Vari

Henri IV: L'unità della Francia (N. Milovanovic)


Nella serie di biografie scritte dai relatori alla Reggia di Versailles, ecco una nuova opera che riguarda Enrico IV. Nicolas milovanovic, capo curatore del Museo nazionale del castello, presenta la vita privata del giovane Navarra e tutti i suoi successi per unificare la Francia, in campo politico, finanziario ed economico, una volta che sarà salito al trono.

Henri IV, l'Unità di Francia

Questo bellissimo libro inizia con la storia della sua vita privata, impreziosita da un bellissimo ritratto di Henri da bambino, una rappresentazione dei suoi genitori, suo nonno e il castello della sua nascita a Pau, in un ambiente sfavorevole: un padre cattolico, una madre calvinista, con continui cambi di residenza, fino ad essere alle cure di Caterina de Medici.

Segnato dall'assassinio dello zio a Jarnac, turbato dal matrimonio forzato con Margot, poi dalla morte della madre, diventa re di Navarra, fugge da Saint Barthélémy (per il quale scopriamo diversi dipinti) e ritorna nel sud-ovest per radunare le persone alla loro causa, diventando il leader dei protestanti e l'opposizione alla nascente Lega. Di fronte a questa ascesa al potere, Enrico III si avvicinò alla Navarra che era quasi sul trono quando morì il duca di Guisa, ma "il re è morto, viva il re Enrico IV".

Ha poi ereditato una Francia nel mezzo della crisi religiosa ed economica dopo i rigidi inverni, ma si è unito solo a un sesto delle province francesi. Ha quindi intrapreso una serie di battaglie come Ivry nel 1590, Arques nel 1590, l'assedio di Parigi, di cui possiamo ammirare le bellissime rappresentazioni visibili altrove al Palazzo di Versailles. Ma di fronte alla potente Lega finanziata dalla Spagna, il re sentì che poteva davvero diventare re di Francia solo rinunciando al calvinismo, cosa che fece nel luglio 1593, poi sconfiggendo gli spagnoli a Fontaine-Française in 1595.

Enrico IV riteneva di esserci riuscito: nel 1598 fu firmato l'editto di Nantes; Sully al suo fianco, raddrizzò le finanze fino a raggiungere un avanzo nel 1605; il matrimonio con Margot viene annullato; Henri sposò Marie de Médicis nell'ottobre 1600 e nel settembre 1601 nacque il Delfino, una vera famiglia reale rappresentata su un superbo dipinto di Peter Paul Rubens. È un uomo felice che si prende cura della sua famiglia e si approfitta dei suoi figli.

Durante questi tre anni di pace, il re intende ricostruire il regno: sviluppare Parigi con il Pont Neuf, Place des Vosges, il Louvre dove installa botteghe di artisti e artigiani per creare prodotti di lusso in Francia e non importarli più, sviluppare Fontainebleau e avviare la costruzione del castello Neuf de Saint Germain. Non dimentica di rafforzare le fortificazioni per preservare il suo regno e i paesi circostanti, per i quali Sully propone di creare "una repubblica europea" con un raduno di quindici paesi!

D'altra parte, deve salvaguardare la pace e andare in campagna per dichiarare guerra agli Asburgo per recuperare i territori di Cleves e Juliers. Ma prima, dovette affidare il regno a Maria e incoronarla reggente nel maggio 1610. Il giorno successivo, fu assassinato, dopo due tentativi falliti di Ravaillac, che ci fu presentato in più modi così come la sua tortura.

Il popolo dimenticò rapidamente le loro numerose conversioni e le loro numerose amanti, il "buon re Henri" passò alla leggenda: allevato "nel modo più duro", il pennacchio bianco come segno di manifestazione, soprannominato il "verde galante" in grado di rendere buoni servizi alle dame), il buon padre di una famiglia maestro dell'educazione dei suoi figli, istigatore della gallina, uno dei rari re ad essere stato rispettato all'inizio della Rivoluzione fino al 1792 essendo risparmiato nelle canzoni dei sans-culottes.

La nostra opinione

È sempre un piacere sfogliare una nuova biografia vivente in questa serie. Il testo è suddiviso in piccoli capitoli, impreziositi da superbi dipinti di maestri e / o anonimi, per lo più visibili alla Reggia di Versailles, ma anche al Louvre. Questo rende facile immaginare il personaggio e la sua famiglia e l'ambiente politico, e la cronologia alla fine del libro ci aiuta a memorizzare tutta la sua vita.

È anche l'occasione di un ricordo della storia della Francia, con le guerre di religione, l'elezione di Henri d'Anjou in Polonia, la sua ascesa al trono di Francia sotto il nome di Enrico III, così come la sua fine.

Henri IV: L'unità della Francia, di Nicolas Milovanovic. Edizioni Ouest-France, 2012.


Video: Vive Henri IV. Les Ménestriers. (Potrebbe 2021).