Varie

The Gathering Ireland 2013: un anno festivo in Irlanda


Il 2013 sembra essere il momento perfetto per visitare l'Isola di Smeraldo. L'Irlanda ospita un grande " raccolta "Rivolto agli irlandesi di tutto il mondo ma anche a tutti i turisti attratti dall'isola. Nel programma: 2200 attività compresi festival, banchetti, musica celtica, tornei sportivi, conferenze storiche e ricerche genealogiche. Una breve panoramica delle attività proposte e delle origini del massiccio esodo del XIX secolo.

Irlanda, terra apprezzata per la sua ospitalità e per la bellezza dei suoi paesaggi, è uno dei sei paesi celtici riconosciuti dalla Lega Celtica con Scozia, Galles, regione della Bretagna, Isola di Man e Cornovaglia. L'isola è divisa in due parti: Irlanda del Nord (6 contee) membro del Regno Unito e del repubblica d'Irlanda (26 contee) create nel 1949. Quest'anno l'intera isola ci invita a un grande raduno.

The Gathering Ireland 2013: 2.200 eventi in programma in Irlanda

Raccolta significa in inglese "raccolta" o "riunione". Iniziato dall'ufficio turistico irlandese, questo incontro incoraggia gli irlandesi della diaspora a venire a trovare le loro famiglie e le loro radici. I turisti sono anche invitati ad attività per scoprire la cultura irlandese o persino a visitare i loro amici espatriati. Secondo i dati del sito web dell'Irish Tourist Board, quasi 160 nazionalità diverse convivono in Irlanda.

Tra i festival più attesi e originali, possiamo annoverare:

- Il festival di San Patrizio "> San Patrizio rendere omaggio all'evangelizzatore dell'Irlanda, il 17 marzo

- Il Festival Bloomsday dedicata allo scrittore J. Joyces, il 16 giugno

- Il Festival rosse, Crosshaven, 24 agosto

- Il Festival Tutta l'Irlanda Fleadh, festival di musica tradizionale nel mese di agosto

Le attività sono raggruppate per tema e riguardano tutti gli ambiti: eventi teatrali e musicali, gare sportive, mostre artistiche e letterarie, serate alumni, seminari storici, ricerche genealogiche, incontri sul tema dell'agricoltura e dell'educazione ... Sono organizzati da enti pubblici ma anche da individui che desiderano creare i propri raduni.

Far parte di questi eventi è un buona opportunità per visitare l'Irlanda soprattutto attraverso Dublino, Belfast, le montagne di Wicklow, Connemara a Galway o il sud verso Cork. L'isola, la cui dimensione rappresenta 1/7 della Francia, è adatta per viaggi di breve distanza. L'Irlanda ha molti laghi, montagne sublimi, megaliti e dolmen, castelli e musei nazionali molto interessanti (gratuiti per tutti). Con i suoi 3.100 km di costa, non ci troviamo mai a più di 100 km dal mare.

Un tuffo nella storia

Dei 2200 eventi che punteggiano " The Gathering Ireland 2013», Più di 800 sono classificati sotto la voce« Patrimonio / Tracciare le tue radici »e sono destinati al patrimonio e alla genealogia.

In tutta l'isola vengono organizzati mostre e seminari dedicati alla storia dell'Irlanda e della sua gente. L'invasione vichinga e l'emigrazione irlandese sono all'ordine del giorno così come il ruolo degli irlandesi nei conflitti mondiali.

Alcuni prossimi festival / convegni storici:

The History Festival of Ireland, 15-16 giugno 2013 a Carlow: conferenze pubbliche sull'emigrazione irlandese alla presenza di una trentina di storici internazionali.

Conferenza di Monagha, 25 giugno, Monagha: mira a commemorare il coinvolgimento di ex residenti nella famigerata battaglia di Little Big Horn. Questa battaglia oppose il generale Custer agli eserciti di Toro Seduto il 25 e 26 giugno 1876.

Storia vivente 2013, Giugno, luglio, agosto a Drogheda: si occuperà della famosa battaglia del Boyne (luglio 1690) e della presenza di dodici diverse nazionalità europee. Durante questo conflitto, Guglielmo III d'Orange (protestante) sconfisse il re cattolico Giacomo II d'Inghilterra, sostenuto da Luigi XIV.

Il festival della storia di Dublino, 27 settembre 2013 a Dublino: celebrazione del centesimo anniversario di eventi storici di Dublino come il Grande sciopero di Dublino del 1913 e il L'esercito dei cittadini irlandesi, milizia formata dal rivoluzionario James Connolly.

Alla ricerca degli antenati irlandesi

In tutta l'Irlanda, i servizi di assistenza alla ricerca genealogica e i seminari sono offerti ai visitatori di origine irlandese e ai locali che desiderano rintracciare le proprie radici. Nella contea di Meath, ad esempio, un ecomuseo (centro del patrimonio) sarà aperto da giugno a settembre per fornire le risorse necessarie, come i registri dei decessi, per svolgere la ricerca. Si consiglia ai visitatori di conoscere i nomi e le residenze dei loro antenati, nonché di possedere documenti di famiglia.

Molti raduni sono organizzati anche per "clan" e mirano a riunire tutte le persone con lo stesso cognome: Mc Shane, Mc Keown, O’Connor, O’Reilly, Mc Cabe ...

Le origini della diaspora

L'esodo iniziò gradualmente nel XVII secolo e continuò in Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Fu a metà del XIV secolo che divenne imponente. Tra il 1845 e il 1848, più di due milioni di irlandesi hanno lasciato il paese a seguito della carestia causata dalla malattia delle patate. Le colture sono devastate dal fungo Phytophthora infestans, chiamato anche peronospora. Incapaci di coltivare i raccolti, i lavoratori agricoli perdono il lavoro e la loro principale fonte di cibo e si ammalano. Le statue del Famine Memorial (foto a lato), che si trova a Dublino vicino alle banchine, sono un buon esempio della difficile situazione degli abitanti. Prima di questo esodo, l'Irlanda ospitava una popolazione di 8 milioni e attualmente ne conta quasi 6 milioni.

Gli irlandesi emigrarono principalmente negli Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia ma anche in Nuova Zelanda, Messico, Brasile, Sud Africa, Caraibi ed Europa continentale. Secondo i dati della guida del backpacker, ci sono 70 milioni di persone che affermano di essere di origine irlandese, 40 milioni delle quali vivono negli Stati Uniti e 1 milione in Francia.

Per maggiori informazioni :

- Sito ufficiale "The Gathering Ireland", in inglese

- Programma di eventi, in francese

- The History Festival of Ireland


Video: Irelands St. Patricks Festival 2010 Highlights (Potrebbe 2021).