Nuovo

Diocleziano - L'impero restaurato (Bernard Rémy)


Diocleziano (244-311) è un nome relativamente oscuro per il grande pubblico. Tuttavia, fu un importante imperatore della storia romana che, grazie al suo lungo regno (20 anni), riformò e trasformò definitivamente l'Impero dopo i precedenti travagliati decenni. Ci sono pochi libri dedicati esclusivamente al suo regno o al sistema politico originale da lui istituito chiamato tetrarchia. Dopo Que sais-je Diocletian and the Tetrarchy pubblicato dalle edizioni PUF, l'autore Bernard Remy così come Yutaka Oshimizu torna su questo argomento e migliora notevolmente il libro precedente, lo trasforma e lo aggiorna dando vita a una nuova opera intitolata Diocleziano, L'Empire restauré edita da Armand Colin edizioni.

Non solo una biografia

Il sottotitolo indica già che questo libro non è una semplice biografia dell'imperatore. Un simile progetto sarebbe stato sicuramente molto difficile o addirittura destinato al fallimento vista la debolezza delle fonti sull'argomento. Piuttosto, questo lavoro dovrebbe essere preso come una sintesi di Diocleziano e dell'impero da lui riformato e gestito. Diviso in dieci capitoli tematici, il testo è chiaro, preciso e gli argomenti proposti sono un punto di forza indiscutibile del libro. Apprezziamo la presenza di figure (mappe o riproduzione di monete), i brevi riassunti alla fine del capitolo, il glossario, gli indici e le appendici molto rilevanti. Le note a piè di pagina (relegate alla fine del libro) sono numerose e la bibliografia è adeguata anche se non sovraffollata. Ci rammarichiamo, tuttavia, del numero eccessivo di vedere sufra o infra senza l'indicazione di pagine che possono interferire con la lettura. Da un punto di vista scientifico si apprezzano i riferimenti a lavori recenti che ci permettono di meglio comprendere la natura obsoleta di alcune interpretazioni datate, ma talvolta ancora presenti. L'autore non esita a rivolgersi a specialisti per completare le sue analisi. In breve, Diocleziano, The Restored Empire è un'ottima sintesi aggiornata dell'Impero Romano all'alba del regno di Costantino.

Prima di trattare direttamente l'argomento che ci riguarda, è necessario ricordare all'autore che un certo numero di elementi citati sono il risultato di fonti parziali e frammentarie. Lo storico cerca di trovare la verità e di mettere ordine e ricostituire sistemi debolmente descritti dai contemporanei: a volte è difficile districare ciò che è stato fatto da Diocleziano, dai suoi predecessori o dai suoi successori. La tetrarchia è ovviamente una conquista di Diocleziano che sembra sia stata istituita pragmaticamente tra il 286 e il 293: gli imperatori gioviano ed erculeo regnano insieme al loro Cesare. Il carattere divino della monarchia è rafforzato. Questa è una delle principali cause del conflitto con i cristiani. Le persecuzioni dei cristiani hanno portato Diocleziano nella memoria cristiana europea dove non gioca il ruolo giusto (un intero capitolo è dedicato alla posterità dell'imperatore). La divisione del potere è geografica: ogni sovrano ha la sua area preferita. L'impero non è diviso come illustrato da un gran numero di iscrizioni o rappresentazioni in cui sono associati gli imperatori. Questa divisione del potere è soggetta a una gerarchia più o meno forte o simbolica e alla buona comprensione o buona volontà degli uomini. Pur portando "tranquillità" secondo la propaganda ufficiale nell'impero, il sistema politico messo in atto sopravviverà solo poco tempo dopo l'abdicazione di Diocleziano, distrutto dagli usurpatori e dai figli degli ex governanti che rifiutano la nomina "per merito. ".

Riformatore Diocleziano

Discuteremo alcuni importanti aspetti caratteristici della tetrarchia sviluppata nel libro. Il sistema fiscale messo in atto da Diocleziano (la iugatio-capitatio) è stato chiarito solo di recente da Jean-Michel Carrié e Aline Rousselle nel loro importante e fondamentale libro L'Empire romain en mutation. La tassazione sotto Diocleziano è un argomento che è stato dibattuto a lungo dagli storici. Abbiamo spesso parlato della sua pesantezza. Tuttavia, sembra che le tasse fossero in gran parte sopportabili in modo che Costantino potesse permettersi di crearne una nuova. Erano motivati ​​per una maggiore uguaglianza all'interno dell'Impero. La riforma monetaria è stata meno soddisfacente ma durerà grazie alle aggiunte fatte da Costantino. Lo “stato” romano non divenne interventista e burocratico sotto Diocleziano! L'accentramento è stato però incrementato grazie al rafforzamento dei poteri giudiziari dei governatori, delle divisioni delle province (anche in Italia) e della creazione di diocesi (raggruppamento delle province). La creazione di un regime politicamente e militarmente stabile è una priorità. L'ex usurpatore mette in atto una serie di misure volte a ridurre la minaccia politica rappresentata dal prefetto dell'aula. Ha notevolmente riformato l'esercito. Contrariamente a quanto si crede, l'esercito imperiale non ha visto aumentare notevolmente il proprio numero: il numero delle legioni è in aumento, ma queste sono certamente composte da meno soldati. Anche la qualità del comando non è diminuita. I cambiamenti sono lenti e graduali. Ad eccezione delle annessioni in Mesopotamia, i confini sono stabilizzati e rafforzati militarmente. L'autore insiste sugli elementi di continuità tra Diocleziano ei suoi predecessori. Se le numerose riforme intraprese hanno permesso di stabilizzare l'Impero, non lo hanno trasformato radicalmente e sono piuttosto conservatrici o reazionarie: per Bernard Remy, l'imperatore Diocleziano è “l'ultimo imperatore romano” (p. 219).

Diocleziano, The Restored Empire è un'opera che soddisfa bene i suoi obiettivi: offrire una sintesi accessibile e aggiornata sulla tetrarchia. Molto istruttivo e chiaro, questo libro permetterà ai neofiti di scoprire questo importante periodo della storia romana molto poco conosciuto. L'autore informa, chiarisce e corregge un certo numero di idee pervenute grazie a recenti revival storiografici. Una sintesi che abbraccia tutti gli aspetti di un regno non sempre di facile comprensione.

Diocleziano - L'impero restaurato, di Bernard Rémy. Armand Colin, settembre 2016.


Video: Storia romana 31: III secolo - Anarchia militare Parte II (Potrebbe 2021).