Informazione

Combattenti ferroviari: un treno per Sedan - BD


Una nuova serie lanciata sulle rotaie dei fumetti storici! Tra un intrigo che si preannuncia tra i più avvincenti e una grafica di qualità che delizierà gli appassionati di ferrovia, questo nuovo fumetto immerge il lettore nel cuore del tumulto, stretto tra i convogli di profughi e le truppe francesi che tentano di fermare l'inesorabile anticipo dei panzer tedeschi che corrono su Sedan. Lanciata in una grande ricerca di identità, la tumultuosa Julie condurrà Vilmot, il ferroviere, nella bocca del lupo.

Sinossi

Ma nel 1940, mentre i panzer tedeschi del generale Guderian attraversavano le Ardenne, tre ferrovieri guidarono la loro vecchia locomotiva fino a Sedan. È lì che la guerra li raggiunge, sotto gli ululati delle sirene di Stukas che bombardano la stazione e dei treni che cercano in qualche modo di portare soldati e rifornimenti al fronte mentre evacuano i civili verso l'interno. dal paese. Fu anche in questa città, che stava per vivere la sua terza occupazione tedesca dal 1870, che incontrarono Julie. Orfana cresciuta dalle sorelle, Julie è una giovane donna dal carattere forte, Sedan che ha combattuto in Spagna nelle Brigate Internazionali, riconvertita nel furto della periferia parigina, recentemente tornata nella sua città natale fino a ritrovarsi costretto a fuggire ... Tra i ferrovieri che volenti o nolenti lo prendono sotto la loro ala protettrice: Lefèvre il veterano sanguigno comunista di Verdun, Méhu il giovane che ha una cotta per il selvaggio, e infine Vilmot il mecru (meccanico stradale) tormentato tra la sua volontà fare il meglio e la prudenza che viene costantemente criticata. Ma in queste ore drammatiche, i fantasmi del passato riaffiorano e Julie guiderà i ferrovieri in un pericoloso ritorno a Sedan alla ricerca di un ipotetico padre. Allo stesso tempo, un ufficiale tedesco dalla faccia sfregiata si precipita verso Sedan con la ferma intenzione di saldare alcuni conti personali in sospeso dal 1918 ...

La nostra opinione

"Un treno per Sedan" essendo il primo volume della saga "Les Combattants du rail", il tempo è impiegato per porre i personaggi principali e il doppio intrigo che forma lo scenario: da un lato un ufficiale tedesco in cerca di vendetta, e dall'altra, la ricerca di identità di Julie e la sua associazione con Vilmot, che sta gradualmente prendendo la via della resistenza attiva. Quindi, da questo primo volume, possiamo sentire i semi di una grande avventura che si preannuncia ricca di azione e colpi di scena! Questo scenario è ovviamente una finzione, tuttavia ha il grande merito di evocare i dipendenti della SNCF durante la seconda guerra mondiale: il loro pericoloso servizio per rifornire l'esercito o evacuare i civili, ma anche la loro partecipazione attiva alla resistenza. La scelta di questo tema ci sembra la più oculata per controbilanciare un po 'nella memoria collettiva l'immagine degli addetti alle ferrovie, offuscata dalla loro partecipazione alla deportazione durante i momenti "terribili" e "fatali" (per

per usare le parole di Guillaume Pepy, presidente della SNCF) dell'occupazione. In un certo senso questo fumetto ci ricorda anche che i ferrovieri non erano solo collaborazionisti (volontari o vincolati), ma era anche un ambiente che, ricco della sua cultura sindacale, sapeva mettere in piedi cellule di resistenza e ostacolare l'invasore tedesco.

Il livello di linguaggio e il disegno sono realistici. Infatti da un punto di vista grafico non preoccuparti di riconoscere determinate armi e veicoli, siano essi aerei o, ovviamente, locomotive! Gli appassionati di treni si divertiranno a trovare alcune vecchie macchine come la Mountain EST. 241. Questi ultimi rischiano di stringere i denti quando vedono i bombardieri tuffarsi sulla bellissima locomotiva a vapore ... La colorazione di Nicolas Caniaux supporta perfettamente questo realismo che emerge dal disegno di Cédric Hervan per una resa molto bella, soprattutto per le scene notturno illuminato dal fuoco o dalla pallida luce della luna.

Per concludere, abbiamo una nuova serie che inizia con il piede giusto prendendosi il tempo per rappresentare una trama avvincente con personaggi tormentati che aspettano solo di affermarsi ed evolversi di volume in volume. Abbiamo anche un design di qualità che dovrebbe soddisfare le ferrovie. Il fatto che questo fumetto abbia tutte le carte in regola per far rivivere la memoria dei combattenti ferroviari, forse oggi più efficacemente dei monumenti ai caduti e delle targhe commemorative davanti alle quali centinaia di viaggiatori transitano quotidianamente in città. indifferenza generale ...

Sceneggiatura: Thierry Lamy

Disegni: Cédric Hervan

Colori: Nicolas Caniaux

Edizioni: Zéphyr

Combattenti ferroviari:

- Un treno per Sedan


Video: Come fa un MACCHINISTA a sapere QUANDO FRENARE? (Potrebbe 2021).