Informazione

"Napoleone" e "la guerra dei 100 anni" nei fumetti per bambini!


Bamboo Publishing ha intrapreso la divulgazione della storia attraverso fumetti umoristici destinati a un pubblico molto giovane invitato a imparare un po 'ridendo molto! Sia attraverso un personaggio immaginario (Gladiatorus), eroi mitologici, un personaggio storico ma trattato nella sua infanzia (Cleopatra, Luigi XIV ...) o al culmine della gloria, il principio rimane sempre lo stesso: una serie di schizzi e infine una piccola scheda storica. Ora diamo un'occhiata a due delle ultime puntate.

Napoleone. Di male in peggio!

Questo fumetto tratta attraverso vari schizzi (“Sublime messaggio malandato”, “Eylau, Eylau, torniamo a casa dal lavoro!”) Il destino di Napoleone Bonaparte dalla sua giovinezza corsa alla battaglia di Waterloo. Il tema è ricco, promettente, ben documentato, eppure il risultato ci è sembrato deludente. Napoleone avrebbe sicuramente gettato il libro nel caminetto o fuori dal finestrino della sua macchina, senza dedicargli altro ... Ma spiegheremo un po 'di più le ragioni di questo giudizio piuttosto negativo. È consuetudine in questi fumetti di Bamboo Editions, destinati a un pubblico molto giovane, utilizzare la risata come forza motrice e quindi immergere regolarmente personaggi storici in situazioni comiche, stravaganti, chiacchierone ... evidenziare un piccolo dettaglio storico. In questo caso, Napoleone viene ridicolizzato su ogni tabellone, ma il piccolo bonus storico spesso rimane ben nascosto e alla fine solo le persone che conoscono l'argomento in anticipo possono stabilire il collegamento con Storia (o vedi la palese contraddizione ...). Napoleone è presentato in tutto il fumetto come un idiota bulimico, brutto, arrabbiato, infantile, un po 'sadico, malizioso nei confronti dei suoi uomini ... Che altro possiamo dire? A volte abbiamo l'impressione di leggere un opuscolo piuttosto che un fumetto destinato a divulgare la Storia. Inoltre, sarebbe un male minore se questo fumetto non abusasse della suddetta Storia ... Non stupitevi di vedere un Napoleone I, grassoccio imperatore, ai piedi delle piramidi! ... Non entreremo nei dettagli. incongruenze, dopodiché viene attribuita minore importanza al fatto che i soldati della campagna d'Egitto siano dotati di divise che infatti non saranno in servizio se non molto tempo dopo ... Che fine hanno fatto i giovani e magrissimi Generale del Direttorio? Non posso dirvi.

Questa delusione si conclude con un reportage prodotto da David Chanteranne, caporedattore della rivista “Napoleon I”. Anche in questo caso, alcune affermazioni sarebbero discutibili, come quando si afferma che Napoleone "ha utilizzato la tecnica del dispositivo quadrato fino all'Egitto, [che] ha infine abbandonato a favore di una strategia più offensiva che gli sarebbe fatale a Waterloo" . Napoleone era offensivo da Tolone, e c'erano piazze fino a Waterloo, ma ehi, non entriamo nei dettagli qui. Nel complesso David Chateranne cerca di ripristinare un po 'di verità storica, un po' di cronologia (in compenso ci dispiace l'assenza di una mappa), ma il compito è enorme e ha solo cinque pagine. Non appena un elemento fa riferimento a un fumetto, una piccola ape imperiale rimanda il lettore alla pagina corrispondente. Ma alla fine, questo piccolo file cerca di recuperare il ritardo solo dopo un fumetto contro Napoleone, mentre nel quadro di una divulgazione ben costruita, il fumetto e il file dovrebbero sostenersi a vicenda e andare nella stessa direzione.

Alla fine, è un vero peccato che una figura chiave della nostra storia come Napoleone non abbia beneficiato di una divulgazione di qualità e ci dispiace che questo fumetto porti il ​​suo nome così bene.

Napoleone, dell'impero del male, di Stédo. Bamboo, marzo 2016.

La guerra dei 100 anni. 1337-1453.

In termini di forma, quest'opera è identica in tutto e per tutto alla precedente: un fumetto di schizzi seguito da un piccolo dossier storico di sei pagine scritto questa volta da Lucie Hoornaert, caporedattore della rivista "Histoire Junior" per il 10 -15 anni. Tuttavia, nella sostanza, questo fumetto è chiaramente diverso dal precedente! Nulla è cambiato sul ruolo dell'umorismo e le figure storiche non sono risparmiate, ma per ogni piccola storia l'occhiolino storico è ovvio! E se mai non lo fosse, ogni targa è annotata in fondo alla pagina con una breve frase che spiega il legame tra la gag e la Storia! Così facendo, di bavaglio in bavaglio, il giovane lettore acquisisce alcune basi storiche che può facilmente completare grazie ad un fascicolo adattissimo ai più piccoli e fortunatamente illustrato da un albero genealogico della famiglia reale, indispensabile per non perdere il filo.

In questo caso, il fumetto e il file si supportano a vicenda e si completano perfettamente, offrendo ai piccoli cari l'opportunità di divertirsi e conoscere la storia di questo vasto conflitto medievale!

La guerra dei 100 anni. Bamboo, marzo 2016.


Video: La Guerra dei Sette Anni. Storia Narrata (Potrebbe 2021).