Informazione

Roccaforte: guerra e tradimento nel Medioevo


Fu nel 1981 che la redazione della famosa rivista Jeux & Strategy assegnò il Pion d´Or a Philippe Moucheboeuf per il suo gioco, che sarebbe diventato un classico, Feudo. In Fief, prenderai in mano il destino di una nobile famiglia nel Medioevo, dovrai costruire fortezze, formare eserciti, stringere alleanze con i tuoi vicini o fare guerra contro di loro. Hai un solo obiettivo: la gloria a spese degli altri giocatori!

L'inizio degli anni '80 è stato il periodo d'oro degli austeri giochi di strategia che riproducevano con estrema precisione gli scontri militari storici. Non si possono più contare le simulazioni di Waterloo, Rocroi o Marignan, sempre su mappa esagonale, sempre con centinaia di pedine dove l'illustrazione è fedele al colore dei gemelli della vecchia guardia del Imperatore ma annegato in una marea di informazioni che vanno dalla capacità di combattimento di un Tercio spagnolo in un ambiente acquoso in una giornata limpida, al tempo di ricarica di una pistola da 6 libbre a seconda del numero di servitori. Insomma, si tratta di giochi entusiasmanti, ma i dettagli e la complessità lasciano a un pubblico di specialisti.

Il feudo contrasta con questa tradizione. Grazie a un tema forte, regole intelligenti e una grande interazione tra i giocatori, Fief apre le porte a un pubblico più ampio, anche alla famiglia! Una prima edizione vide la luce nel 1984 con gli italiani dell'International Team, poi una seconda edizione rivista nel 1989 presso Eurogames (società dell'editore francese Descartes), infine una nuova versione completamente rivista nel 2011.

Un contesto storico forte ma impreciso

L'azione si svolge nel Medioevo tra la fine del XIV secolo e l'inizio del XV secolo. Non vi è altra indicazione del periodo, se non quella desumibile dalle illustrazioni. Il tabellone rappresenta una regione sconosciuta con campi, fiumi, strade, villaggi e città con nomi che riflettono il Medioevo come Beaujeu, Villeneuve, Les Essarts, Châteauneuf o Belleville. Questa mappa è divisa in sei potenziali roccaforti e quattro vescovadi. I giocatori potranno costruire castelli, mulini, aumentare le truppe e costruire macchine d'assedio. Gli eserciti sono comandati da nobili (uomini o donne) stessi con i cognomi dei tempi. Le tue incarnazioni sul tabellone si chiamano quindi Jean, Charles, Henri o Eleanor, Ginevra e Marie per queste signore. Questi pochi elementi aggiunti a un sistema di regole che vuole essere vicino a una certa realtà storica creano un'atmosfera attorno al tavolo che non ha nulla da invidiare a quella dei Re Maledetti!

Il sistema feudale messo alla prova del gioco da tavolo

Ogni giocatore inizia il gioco con un nobile senza titolo, il suo seguito di alcuni sergenti e cavalieri e un singolo villaggio. Il gioco è pensato per un numero di giocatori compreso tra tre e sei, ma anche qui più partecipanti ci saranno più le partite saranno emozionanti. Per rivendicare la vittoria, devi avere 3 punti vittoria individualmente, o 4 entrando in un'alleanza matrimoniale, alla fine di un turno di gioco.I punti vittoria si ottengono in tre modi diversi: 1 punto per Fiefdom stabilito (Baronia , Contee, Ducati), 1 punto se un membro della famiglia del giocatore si chiama Papa, 1 punto per colui che è stato eletto Re.

Per ottenere questi punti, dovrai lottare duramente! All'inizio tutti i giocatori si precipiteranno ai mulini, disponibili in numero limitato, per assicurarsi un reddito confortevole. Una volta esaurite le scorte di mulini, sarà necessario proteggerli dall'avidità di altri giocatori ed espandere il proprio territorio. Per questo, recluterai truppe e perché no (se sei nella categoria dei giocatori aggressivi) macchine d'assedio. Una volta formato il tuo Ost, sarai in grado di conquistare e consolidare le tue terre e quindi rivendicare il titolo (compralo in realtà!). Per ottenere un titolo, devi occupare tutti i villaggi del Feudo che desideri e acquistare il titolo in questione. Quindi eccoti Baron o Duke. Un nobile titolato porta alcuni vantaggi, può alzare la vita, partecipare alle elezioni con un peso aggiuntivo e rivendicare il trono!

I capricci del tempo

Finora non sembra molto complicato, ma puoi immaginare che i tuoi avversari faranno di tutto per frenare le tue ambizioni, soprattutto perché le condividono! All'inizio di ogni turno di gioco, pescerai carte che ti permetteranno, da un lato, di aggiungere nobili per aumentare la tua famiglia, ma anche di far piovere calamità sulla testa dei tuoi concorrenti. Ci sono carte come la metropolitana che favorisce le tue truppe durante gli assedi ma anche i disastri naturali. Questo colpisce il tabellone a caso, le tempeste possono paralizzare le truppe, la carestia può colpire la tua terra e rovinarti, i contadini possono ribellarsi contro i loro signori e, peggio ancora, la peste può decimare le truppe e distruggere i tuoi nobili! Per ogni calamità, c'è una carta che ti libererà da essa (tranne la Peste ovviamente!), Quindi ... niente panico!

Elezioni, alleanze e tradimenti!

In Fief, spesso votiamo. Votiamo per eleggere un Vescovo, votiamo per il Papa e per il Re! Il sistema di voto è abbastanza realistico. Ogni giocatore può presentare un candidato e votare, per questo ha tre gettoni che rappresentano una palla bianca per un voto favorevole, una palla nera per un voto sfavorevole e un gettone che rappresenta le due palle per un voto di pareggio. Poiché un giocatore può votare solo una volta, è qui che la composizione diventa essenziale per ottenere il supporto necessario per avere successo. Il gioco vale la candela: un vescovo può prendere Dime, diventare cardinale (un super vescovo in termini di gioco) e incoronare un re. Il Papa guadagna un punto vittoria, può nominare cardinali e pronunciare scomuniche. Il Re vale un punto vittoria, può usarlo direttamente nel tesoro reale e premiare la sua famiglia e gli alleati con titoli.

L'elezione è sempre un buon momento per stringere un'alleanza o intraprendere la strada del tradimento. Per facilitare questo, ogni giocatore ha tre gettoni "ambasciata" all'inizio del gioco, che gli danno l'opportunità di isolarsi per un faccia a faccia di tre minuti con un altro giocatore. Un'alleanza può essere concretizzata attraverso il supporto durante un voto, il supporto militare o anche un matrimonio! Il matrimonio è la grande novità di questa edizione, d'ora in poi è possibile unire due nobili (uomo e donna ovviamente!) E accumulare punti per una vittoria comune con quattro punti! Un matrimonio può essere annullato solo dal Papa ... o la scomparsa di uno dei due coniugi! Possiamo facilmente immaginare che il pericolo rappresentato da una simile alleanza la renderà il bersaglio di tutte le trame!

In conclusione, Fief è un gioco con regole sicuramente grosse, ma comunque di facile inizio. Il sistema è così ricco che garantisce rinnovamento e offre possibilità che sono limitate solo dal tuo inganno! Non è delizioso essere eletto Papa e annullare il matrimonio tra te e un altro giocatore per ottenere la vittoria da solo?

Per ulteriori

- Il sito web dell'editore

- Il blog dell'autore


Video: Limpresa di Fiume - di Alessandro Barbero 2018 (Potrebbe 2021).