Nuovo

Storia culturale della Francia nel XIX secolo (Jean-Claude Yon)


"Storia sociale delle rappresentazioni " (Pascal Ory), la storia culturale, in senso lato, da trent'anni suscita l'interesse di studiosi e storici, come testimonia il proliferare di opere (dissertazioni, tesi) che trattano di questo vasto argomento. Eppure illa storia - ribollente peraltro - culturale della Francia nel XIX secolo, era stato trattato solo in modo incompleto fino ad oggi (con una o due eccezioni notevoli). Il lavoro di Jean-Claude Yon, pubblicato alla fine di febbraio 2010 nella famosa raccolta "U" di Armand Colin, è quindi opportuno per lo studio di questo campo culturale.

Un libro chiaro, strutturato, molto edificante, che permette al lettore di comprendere meglio l'origine della fertilità culturale del Novecento studiando quella altrettanto ricca dell'Ottocento.

Presentazione editoriale del libro

"All'incrocio di diversi campi di ricerca, la storia culturale è in piena espansione. Partendo da questo dinamismo, quest'opera si propone di offrire il panorama culturale di un secolo particolarmente ricco, dal 1814 al 1914, non senza tornare all'opera fondatrice della Rivoluzione e dell'Impero, che mostra come la Francia, segnata per la prima volta dall'Ancien Régime culturale, sia entrata alla fine del secolo nella cultura di massa e nella società del tempo libero. La gamma di argomenti trattati è molto ampia: libri e stampa, istruzione, spettacoli, politiche e istituzioni culturali, letteratura, belle arti, religione e storia della scienza, ecc. Questo libro, che vuole essere uno strumento per gli studenti di lauree triennali e magistrali in storia e scienze umane, intende anche aiutare un pubblico più ampio a misurare il contributo del XIX secolo alla cultura ".

Dal romanticismo all'emergere della cultura di massa: un'opera edificante ed eclettica

Docente di storia contemporanea all'Università di Versailles Saint-Quentin (Yvelines), Jean-Claude Yon ha studiato la storia degli spettacoli nel XIX secolo e in particolare ha scritto libri sul Secondo Impero, Jacques Offenbach e il teatro . Pubblicando quest'opera affronta quindi un ambito a lui caro: la storia culturale. Due elementi principali emanano da questo libro, erudizione inizialmente, concentrandosi sia sulla nascita del romanticismo, sulle culture "popolari", sulla nascita del cinema, sulla stampa da cinque centesimi, sulla musica, sul teatro ...

Anche questo lavoro ha il merito di essere accessibile, strutturato (generalmente tre parti divise in tre sottoparti), corredate da una biografia gerarchica e da un utile indice, in una parola un libro da avere per qualsiasi studente o appassionato interessato al XIX secolo. Infine, in questo libro, non si tratta solo della produzione artistica francese in questo periodo che va dal Congresso di Vienna alla mobilitazione generale dell'estate del 1914, ma anche della cultura di massa, dei nuovi quadri di vita e quadri mentali.

Ha anche un'apertura sul ventesimo secolo, comprese alcune pagine sui balletti russi (Diaghilev e il ballerino Nijinsky), cubismo (Braque, Picasso) e futurismo, la Nouvelle Revue Française (Gide) e il femminismo, noi facendo così capire che la ricchezza culturale del secolo scorso è stata preceduta da una ricchezza altrettanto grande nell'Ottocento.

La storia culturale della Francia nel XIX secolo, Jean-Claude Yon. Collezione U, Armand collin, febbraio 2010.


Video: LEZIONI DI STORIA LINVENZIONE DELLEUROPA BARBERO ALESSANDRO (Potrebbe 2021).