Informazione

Alla zuppa! Il pasto peloso


Nel cuore delle trincee, i cuochi del 1914 erano molto più che semplici amministratori, ma soldati appassionati contro la fame e la depressione. Mangiare caldo, mangiare bene, è già un po 'vincere la guerra. Dalle “ciambelle di campagna” alla “zuppa di viticoltore”, questo libro vi darà una panoramica delle ricette semplici e corroboranti dei pelosi della Grande Guerra.

La guerra del 14-18, 8.500.000 francesi furono mobilitati in un periodo di oltre 1.500 giorni! Al ritmo di tre pasti al giorno, ciò dà un'idea dei compiti che i servizi di amministrazione e requisizione dovevano svolgere.

Gli uomini dei campi mobilitati non possono più svolgere il loro lavoro, le donne ei bambini cercano come meglio possono di sostituirli. Con la riduzione dei raccolti, le autorità furono indotte a mettere in atto biglietti di razione per i civili per sfamare il crescente numero di soldati, fino al 1921.

Rifornimento per la truppa in movimento

Il cibo per gli uomini è assicurato:
-da amministrazione
-localmente con cooperative o fornitori vari
- presso l'abitante; il prezzo del pasto viene fissato dal comando.

Ingredienti

Sono basilari e poco vari, è la loro combinazione e il metodo di cottura che portano la varietà.
Quelli sono :
- Manzo e ossa per zuppe
- Pancetta e strutto
- Legumi, riso e farina di frumento
- Pasta
- Verdure: carote, patate, cipolle, cavoli
- Vino, zucchero e sale

Tre pasti al giorno

- Mattina: caffè, pane e zuppa cucinati il ​​giorno prima.
- Pasto di mezzogiorno consumato presso la sala principale.
- Pasto serale più sostanzioso e abbondante

Il cibo della giornata è destinato ad essere consumato lo stesso giorno, trasportato dalla cucina su ruote.
Le provviste di riserva sono portate sui veicoli della Direzione del combattimento.
Le provviste di rotta sono razioni consumate all'arrivo a destinazione.

Il manuale delle "manovre sul campo" prevede che i cuochi siano nominati tra i soldati forti e puliti che hanno trascorso più tempo possibile nelle cucine della guarnigione come aiutanti dei cuochi.

Pentole per la pulizia

Pentole, pentole, padelle, scodelle, tazze, bicchieri, brocche e barattoli di latta si puliscono in acqua calda, preferibilmente con cenere di legno, utilizzando carta, stracci, erbe aromatiche, foglie, tappi di paglia. mentre la zona intorno alla cucina viene ripulita da bucce e altri rifiuti.

Le ricette

Verdure:
Fagioli bianchi con pancetta
Riso cinese
Patate con pancetta
Hash Browns
Patate con pancetta o rata veloce
Patate contadine

Carni:
Pilaf di manzo
Stufato di manzo
Crécy di manzo
Carbonnade di manzo
Conserve di manzo con fagioli


Zuppe e minestre:
Zuppa contadina con verdure
Zuppa di patate
Zuppa di coltivatori
Zuppa grassa
Pane di riso e zuppa di sale
Zuppa Vauban
Zuppa fredda del viticoltore
Farina, cipolla, zuppa di pasta
Spezzatino di cavolo

Dolci:
Pipistrelli della frutta o ciambelle
Frittelle della Lorena
Gnocchi di farina

Pane azzimo

Scoperto dall'autore (durante un mercatino delle pulci), un baule pieno di arrugginiti utensili da cucina militari si è scoperto essere appartenuto al nonno del venditore, così come un taccuino patinato contenente queste preziose ricette realizzate dai cuochi del grande guerra del 14-18! Riparati e puliti questi utensili hanno permesso di rifare la cucina secondo le procedure dell'epoca.

Alla zuppa! Il pasto dei pelosi, di Anne-Elisabeth Groult e Jérome Delile. Heimdal Publishing


Video: Toscana a Tavola a Montemurlo: Enoteca Le Barrique con sformati di verdure e salsiccia (Potrebbe 2021).