Interessante

The British Century (collettivo)


Il 19 ° secolo è "il secolo britannico", quando la Gran Bretagna stabilisce il suo impero su gran parte del mondo. I suoi mezzi sono molto vari e non si limitano alla pressione o all'intervento militare. Si parla persino di un "Impero informale" al di fuori dell'Impero. Comprendere questa dominazione britannica sarebbe fondamentale per comprendere la globalizzazione odierna, che ne sarebbe solo un'estensione. Tuttavia, il lavoro collettivo, Il secolo britannico, sulla base delle ricerche più recenti, va contro questa idea preconcetta.

Il XIX secolo, "il secolo britannico per eccellenza"

Nella sua introduzione, A. Enders insiste sul fatto che il lavoro non è in "Revisionismo storico" rendendo l'Impero britannico del XIX secolo "L'ostetrica del mondo moderno", ad esempio con la diffusione di idee liberali. Al contrario, l'Inghilterra ha fatto un ottimo lavoro nel dare forma al secolo che ha dominato.

L'originalità del libro è la diversità dei suoi autori (inclusa la loro nazionalità) e il loro campo di studio, che va oltre l'Inghilterra e lo stesso impero britannico. L'ambizione è quindi quella di presentare aspetti originali della storiografia del mondo britannico, in pieno risveglio negli ultimi anni, anche in Francia, come testimonia la presenza nei concorsi del tema "Il mondo britannico, 1815-1931". insegnamento di Storia (aggregazione e CAPES) negli ultimi tre anni.

Circolazioni imperiali

Il primo tema del secolo britannico, "Circolazioni imperiali" ("Circolazioni" da intendersi in senso lato), ritorna anzitutto ai dibattiti storiografici intorno alla società britannica e al suo rapporto con l'Impero (articolo di F. Bensimon), dibattiti molto vivaci in Gran Bretagna. La storica britannica Catherine Hall affronta la storia della tratta degli schiavi e della schiavitù, un tema importante nella storiografia dell'Impero. Gli altri due articoli (di J.M. MacKenzie e V. Caru) si concentrano sui musei delle colonie britanniche e sulle "coincidenze" tra la gestione coloniale degli alloggi sociali a Bombay e gli sviluppi sullo stesso argomento nella Francia metropolitana.

Controllo del mondo

Il tema successivo chiede come stanno facendo gli inglesi per controllare il mondo nel loro migliore interesse. Ciò richiede interventi in diverse forme, anche nelle zone dove non sono presenti in forza, soprattutto militarmente. Si cita quindi l'esempio del Condominio anglo-egiziano sul Sudan (articolo di A-C. De Gayffier-Bonneville), quello dell'Arabia, un "Punto bianco" (D. Foliard) sulla mappa del mondo britannico (studiato, da parte sua, da I. Avila). Infine, J-F. Klein spiega il ruolo dell'oppio, "Un'arma imperiale" che ha permesso alla Gran Bretagna di esercitare la sua influenza in Asia, in particolare a spese della Cina.

Impero fuori dall'Impero

L'ultimo argomento trattato è l'originalità principale del libro, poiché lascia il "mondo britannico" per concentrarsi sull '"Impero informale". Questo è prima di tutto il caso delle monarchie portoghese e brasiliana, "Sotto protezione britannica", che è studiato da A. Enders. Quindi, G. Verdo confuta la saggezza convenzionale secondo cui è stata la rivoluzione francese a influenzare le rivoluzioni indipendentiste latinoamericane, prima di mostrare il "ruolo decisivo" dell'Inghilterra in questo processo. In finale. Dupont spiega la realizzazione del bestseller di Samuel Miles, Self Help, e la sua influenza nel riformismo arabo del XIX secolo, e quindi a lungo termine nei nazionalismi arabi ed egiziani.

Avviso di storia per tutti

Il lavoro collettivo Il secolo britannico è in prima linea nella storiografia del mondo britannico e dell'Impero nel XIX secolo. Questa è la sua grande qualità, ma anche il suo limite. In effetti, è destinato principalmente a studenti e ricercatori che lavorano su questo argomento e sarà essenziale per loro. Un pubblico più ampio, invece, avrà difficoltà a trovare il proprio racconto e dovrà rivolgersi a opere o libri di testo più generali, soprattutto quelli usciti durante i concorsi (consigliamo quello pubblicato da Atlande).

- F. Bensimon, A. Enders, Il secolo britannico. Variazioni sulla supremazia globale nel XIX secolo, PUPS, 2012, 370 pagg.


Video: How did The British Empire rule the World? (Potrebbe 2021).