Interessante

L'anatomista (Marilyne Fortin)


Nel 1543, André Vésale ha prodotto De humani corporis fabrica libri septem, un trattato scientifico fondatore di anatomia moderna. Ispirato da questo trattato che rivoluziona la medicina, Marilyne Fortin firmare con Anatomista, un romanzo storico interessante e originale dove l'arte è messa al servizio del progresso non sempre legale della scienza alla fine del Medioevo.

Riassunto

Proveniente da una famiglia di grande povertà, il giovane e timido Blaise si rivela un dono per il disegno. Con questo talento, è stato venduto dal padre tirannico e crudele a un artista che lo ha reso suo compagno. Arrivato a Parigi, Blaise scopre il mondo dell'arte e inizia a sognare di diventare un grande artista. Tuttavia, è una strada disseminata di insidie ​​quella che lo attende, a cominciare dai lavori forzati che deve fare con Gaspard de Vallon, chirurgo ambizioso e arrabbiato. Quest'ultimo non ha remore a schiavizzare Blaise, tanto da illustrare il suo trattato di anatomia mentre gli assegna missioni pericolose: quelle di dissotterrare a tutti i costi e di rubare cadaveri appena sepolti.

La nostra opinione

Celebrando l'arte e la scienza in un romanzo storico, ci troviamo prima su temi meno comuni del genere. Se l'inizio della storia non sembra molto inventivo, ci lasciamo finalmente e velocemente imbarcarci nelle tristi avventure di Blaise, artista talentuoso ma socialmente molto goffo e solitario al punto da cadere in schiavitù per la sua mancanza di carattere. . E il buon lavoro di documentazione di Marilyne Fortin non è estraneo a questo crescente interesse. L'autore ci immerge con convinzione nel mondo dell'arte e della medicina del XVIe secolo. Ci porta nel cuore di una Parigi oscura e miserabile. Infine, ci affascina quando affronta la questione dell'anatomia.
In effetti, la sua penna, fluida e piacevole, è particolarmente grezza e realistica durante certi passaggi. Pensiamo ad esempio alla caccia al cadavere ma ancor più alle sessioni di dissezione. E accanto a questo realismo aspro e sorprendente, Marilyne Fortin sa descrivere con tenerezza e sensibilità il romanticismo dei suoi due personaggi principali, Blaise e Marie-Ursule. Questo è un contrasto sorprendente che contribuisce al successo di questo romanzo.

Estratto:

Tuttavia, il suo istinto lo guidò verso un altro approccio: disegnando la sua matita come gli altri la spada, decise di ignorare tutte queste sensazioni che lo urtarono, non riuscendo a sua volta a farlo vomitare o piangere. Era lì per disegnare, quindi disegnava. Si sforzò di osservare le linee, le masse, i volumi, le ombre, le luci, le trame, piuttosto che la carne insanguinata, le viscere spudoratamente esposte, il taglio mostruoso, i liquidi che gocciolavano lentamente sul tavolo, questo corpo nel suo insieme, così umano e così morto allo stesso tempo, che solo ieri si è animato di una vita propria, di un'esistenza che avrebbe potuto portare l'uomo trasformato in carogna ad incrociare la strada di Blaise in altre circostanze.

Marilyne Fortin, The anatomist, Éditions Terra Nova, 2016.


Video: cheb youssef oussama tarik ti7 dalma. rani fi 7alt idman ليلة زاهية (Potrebbe 2021).