla storia e sulla conferenza.

L'opinione diStoria per tutti

Le appendici al libro sono ricche, con testi ufficiali e una bibliografia tematica molto pratica.

In tutta la sua guida, Martin Colas rimane molto vicino ai testi ufficiali precisamente, tornando alle abilità, alla base comune, alle istruzioni del programma. Il suo libro è quindi utile per un candidato a concorsi, ma anche per un insegnante più esperto che vorrebbe rinfrescare un po 'l'approccio alla sua professione partendo da un libro chiaro e ben strutturato. Certo, la maggior parte dei temi del libro si possono trovare in altri libri di testo, come la storiografia, ma ha il pregio di essere una buona sintesi, pratica da usare.

D'altra parte, non possiamo che rimpiangere la virtuale assenza di geografia e educazione civica (anche se l'autore cerca di giustificarla alla fine dell'introduzione). Questo è purtroppo troppo comune nei libri di testo dei concorsi, ma il CAPES è davvero quello di storia-geografia, e il professore è anche responsabile dell'ECJS. Si interroga su queste tre discipline e su come insegnarle non solo ciascuna, ma anche di più per coordinarle. La logica e lo spirito di questa professione vorrebbero quindi in definitiva emergere come una vera guida per insegnanti che comprenda storia, geografia ed educazione civica.

Informazioni sull'autore: Martin Colas è un professore universitario di storia, geografia e educazione civica.

- Sig. Colas, Insegna la storia. Tra libertà e responsabilità, Sedes, 2011.


Video: Come hanno fatto i rapidi processi catastrofici a formare il Grand Canyon? - Dr. Steve Austin (Potrebbe 2021).