Informazione

L'Hôtel de Clisson-Soubise (Parigi), il futuro Museo di Storia della Francia


Questo magnifico edificio, situato nel Marais Parisien, ha fatto scalpore negli ultimi giorni. Primo palazzo di Clisson, poi Hôtel de Guise poi de Soubise, diventa la sede dell'Archivio Nazionale e presto ospiterà il Museo di Storia della Francia. Una giusta inversione di tendenza per un hotel ricco di storia?

Dall'hotel medievale ...

Olivier de Clisson, successore del Conestabile di Francia Du Guesclin, fece costruire a partire dal 1371 un palazzo, fuori dai bastioni di Philippe-Auguste, nel quartiere chiamato all'epoca Le Temple, oggi Le Palude. Attualmente ci sono le due torrette o torri di guardia e il cancello d'ingresso fortificato in rue des Archives.

L'hotel sarà la residenza del duca di Bedford tra il 1420 e il 1435. In seguito diventerà proprietà della famiglia Albret. Fu acquistato nel 1553 da François de Lorraine, duca di Guisa e sua moglie Anne d´Este, nipote di Luigi XII. Anche lì rimangono solo la cappella e l'antica sala delle guardie dove si riunirono i Leghisti del partito cattolico durante la guerra per la successione al trono prima della morte di Enrico III. È forse qui che fu decisa la notte di San Bartolomeo nel 1572, così come il giorno delle Barricate nel 1588, giorno che costrinse Enrico III a lasciare Parigi.

Marie de Guise eredita questo hotel dove ha accolto, tra gli altri, Corneille e Charpentier. Senza figli, quando morì nel 1688, la principessa di Condé e la duchessa di Hannover divennero proprietarie. L'hotel fu acquistato nel 1700 da François de Rohan, principe di Soubise e sua moglie Anne de Rohan-Chabot. Hanno apportato modifiche e miglioramenti, tra cui l'orientamento a mezzaluna su un vasto cortile principale e colonnati e l'ingresso dell'hotel, che ora sarà l'ingresso attuale: rue des Francs Bourgeois, che rappresenterà un vasto insieme collegato dai giardini.

La decorazione degli interni dell'hotel, che rimane un modello dello stile rococò, viene eseguita con l'aiuto dei più famosi scultori e pittori dell'epoca, tra cui François Boucher, Carle Van Loo, Charles Natoire e Jean Restout. È organizzato lungo una serie di camere da letto e soggiorni, tra cui il famoso salotto ovale. Otto pannelli angolari, che illustrano la storia di Psiche di La Fontaine, sottolineano la disposizione di questo soggiorno e accentuano il ritmo dei suoi pannelli, specchi e finestre ad arco che si aprono sul giardino. I portoni sono decorati con scene mitologiche o pastorali e riccamente incorniciati con dorature in stile rococò.

... al futuro museo della storia della Francia

Questo hotel è stato trasmesso al cardinale de Rohan, principe vescovo di Strasburgo, figlio di François de Rohan. Quattro cardinali di Rohan vivranno qui nel XVIII secolo, l'ultimo dei quali fu quello coinvolto nella vicenda della collana della regina alla vigilia della rivoluzione francese.

Acquistato dallo Stato nel 1808, Napoleone 1er assegnerà l'Hôtel de Soubise agli Archivi Imperiali e l'Hôtel de Rohan all'Imprimerie Nationale. Napoleone III installerà il Museo di Storia di Francia nell'Hôtel de Soubise nel 1867. Nel 1927 fu assegnato agli Archivi Nazionali.

Oggigiorno, l'Hôtel de Soubise, come museo, si propone di presentare al pubblico i documenti più importanti della nostra storia, e presenta un programma culturale (concerti, conferenze), l'Hôtel de Rohan come per lui , ospita importanti mostre storiche. Questi edifici dovrebbero ospitare la sede del futuro Museo di Storia di Francia, che potrebbe prendere il nome di "Casa della Storia di Francia".


Video: I nazisti a Parigi (Potrebbe 2021).