Nuovo

Slovenia: paese di cultura e storia


Gli amanti della cultura e della storia troveranno la loro felicità in Slovenia. Non esitate a venire a scoprire i suoi paesi ricchi di curiosità, più di un terzo dei quali classificati come monumenti storici.

Lubiana, un gioiello barocco

Lubiana, la capitale della Slovenia, è un vero gioiello culturale. È caratterizzata dal suo antico centro barocco ai piedi della collina del Castello, dalle sue residenze con facciate rinascimentali, barocche e liberty, ma anche dal suo giardino botanico (4.500 specie vegetali e sottospecie), dal parco Tivoli, galleria nazionale costruita nel 1896, una delle più antiche orchestre filarmoniche del mondo (fondata nel 1701), cattedrale di Saint Nicolas senza dimenticare musei, teatri e gallerie d'arte. I numerosi capolavori del famoso architetto Jože Plečnik risalenti al XX secolo arricchiscono la città con: il mercato centrale, il Ponte Triplo, la chiesa di San Francesco, il cimitero di Zale, lo stadio di atletica ma anche il ponte di Paveurs così come la Biblioteca Nazionale e Universitaria che conserva manoscritti del Medioevo.

Maribor, capitale europea della cultura

Maribor Capitale Europea della Cultura 2012 e seconda città del paese, Maribor è animata dai suoi numerosi eventi culturali tra cui il Festival della Quaresima (con più di 400 eventi artistici) che è uno dei 50 più importanti d'Europa, e il Festival de Maribor, il cui direttore artistico è il famoso direttore d'orchestra e violinista australiano Richard Tognetti. Durante quest'ultimo, tutti troveranno le culture e le tradizioni slovene mescolate a capolavori artistici. Maribor delizierà anche tutti gli amanti del vino poiché ha il vitigno più antico del mondo (400 anni), una cantina dove riposano più di quattro milioni di litri di vino, nonché musei e gallerie dove la tradizione del vino è messa in primo piano. 'onore. Questa città ha anche molti luoghi segnati dalla storia come la piazza principale che ospita il municipio, la piazza del castello e la piazza della libertà da cui possiamo osservare il castello di Maribor e il museo regionale, la piazza di Slomsek e il luogo degli ebrei.

Ptuj, città vecchia medievale

Ptuj, la città più antica della Slovenia merita una deviazione per il suo centro medievale protetto ma anche per le sue numerose curiosità culturali come i monasteri (tra cui il monastero domenicano e la sua collezione numismatica, un museo lapidario e una collezione di piccoli reperti archeologico), la torre della città, la chiesa di San Giorgio, il monumento di San Floriano o il monumento a Orfeo ... Se ci andate a febbraio, non perdetevi il carnevale "Kurentovaje" per ammirare gli incredibili travestimenti del " Kurent ”che sono personaggi mascherati, ricoperti di pelli di pecora.

Pirano, monumento architettonico

Pirano, vero monumento dell'architettura vivente dei secoli passati, ha dato i natali al famoso violinista Giuseppe Tartini, la cui piazza omonima è la piazza principale sin dal XIII secolo. Ogni estate è inoltre possibile partecipare al Festival Tartini dedicato all'opera di questo famoso artista. Le serate di concerti sono poi in programma. Dietro il muro di cinta risalente al VII secolo, puoi anche ammirare l'antico municipio romanico-gotico ristrutturato in stile neoclassico (1879), o il veneziano (XV secolo), la casa più antica di Place Tartini che illustra bene l'architettura gotica veneziana di Pirano. Non dimenticare anche la chiesa di San Giorgio del XII secolo, la più grande delle dieci chiese di Pirano.

Celje, città principesca

Celje, una città principesca, ha un grande patrimonio culturale e storico. Notiamo innanzitutto la sua imponente architettura legata alla sua storia con tra gli altri l'antico castello, il Palazzo dei Principi risalente al XV secolo e che oggi ospita una cantina archeologica, la chiesa di San Daniele, o il uno degli edifici più belli della città: il fondo di prestito popolare “Ljudska posojilnica”. Tutti questi edifici testimoniano la diversità del passato e conferiscono a questa città tutto il suo fascino. La varietà del presente e dei legami storici si possono trovare nei vari musei: il museo regionale nella "Stara grofija", la tana di Herman (per bambini) o anche la pinacoteca e quella di arte moderna conservano tracce di passato con cura.

Idrija, città mineraria

La città mineraria della Slovenia, Idrija, possiede un eccezionale patrimonio culturale. È nota per la prima volta per la sua seconda miniera di mercurio al mondo, la cui parte più antica risale al 1500 "Antonijev rov"; ma anche per il suo know-how nella lavorazione del merletto a tombolo. È inoltre possibile trovare il centro internazionale del merletto dove vengono presentate mostre e documentari storici su questa pratica. Questa città è anche ricca di monumenti: il castello Gewerkenegg risalente al XVI secolo e la cui storia è conservata nel suo museo, la chiesa della Santissima Trinità o il lago Divje jezero, il primo museo sloveno in mezzo alla natura. Quest'anno Idrija è stata premiata come "destinazione europea di eccellenza" e potrebbe presto essere iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

La Slovenia ha quindi un ricco passato storico e una diversità culturale che conserva e utilizza al meglio delle sue capacità. Scoprire.

Per ulteriori

- Lubiana e Slovenia, di Assia Rabinowitz. The Essential, 2010.

- Le Petit Futé Slovenia. 2010.

- Slovenia: Europa in miniatura, di Sophie Massalovitch, Jean-Marie Boëlle. Edizioni Thalia, 2008.

Vedi anche

- Portale turistico ufficiale dell'Ente sloveno per il turismo


Video: La ex Jugoslavia: Slovenia, Croazia, Bosnia, Serbia, Montenegro, Macedonia e Kosovo (Potrebbe 2021).