Le collezioni

The Wild Flight: The Souvenir Box - BD


Continuazione e fine del secondo ciclo della saga dedicata alla fuga di due ragazze ebree, due sorelle: Ada e Lucja. Il viaggio si trasforma sempre più nero con iloccupazione della zona libera dai tedeschi, ilarresto Ada e lei deportazione al campo di concentramento di Auschwitz. Un ottimo fumetto, che dice la verità senza mostrare grossolanamente le modalità dello sterminio, che lo rende accessibile ai più giovani e lo rende sicuramente un ottimo strumento di iniziazione alla storia del Olocausto.

Sinossi

Ada e Lucja, alias Camille e Alice, le due ragazze ebree poste dalla zia in campagna, dovettero essere trasferite nella zona franca per sfuggire ai miliziani. Lì, trovano temporaneamente una casa calda con i coniugi Zilbermann che si prendono cura di un gruppo di piccoli ebrei strappati alle loro famiglie. Purtroppo i tedeschi finiscono per invadere la zona franca, gli Zilbermann vengono arrestati ei bambini cercano di fuggire in Svizzera. Ada viene catturata e deportata nel campo di concentramento di Auschwitz. Rasata, tatuata, la ragazza sperimenta rapidamente la fame, i lavori forzati, la stanchezza estrema, le coorti di prigionieri che scompaiono per sempre, la violenza delle guardie, ma anche i legami di solidarietà che legano tra i reclusi ... Esausta, e mentre quelli intorno a lei scompaiono a cui si era affezionata, la povera Ada vive solo nella speranza di ritrovare la sua sorellina.

La nostra opinione

“La Boîte à souvenirs” è il secondo volume del secondo ciclo de “Il volo selvaggio”, forma quindi un racconto completo con il volume che vi abbiamo presentato in precedenza: “Il coniglio di Alice”. Graficamente, con Hamo restiamo in un universo infantile dove non si deve cercare il rigore dell'accuratezza storica (per l'equipaggiamento e le armi tedesche ad esempio), ma questo stile si attacca all'atmosfera di questa saga che segue il viaggio di bambini piccoli che vengono braccati e che mescolano costantemente la fredda realtà con un mondo di sogni che è anche tormentato dove i soldati vengono sostituiti dai lupi. Il passaggio per il campo di Auschwitz rende inevitabilmente questo volume più cupo del precedente, resta tuttavia perfettamente accessibile a un pubblico giovanissimo (e questo è sicuramente l'obiettivo): i massacri si dicono, ma non si mostrano , le tavole mostrano facce emaciate, ma né camere a gas né fosse comuni. Può quindi essere un ottimo primo approccio per un giovane scoprire, gradualmente, cosa fosse la Shoah. In questo volume, oltre ai campi di concentramento, vengono trattati principalmente due temi: il rifiuto dell'altro e l'oblio. Il tema del rifiuto dell'altro appare più volte, e mostra che non dovrebbe essere riassunto come antisemitismo tedesco, viene menzionato il rifiuto degli zingari da parte dei francesi e degli svizzeri, così come l'intransigenza religiosa nel anche all'interno del giudaismo tra gli ortodossi e il resto. La questione della memoria, che dà il titolo al fumetto, è particolarmente interessante. La sceneggiatura di Laurent Galandon affronta il problema di questi bambini molto piccoli strappati alle loro famiglie e che conservano pochissimi ricordi della loro vita precedente ea volte finiscono per dimenticare tutto ... Con il tempo e i traumi, i volti di i genitori sono sempre più vaghi, i ricordi si dissipano, alcuni non riescono nemmeno a pronunciare il cognome ... È la tragedia di bambini anonimi che, anche salvati, avranno grosse difficoltà a ritrovare i genitori.


Come sempre Laurent Galandon affronta quindi l'argomento in modo non originale, sollevando un problema particolare per questi bambini deportati. Si tratta di un fumetto che non lascerà nessuno indifferente, ma che consiglieremo come priorità ai più piccoli per scoprire in modo vero, ma sostenibile, con personaggi a loro vicini, cos'è stato il genocidio ebraico.


"Il volo selvaggio"
- La Dama Bianca
- Gli Astori
- Il coniglio di Alice
- La scatola dei ricordi


Sceneggiatura: Laurent Galandon
Design e colore: Hamo
Edizioni: Bamboo
Collezione: Wide Angle


Video: Mangaka et lycéennes! CHRONIQUE ANIME Comic girls, notre coup de coeur de la saison Printemps 2018 (Potrebbe 2021).