Interessante

Guardia Imperiale di Napoleone - Collezione Delprado


Tra la vasta gamma di collezioni offerte da Delprado vi presentiamo " Guardia Imperiale di Napoleone "E la sua prima emissione, il portabandiera degli Chasseurs de la Garde (1808) in lega metallica, dipinto a mano, un pezzo eccezionale per un rapporto qualità / prezzo molto interessante. Granatieri, Draghi, Cavalli leggeri, Guardie d'Onore, Schermagliatori, Artiglieri, Zappatori e tutte le unità leggendarie che componevano la Guardia dell'Imperatore Napoleone sono uniti in ranghi serrati per una collezione che non si fermerà nemmeno davanti a nulla!

La prima statuina: il portabandiera degli Cacciatori della Garde (1808)

Il vento fa scattare il manubrio della 1er Squadron of Chasseurs à Cheval, ricamato in lettere d'oro sbatte il motto degli eserciti francesi "Value and Discipline", puntato verso il cielo mentre spiccando il volo l'Aquila spiega le ali con quell'orgoglio proprio di chi ha conquistato tutte le nazioni Europei che hanno preso le armi contro la Francia, patria della Rivoluzione.

Con il dolman sulla spalla, a testa alta, l'alfiere sembra sfilare sul suo cavallo al trotto. I dettagli della figura sono notevoli in considerazione della scala (1/30), i lineamenti del viso sono più che onesti e l'uniforme ben dettagliata nei bottoni più piccoli. L'incisione della statuina permette anche una resa perfetta delle texture, in particolare per le pellicce del dolman o del colback. La fotografia offre sicuramente una panoramica migliore rispetto alla descrizione vi proponiamo qui alcuni dettagli del pezzo che abbiamo tra le mani e in particolare il cavaliere anteriore, la pelle di leopardo sul cavallo e la sciabola / sabretache / stivale / set. speroni.

Il cavallo è tutt'uno con il cavaliere ei due elementi non sono separabili, a differenza di altre marche. D'altronde questo cavallo è unico e realizzato per la parte in questione che evita di doverne avere dieci

cavalli nella stessa postura che a volte accadeva con altri produttori. I cavalli qui offerti da Delprado hanno nuove posture (dal trotto dell'alfiere allo slancio ardente del cavallo dell'ufficiale dragone dell'imperatrice) che conferiscono alla statuina ancora più realismo. La muscolatura dell'animale è spesso perfettamente resa e su questa particolare statuina notiamo che anche la testa dell'animale è molto convincente! Nel suo trotto elegante, il cavallo solleva lo zoccolo e lascia intravedere la sua scarpa, la cura dei dettagli è una caratteristica di questa collezione Delprado e non possiamo che rallegrarci.

La base della statuina è sia semplice che convincente, se l'occhio attento noterà piccole irregolarità nella decorazione attorno agli zoccoli il tutto crea un'illusione perfetta con una miscela di erbe e pietre che partecipano al contesto di la stanza. Sotto la base troverai la descrizione della stanza in francese e inglese in modo da poter trovare rapidamente chi è chi.

La guida del collezionista

Le varie collezioni di soldatini di tutte le marche hanno abituato i loro lettori a libretti che descrivono sinteticamente il pezzo che accompagna e si espandono un po 'con soggetti di storia nel periodo il più delle volte molto brevemente, superficialmente, quando non esistono. non erano pieni di errori. In altre parole, la statuina era intronizzata in una teca ma il libretto cadde nell'oblio ... Con la sua prima spedizione, Delprado fornì quella che definì la "guida del collezionista", titolo abbastanza modesto che è giustificato dalle prime pagine che presentano i pezzi di la collezione vale a dire:

- Portabandiera della Guardia Imperiale (1808)

- Caporale dei Granatieri della Guardia Consolare (1800)

- Gendarme della Guardia Imperiale (1813)

- Tamburo dei Mamelucchi della Guardia Imperiale (1810-1812)

- Ufficiale di cavalleria della Guardia (1809-1814)

- Leggero 1er reggimento del Ducato di Berg (1812)

- Ufficiale cacciatore di fucilieri della Giovane Guardia (1810)

- Ufficiale dei draghi dell'Imperatrice (1812)

- Ponticello di 1er reggimento di lancieri polacchi (1807)

- Caporale della Guardia d'Onore (1814)

- Granatiere della Guardia Italiana di Napoleone (1806)

- Lanciere della Giovane Guardia (1813)

- Tenente aquila portante di 1er Reggimento Grenadier (1811)

- Cacciatore a cavallo della guardia (1809)

- Flanker of the Young Guard (1813)

- Napoleone a Wagram (1809)

- Ufficiale dei cacciatori a cavallo della guardia (1809)

- Ufficiale di artiglieria a cavallo della Guardia Consolare (1803)

- Ufficiale di cavalleria della Guardia (1814)

- Artigliere della Guardia Imperiale (1811)

- Tromba di 1er Reggimento della Guardia d'Onore

- Generale Charles Lefevbre-Desnouette (1815)

- Sapper of the Young Guard (1809)

- Tromba dei cacciatori della Guardia Consolare (1803)

- Sergente dei Granatieri della Vecchia Guardia (1812-1815)

Naturalmente, questo riassunto rimanda alle pagine corrispondenti del libretto che tratta anche di argomenti più generali come le campagne di Napoleone. Tuttavia, quello che voglio sottolineare qui è che questo libretto non è una raccolta di libretti scadenti per l'occasione, non è altro che estratti tradotti dalla famosa serie di libretti sul storia militare: Osprey. Le edizioni Osprey sono riconosciute per la loro qualità, quindi troverai informazioni affidabili e precise e schede dettagliate. È deplorevole che questo opuscolo sia in bianco e nero, tuttavia è già un'ottima cosa diffondere queste 206 pagine di avvisi sulla Guardia a un vasto pubblico quando Osprey pubblica solo in inglese. Ancora una volta la Guardia respinse i loro nemici e li costrinse a parlare Voltaire!

In conclusione

Un pezzo di eccellente fattura artigianale la cui cura del dettaglio dalla base alla posa originale del cavaliere e del cavallo permette una contestualizzazione e un realismo che rendono epica la collezione dei soldatini di latta, lontani dal semplice allineamento dei pezzi alla guardia a te.

Un libretto anche di ottima qualità, risultato direttamente dalla traduzione dei libretti Osprey che unisce affidabilità dei commenti e qualità delle tavole.

Alla fine, questo primo numero varrebbe i suoi 5,99 € per la statuina o il libretto, quindi non c'è motivo di rinunciarvi quando puoi averli entrambi allo stesso prezzo. Vale a dire che il collezionista non si impegna in nulla e può interrompere le spedizioni in qualsiasi momento.

Un modo divertente per unire la passione per la storia e quella del collezionismo di piccoli soldati che sono diventati vere opere d'arte!

Per una prima presentazione di una collezione di figurine, HPT è fortunatamente sorpreso e speriamo di poter presto presentare nuove serie su altri temi o su altre scale.

Trova questa raccolta sul sito web di Oimiliarts.


Video: Battle Of The ISANDLWNA 18790122 (Potrebbe 2021).