Nuovo

Il Nautilus, il primo sottomarino nucleare (1954)


Negli anni '50, gli americani svilupparono il primi sottomarini nucleari. L'energia atomica viene quindi utilizzata per la propulsione, che consente alle navi di rimanere sott'acqua per diverse settimane.

Un vecchio sogno

Varato il 21 gennaio 1954, il Nautilus è lungo 98 metri e pesa oltre 3.500 tonnellate. Capace di navigare fino a 23 nodi (43 km / h), negli anni successivi riuscì a coprire quasi 170.000 chilometri (91.324 miglia nautiche), di cui 146.000 chilometri (78.885 miglia nautiche) sott'acqua, prima di dover ricaricare. il suo carburante. Diventa così il primo sottomarino a realizzare il vecchio sogno di Jules Verne: navigare “ventimila leghe sotto i mari” (circa 110.000 chilometri). Il 23 luglio 1958, il Nautilus lasciò il porto di Pearl Harbor per svolgere una missione segreta, l'operazione Sunshine, e si diresse a nord. Il 3 agosto, ha raggiunto il suo obiettivo ed è diventata la prima nave sommergibile a navigare sotto il ghiaccio artico e passare il Polo Nord.

Armato da 13 ufficiali e 92 membri dell'equipaggio, il Nautilus ha svolto nel corso della sua storia numerose esercitazioni nell'Oceano Atlantico e nel Mediterraneo e ha partecipato in particolare al blocco di Cuba nel 1962. Nel 1980 il sottomarino è stato ritirato di servizio attivo dopo aver percorso quasi un milione di chilometri (più di 500.000 miglia nautiche). Due anni dopo si decise di trasformarlo in modo che potesse essere visitato dal pubblico. Dopo tre anni di lavoro, è stata finalmente ormeggiata vicino a Groton, nel Connecticut. È uno dei punti salienti dell'American Submarine Force Museum.

Per ulteriori


Video: UNA STORIA IN VIAGGIO #29 - Ventimila leghe sotto i mari (Potrebbe 2021).