Informazione

Intervista a Gilles Gaudray, creatore di Mods



Storia per tutti ha il piacere di incontrare Gilles Gaudray, uno dei più grandi rappresentanti della scena del modding (modifica di un videogioco per migliorare o trasformare il gioco originale) sui giochi Paradox Interactive. Ci racconta la sua visione del videogioco storico, la sua passione per la storia e lo sviluppo e la concezione di uno dei più grandi mod nel gioco Europa Universalis III: MEOU.

"[Vorrei che potessimo] avere la Spagna formata da Castiglia e Portogallo e non da Aragona, per avere una riforma protestante che si sviluppi più o meno a seconda della fortuna ..."

Storia per tutti: ciao, prima di tutto, puoi presentarti e spiegare ai nostri lettori come sei arrivato a modificare un gioco come Europa Universalis III?

Ciao, mi chiamo Gilles Gaudray, meglio conosciuto con il soprannome di Gigau, uno scienziato di 36 anni. Gigau è la combinazione del mio nome e cognome ... e, fortunatamente, il mio piatto preferito! Siamo francesi o no! Un giorno, in un supermercato, mi sono imbattuto in Europa Universalis II (EUII). Mi piaceva la copertina, soprattutto da un decennio prima (o giù di lì) giocavo a Defender of the Crown, un gioco per uno dei primi Mac. Mi sono perso questo gioco, e lì, per rivedere un sistema di mappe con le province ... L'ho comprato. Rapidamente, alla ricerca di patch, sono approdato sul forum di Paradox e ho scoperto altri giochi con, in particolare, Crusader Kings (CK). Anche lì, amore immediato. Il mio piacere era di fare parti iniziando con Crusader Kings, migrando a EUII, e talvolta anche continuando con Victoria. Dopo un po ', ho avuto un problema: le differenze tra le carte di CK e EUII, così come Victoria, erano troppo grandi. Inféris, un forumer di Paradox, aveva appena creato uno strumento per modificare la mappa EUII. Quindi, ho avviato un progetto per modificare la mappa. Dopo alcune settimane di lavoro sulla suddetta carta, fu annunciato EUIII. Quando è uscita la demo ... ho subito visto il potenziale del gioco e mi sono messo al lavoro di rielaborare la mappa, ma questa volta per EUIII, anche prima che il gioco fosse rilasciato.

La parola carta compare molto spesso nelle tue osservazioni. Sicuramente i giochi Paradox sono giochi che richiedono un'ottima carta. Tuttavia, quando EU3 è stato rilasciato, se ricordi, il dibattito riguardava la mancanza di eventi storici a differenza dei vecchi giochi Paradox ... Una vera sandbox in cui il giocatore poteva annoiarsi rapidamente. C'è un motivo per cui hai preferito concentrarti sulle carte piuttosto che sugli sfiati?

In effetti, quando è uscito il gioco mi stavo concentrando sulla mappa ... e quando sono concentrato su qualcosa tendo ad avere i paraocchi. Inoltre, questa assenza di eventi mi è sembrata di buon auspicio. Lasciatemi spiegare ; come ho detto, ho amato appassionatamente EUII. Ciò non mi ha impedito di criticarlo per aver chiuso troppo un sistema di ventilazione. Mi irritava il fatto che giocando con la Spagna, badando alla mia economia, finissi con la bancarotta di una nazione, solo perché era storica. Stavo quindi già valutando la possibilità di avere un sistema di eventi (nota: eventi programmati nel gioco) che permettesse di non avere mai due parti identiche, di avere eventi giocando in un certo modo, ma non avere riproducendo la stessa nazione ma in modo diverso, avere la Spagna formata da Castiglia e Portogallo e non Aragona, avere una riforma protestante che si sviluppa più o meno a seconda della fortuna ... e non un'apparizione fissa in tale data e in tali province. Quindi, in un certo senso, la carta mi è sembrata una priorità.

"La ricerca scientifica è la mia professione .... la storia la mia passione"

Qualcosa mi ha colpito. È il fatto che, durante il tuo primo acquisto, sono state le province ad attirarti. Tuttavia, hai appena sviluppato una visione di cosa dovrebbe essere un gioco storico, su cui torneremo più avanti, ma prima ti piace la storia o solo il gioco?

La ricerca scientifica è la mia professione .... la storia è la mia passione. Questo è come lo riassumo. Le province dell'EUII mi hanno adescato ... il lato storico mi ha catturato. Per mancanza di tempo, e soprattutto visti i programmi scaglionati di molti di loro, mi mancano la maggior parte dei documentari interessanti. Per i libri, trovo difficile leggere le biografie di Carlo VIII o qualsiasi altro libro simile. Ma ho una passione per i romanzi che condividono la vita di persone "dell'epoca" come I pilastri della terra di Ken Follett oi romanzi di Christian Jacq. So che la storia stessa nei romanzi che sto citando è romanzata nella migliore delle ipotesi, se non fittizia ... Ma la sostanza, per quanto ne so, riflette la vita delle persone del tempo. In effetti, la mia principale fonte di informazioni è il grande web, anche se ordinare le informazioni lì non è sempre facile.

Hai un periodo o un tema storico che preferisci?

Ho infatti dei forti gusti eclettici. Il periodo post 1945 mi interessa molto meno ... anche se la fase di decolonizzazione è ricca di lezioni. Il Medioevo centrale e tardo ... l'emergere del "Medioevo" anglosassone e il lungo processo verso la rinascita sono esaltanti per me. Quindi, oltre all'atmosfera del gioco, il mio interesse per Crusader Kings. Anche l'era dell'EUIII, con scoperte sia nel campo delle esplorazioni che in campo scientifico; cosa li causa e cosa ne deriva mi interessa molto. Il XIX secolo è anche interessante con tutte le principali scoperte ... che fanno passare le scoperte del XX secolo come semplici miglioramenti, non veri progressi. Altrettanto importante è lo sconvolgimento della prima guerra mondiale (molto ben mostrato nella Grande Illusione). Ma anche l'antico Egitto, Roma ... come ho detto, non ho una risposta semplice.

"Civilization non è davvero un gioco storico"

Non so se sei d'accordo, ma penso che i giochi legati alla storia e alla strategia trasmettano in qualche modo una visione o visioni della storia. La civiltà, ad esempio, ha una visione della storia dove lo spazio è un campo di possibilità e dove il giocatore deve andare principalmente verso il progresso: così, i romani possono vincere essendo un popolo vicino ai poli. Il cuore del gioco è il concetto di civiltà sostenuto e, in un certo senso, definito da Sid Meier. EUIII difende un'altra visione della storia, del tempo e della geografia. Qual è la tua opinione su questa domanda: definisce la tua idea di gioco o è separata nel senso che pensi al gioco in modo diverso dalla tua visione della storia?

Prima di tutto, per me Civilization non è davvero un gioco storico. Mi piace questo gioco ... ho giocato alla prima versione nel 1994 su uno dei computer della Facoltà di Scienze di Nizza ... e da allora ho tutte le versioni. Ma è un gioco sandbox che utilizza nazioni reali. EUIII, molto meglio di EUII, è un gioco storico ... o almeno di "plausibilità storica". Ci permette di rifare il mondo (letteralmente, direi) studiando tutte le possibilità e permettendoci anche di vedere che in molti casi quello che è successo nella storia è solo una somma di eventi improbabili. Quindi, in un certo senso, il modo in cui funziona EUIII, e più specificamente nell'aspetto del modding che ho intrapreso, consente un'analisi più intima della storia, come e perché degli eventi passati. Spero non sia troppo roboante, ma è la mia opinione. Un esempio è il mio attuale lavoro sulla riforma protestante. Ho appena scoperto cose che non sospettavo e che sono davvero affascinanti. I meccanismi che portano alla riforma protestante, quando li studiamo in dettaglio, hanno un lato che è insieme fragile e inevitabile. Sul lato fragile, c'è il fallimento di John Wycliffs, dei lollardi o di Jan Hus, ecc ... Ma c'è anche il fatto che apparentemente Lutero guarda solo all'inizio per iniziare una dissertazione, un discussione teologica all'Università di Wittenberg. Il suo cartellone che invitava i teologi a venire e partecipare sarà poi considerato come le sue "95 tesi". Non lo fa per spirito scismatico, soprattutto dopo il grande scisma d'Occidente (nota: crisi papale che divide in due la cristianità con due papi tra il 1378 e il 1417). È stata la reazione di Roma che alla fine ha causato lo scisma. Si potrebbe quasi dire che storicamente siamo arrivati ​​vicini a non avere una riforma protestante. Non ne ero a conoscenza fino a poco tempo fa e la mia ricerca per il mod. Ma è anche questa successione di tentativi di riforma che mostra che i cambiamenti erano in definitiva inevitabili fintanto che Roma rimaneva rigida.

EUIII è stato un primo tentativo in questa direzione ma tu lo spingi oltre come il Magna Mundi mod. Pensi che possiamo modellare la storia?

Non credo proprio, no. È abbastanza divertente che tu la metta in questo modo; infatti, sul forum Paradox, sono stato criticato per essermi allontanato troppo dall'idea del Magna Mundi. Magna Mundi è una mod che si avvicina di più all'idea di EUII: "Se non è accaduto nella storia, non dovrebbe accadere nel gioco". Sono totalmente in disaccordo con questa idea. Per me, il gioco deve essere in grado di modellare tutte le possibilità ... Tuttavia, ci sono alcuni punti che non possono cambiare completamente. Prendiamo il mio esempio della riforma protestante: emerge durante il periodo del MEIOU (post-1356). Tuttavia, le sue radici risalgono a un periodo precedente al 1356. Sembra quindi inevitabile che questa riforma avvenga. Tuttavia, nella sua forma, può assumere qualsiasi forma. Ad esempio, può essere limitato a poche province o coprire quasi tutta l'Europa. In futuro, intendo aggiungere un modo per Roma di accettare la Riforma, anche se significa avere un protestantesimo ultra-conservatore, aggiungendo una nuova religione.

"Mihi Est Imperare Orbi Universo"

Penso che sia Magna Mundi che MEIOU stiano modellando la storia. Differiscono solo gli obiettivi, gli obiettivi e la filosofia. Puoi dirci cos'è MEIOU?

"Solo gli obiettivi, gli obiettivi e la filosofia differiscono." Differiscono profondamente, infatti.
MEIOU è una mod che in realtà mira ad aumentare il contenuto del gioco:
- una mappa più dettagliata per una migliore rappresentazione del mondo.
- più nazioni per più ricchezza e più diversità e competizione (perché non provare a fondare un impero dalla contea di Nizza?).
- ulteriori religioni per modellare la principale forza motrice del mondo del tempo.
- culture più in linea con la realtà, tenendo presente che la cultura nel gioco non è esattamente la stessa della cultura reale.
- risorse aggiuntive, aggiungendo un po 'di pepe: MEIOU, prima di altri mod e soprattutto vaniglia, ha incorporato l'idea di risorse sconosciute nelle province da colonizzare.
- nuovi cursori politici come l'aspetto religioso / secolare della nazione, o il suo aspetto isolazionista / espansionista.
- un approccio molto diverso alla disponibilità dei coloni che dipende più in particolare dalla popolazione nazionale, non da un edificio o da un'idea politica nazionale.
- postazioni commerciali per colonizzare nazioni in Africa, India, Sud-est asiatico, Cina e Giappone.
- una modellazione, con gli strumenti disponibili, del Trattato di Tordesillas che divide il mondo tra Spagna e Portogallo ... tranne che nel mod, sarà per le prime due nazioni colonizzatrici.
- e una raccolta di eventi e decisioni volti a prendere in considerazione tutta una serie di possibilità ... Ad esempio, il gioco deve consentire all'Inghilterra di formare il Regno Unito d'Inghilterra e la Francia in caso di 'una vittoria di quest'ultimo durante la Guerra dei Cent'anni.
Tutti questi sviluppi danno al giocatore e all'intelligenza artificiale un'ampia varietà di scelte da fare, consentendo a ogni gioco, anche giocando più volte con la stessa nazione, di essere vario e ricco e, in definitiva, più interessante. .

Ci puoi spiegare da quando e come è fatto MEIOU e cosa c'è dietro questo acronimo che può sembrare barbaro e la sua origine?
Come ho detto prima, ho iniziato a lavorare sulla mod nel gennaio 2007, tra il rilascio della demo e il rilascio ufficiale di EUIII. Per quanto riguarda il modo, ci sono molte prove ed errori, prove ed errori, scoperte e discussioni sul forum di Paradox. Photoshop, Notepad ++, Winmerge, Gimp e alcuni strumenti creati dai giocatori sono stati miei amici in tutti questi anni. Ho anche beneficiato dei consigli e dell'aiuto di molti giocatori, Fuzzbug, Dharper, Helius, Solo_Adhémar, Lei Saarleinen, James Manring, SAS, Gregelsho, Publicola, solo per citarne alcuni tra i contributori. Per quanto riguarda il nome, non ha nulla a che fare con il mio amore per i miei due gatti. In pratica, volevo scegliere un nome che riflettesse il mio interesse principale per la carta. Ma i nomi migliori erano stati scelti per i mod dell'aspetto visivo della mappa. Per caso, mi sono imbattuto in un motto dell'imperatore Federico III d'Asburgo: AEIOU. La definizione precisa voluta dall'imperatore è sconosciuta ma una possibilità è "Austriae Est Imerare Orbi Universo" o, più o meno "è destino dell'Austria governare il mondo". L'ho modificato per indicare che è destino del giocatore cercare di governare il mondo: Mihi Est Imperare Orbi Universo

La tua squadra è internazionale, è cambiato il modo in cui pensi al gioco o al periodo storico coperto dal gioco? E la tua mod è in francese?
La squadra di cui sono l'unico membro permanente è infatti internazionale. Ha arricchito la mod in ogni modo possibile. In particolare, permette di avere una nuova luce, una diversa visione delle cose ma anche informazioni sui propri ambiti. Ad esempio, sono attualmente in discussione, grazie alla pagina Facebook della mod, con un thailandese ... che porta informazioni su Siam e dintorni.
Il mio principale collaboratore è stato Fuzzbug, un inglese di origine gallese. Le nostre discussioni ci hanno permesso di arricchire la nostra conoscenza con la diversa visione che i francesi e gli inglesi hanno, ad esempio, della Guerra dei Cent'anni. Sono stato anche in grado di ottenere alcune informazioni sull'anglicanesimo. All'improvviso, la mod è soprattutto in inglese.
Tuttavia, viene fatto un vero sforzo per completare la traduzione francese.

C'è un ultimo punto che vorresti menzionare ai nostri lettori?

Anche se in inglese, c'è un account Twitter e una pagina Facebook che fornisce informazioni e aggiornamenti man mano che procediamo, oltre a un manuale online per la mod in costruzione. Ma il giocatore dovrebbe essere consapevole che ci sono ancora molti concetti della mod che rimangono da scoprire.


Video: Keke and Gilles battle at Long Beach 1982 (Potrebbe 2021).