Informazione

Elisabetta d'Austria, moglie di Carlo IX


Penultima regina dei Valois, moglie di Carlo IX, Elisabetta d'Austria (1554-1592) era una moglie gentile e buona, dominata da Caterina de Medici, cancellata come Claude ed Eleonora; una regina discreta di cui parliamo poco; una regina come li amavamo allora, una regina che soprattutto non si occupa di politica!

Un più giovane della famiglia

Carlo IX salì al potere raggiungendo ufficialmente la maggiore età il 17 agosto 1563. Giovanissimo, malleabile e soprattutto dominato dalla madre Caterina de Medici, non conosceva la politica e il governo di un regno. Il reggente vuole la pace e l'indipendenza nazionale. Per fare questo, pensa a un'alleanza con la Casa d'Austria e opta per Anne, la maggiore di Massimiliano II, nipote di Carlo V.

Il maresciallo de Vieilleville, in missione a Vienna nel 1562, trovò la più giovane Elisabetta, nata nel luglio 1554, "molto carina" e si rivolse all'imperatore in questi termini "sacra maestà, ecco la regina di Francia" e la giovane dama di per trasmettere da parte sua al Re di Francia "il suo servizio molto umile e molto affettuoso"! Caterina de Medici accoglie questa notizia in modo molto fresco: Elisabetta è solo la più giovane, ma l'arciduchessa lo stesso. Un matrimonio cattolico fu comunque utile e Albert de Gondi si fece carico delle trattative. Il contratto fu firmato nel gennaio 1570 e il matrimonio per procura avvenne in ottobre.

La giovane ha sedici anni e ha imparato a vivere a corte a differenza di tutti gli infantes spagnoli; ma nessuno l'aveva preparata a dover lasciare il suo paese e soprattutto a non imparare il francese, perché in Austria parlava tedesco o spagnolo.

Regina di Francia

Quando arriva in Francia, viene accolta in maniera principesca. Come tutti i giovani futuri sposi, Carlo IX si nasconderà in pubblico per guardarla e, aspettandola a Mézières, "era felicissimo di aver trovato una moglie nel suo contenuto". Com'è lei ? Per fortuna François Clouet ha dipinto il suo ritratto: una bella ragazza, dal viso triangolare, i capelli dorati trattenuti da una fascia di perle, uno sguardo franco e diretto. Le presentazioni ufficiali si svolgono il 26 novembre 1570, seguite da festeggiamenti cerimoniali. Elisabetta è vestita con un abito d'argento ricoperto di perle e un grande mantello viola cosparso di gigli dorati. Indossa "una corona imperiale adornata con grandi diamanti, rubini e smeraldi". I festeggiamenti durano due giorni, i trattati vengono ratificati, Elisabetta è regina di Francia.

I festeggiamenti nella capitale si svolgono nella primavera del 1571, con archi di trionfo, processioni, cavalcate, fuochi d'artificio, balli. Sacra a Saint Denis il 25 marzo, viene "camminata" gocciolante d'oro e di perle, in una cucciolata di stoffa d'argento, entra a Parigi il 29 ei festeggiamenti terminano il 30 marzo 1571 con un enorme banchetto e un ballo offerto dalla Città di Parigi.

Ovviamente i protestanti non sono contenti di vedere spendere così tanti soldi ...

Rappresentanza e procreazione

Tutto andò bene all'inizio della vita di coppia: Carlo IX si mostrò affetto quando fu costretta a letto da una bella bronchite nel gennaio 1571; passa del tempo con lei, fa entrare una truppa di giocolieri per intrattenerla e la porta persino alla fiera di Saint Germain quando sta meglio. Durante il periodo di carnevale si travestono e passeggiano per Parigi. Ma lei non ha lo stesso temperamento giocoso di lui e soprattutto non parla la stessa lingua: c'è un'incomprensione totale! Quando le parli, devi passare attraverso la contessa di Arenberg, una signora nella sua suite che funge da traduttrice. Alla fine di un anno di matrimonio, è incinta… e nonostante Marie Touchet (amante del re), Elisabeth "non l'ha mai resa peggiore cara (volto peggiore), né ha parlato con lei peggio, sostenendo pazientemente il suo piccolo. la gelosia e il furto che le stava facendo ”.

Cresciuta nella virtù e nella religione, sostiene il marito durante le ore buie di Saint Barthélémy. Rinchiusa da sola nei suoi appartamenti, quasi tutta sola a dormire al Louvre, quando la sveglia inizia a suonare, e queste donne la avvertono di dirgli che il responsabile è suo marito, inizia a pregare per lui ea chiedere a Dio per lui. perdonare!

Il 27 ottobre 1572 nacque una piccola Marie-Elisabeth, portata dalla madrina della regina d'Inghilterra durante il suo battesimo.

Si parla ancora una volta di Elisabetta durante la visita degli ambasciatori polacchi nel 1573: è solo un atto di presenza. Durante i tre anni e mezzo di regno, viene messa da parte dal marito che predilige la caccia e dalla suocera al potere. Eppure quando il marito è malato, lei resta con lui, seduta in silenzio, piangendo nascondendo il suo dolore, pregando molto, anche di notte per non essere vista.

Il suo ritorno a Vienna

Dopo la morte del marito nel 1574, "non essendo riconosciuta o premiata come meritava", è decisa a tornare in Austria, non potendo restare in Francia perché non ha figli. Ad Amboise bacerà la sua bambina, che non vedrà più e che morirà nell'aprile 1578, poi lascia Parigi all'inizio di dicembre 1575. Si stabilisce di nuovo a Vienna, ha solo ventun anni! Resta in buoni contatti con la cognata Marguerite (la regina Margot) alla quale pagherà metà della sua dote quando verrà a sapere che la regina di Navarra non ha più un "valoroso penny".

Enrico III viene avvicinato per il suo nuovo marito: lei rifiuta; Filippo II di Spagna ha appena perso Anna (la maggiore delle arciduchesse), le viene offerta Elisabetta: anche lei rifiuta, in ricordo del marito Carlo.

Volendo entrare in convento, fondò un monastero di clarisse vicino a Vienna. Vi conduce la vita delle suore "con veglie, digiuni e continue preghiere per la pace tra i principi cristiani". Ha creato la Chiesa di Tutti i Santi a Praga ed è forse all'origine di due opere "sulla Parola di Dio" e "sui notevoli avvenimenti accaduti in Francia ai suoi tempi".

Morì nel gennaio 1592 e L'Etoile scrisse "era stata molto amata e onorata dai francesi".

Simone Bertière - Gli anni sanguinosi - le regine di Francia al tempo dei Valois. Pocket, 1996.


Video: Sissi, Imperatrice dAustria (Potrebbe 2021).