Le collezioni

Echelon e l'intelligence elettronica americana (C. Delesse)


Echelon, una vasta rete di spie elettroniche su scala planetaria organizzata dagli Stati Uniti e dai suoi alleati, inevitabilmente paragonato al "Grande Fratello", suscita non solo fantasie per il suo carattere molto segreto, ma anche molte polemiche.

La difficoltà di storicizzare il soggetto

Presentato come dottore in scienze dell'informazione e specialista in intelligenza economica, C. Delesse non è uno storico nel senso stretto del termine. Senza voler essere settari, studiare Echelon e l'intelligenza elettronica è storicamente una sfida: la rete Echelon è conosciuta solo attraverso testimonianze di ex ufficiali dell'intelligence o rivelazioni fatte da politici, o anche attraverso indagini condotte da giornalisti investigativi. In questo senso l'approccio dell'autore non è puramente storico per quanto riguarda il metodo utilizzato, a causa dell'inaccessibilità delle fonti.

Tuttavia, va notato che questo lavoro, pubblicato da Ouest France, è ancorato alla raccolta "Spionage" prodotta con la collaborazione del CF2R (Centro francese di ricerca sull'intelligence), in cui sono stati pubblicati diversi seri lavori di divulgazione sui temi. intelligenza.

Le origini della rete Echelon

La rete Echelon ha le sue radici nella seconda guerra mondiale, un conflitto durante il quale Stati Uniti e Regno Unito hanno istituito un sistema di sorveglianza elettronica. L'accordo tra i due paesi, soprannominato UKUSA, si sta espandendo rapidamente in Canada, Australia e Nuova Zelanda. I servizi di intelligence elettronica di ciascuno di questi paesi collaboreranno quindi alla creazione di varie stazioni di intercettazione che attraversano l'intero globo. Rivolta prima contro l'avversario comunista, questa rete è strettamente dominata dalla top secret National Security Agency (NSA), un'agenzia creata nel 1952 specializzata in intelligence elettronica, ed è posta al servizio degli interessi americani. Infatti, le direttive della raccolta dei SIGINT (o "intelligence di origine elettronica") sono date dagli Stati Uniti, tramite ufficiali posti a fianco dei servizi alleati.

Dopo il crollo dell'URSS nel 1991, nuove questioni permetteranno di legittimare la sostenibilità di questa rete: la lotta al terrorismo, la necessità di garantire il predominio degli Stati Uniti in termini di informazione, nonché la questione contenzioso di intelligence economica. Allo stesso tempo, si sono moltiplicate le rivelazioni sul funzionamento e l'organizzazione della rete Echelon.

La sfida della rete Echelon e dell'intelligence elettronica americana

La NSA e la rete Echelon sembrano quindi capaci di vedere tutto, sapere tutto, dalle intercettazioni delle comunicazioni, elaborate e poi analizzate sia da computer ultra potenti che da analisti umani. Tanto più che la NSA è stata accusata in numerose occasioni di non rispettare le libertà individuali, sacrosante negli Stati Uniti, attirando critiche da parte di ONG e organizzazioni che difendono le libertà. Critiche arrivano anche dall'estero, soprattutto europei, preoccupati per l'utilizzo della rete Echelon a fini economici: si dice che sia stata utilizzata per consentire alle aziende americane di vincere gare d'appalto. Se il Parlamento europeo ha aperto per un certo periodo un'indagine all'inizio degli anni 2000, non ha avuto alcun risultato reale.

Queste critiche all'intelligence elettronica statunitense riflettono l'ampiezza della sua infrastruttura e le sue capacità di intercettazione, elaborazione e analisi. Le questioni relative alla difesa informatica, all'intelligence elettronica e alla sicurezza informatica stanno diventando cruciali man mano che il cyberspazio diventa centrale e si profila una guerra dell'informazione.

Alla fine, questo libro ha alcune limitazioni. C'è, come abbiamo sottolineato, il problema delle fonti utilizzate dall'autore, che non offrono sufficiente attendibilità storica. Un'altra trappola, gran parte del lavoro appare non solo tecnica ma anche "compilativa" quando l'autore elenca le numerose stazioni di ascolto che compongono la rete Echelon. Al di là di questi limiti, questo libro rimane un interessante strumento di riflessione intorno alla questione del ruolo, controllo e diffusione delle informazioni nelle nostre società contemporanee.

Echelon e l'intelligence elettronica americana, di Claude Delesse. Edizioni Ouest-France, 2012.


Video: Денис Янович Основы масс-спектрометрии (Potrebbe 2021).