Nuovo

Roland Garros (1888-1918), aviatore - Biografia


Roland Garros è stato un brillante aviatore e ufficiale francese agli albori dell'aeronautica, che ha effettuato la prima traversata aerea del Mar Mediterraneo nel 1913. È stato anche detentore del record mondiale di volo in quota in diverse occasioni. Impegnato nel primo combattimento aereo della storia, il suo aereo fu abbattuto nel 1915. Fatto prigioniero dai tedeschi, riuscì a fuggire e fu incorporato nello squadrone Stork. Morì in combattimento aereo alla fine della prima guerra mondiale.

Origini e primi voli

Il Roland Garros nacque a Saint-Denis de la Réunion il 6 ottobre 1888 da un padre avvocato al bar. Nel 1900 fu inviato in Francia per continuare i suoi studi. Più spinto dalle attività fisiche all'aperto che dagli studi, entrò comunque a far parte dell'Ecole des Hautes Etudes Commerciales (HEC) nel 1906. Dopo aver completato la sua formazione, divenne un venditore di automobili Grégoire, quindi aprì una propria attività. Progetta quindi un carretto biposto destinato ad una clientela giovane e benestante.

Il suo interesse per l'aeronautica deriva dalla lettura di Jules Verne. Partecipò a molti raduni aerei e spettacoli aerei e finì per acquisire una replica della "giovane donna" di Santos-Dumont nel 1910. Un primo volo terminò in una collisione con un altro aereo: quello di Maurice Clément . Quest'ultimo non è altro che il figlio del produttore della replica dell'aereo, e dona generosamente una nuova macchina. Il secondo tentativo sarà quello corretto, con un volo rettilineo perfetto. Inebriato e raggiante, Garros è deciso: sarà un aviatore.

Il Roland Garros ottenne il suo primo contratto espositivo a Cholet il 14 luglio 1910, sebbene non avesse ancora ottenuto il brevetto. Parteciperà a numerosi incontri in tutta la Francia. Fu allora che Santos-Dumont, costretto a rinunciare a rubare per motivi medici, si offrì di vendergli la sua Demoiselle. Un sogno per Garros che, con l'originale, ha realizzato voli più spettacolari oltre i 200 metri, un record per l'epoca. Ovunque si esibisse, ricevette un'accoglienza entusiasta e il giovane eroe divenne un pilota riconosciuto, abbastanza da ottenere un contratto per un incontro negli Stati Uniti.

Mostre e imprese del Roland Garros

Ha navigato per New York l'11 ottobre 1910, per partecipare a una manifestazione a Belmont Park. Successivamente ha eseguito numerose mostre che lo hanno portato in tutto il Nord America. Ma la sua Signora non gli basta più. Tornò in Francia per trovare una macchina più adatta alle sue ambizioni. Ha trovato in Louis Blériot il partner di cui aveva bisogno e ha gareggiato brillantemente in molte gare, inclusa la Parigi-Roma. Nel 1912 vinse il Gran Premio dell'Aeroclub de France, poi stabilì record mondiali di altitudine, in particolare durante un tour in Sud America.

Il 23 settembre 1913 realizzò un'impresa effettuando la prima traversata del Mediterraneo, radunando Fréjus a Biserta in Tunisia. Questo volo di 780 chilometri su un monoplano Morane Saulnier stabilirà sicuramente la sua fama.

Un aviatore in guerra

Nato all'estero, il Roland Garros non fu mobilitato quando scoppiò la guerra nell'estate del 1914. Indipendentemente da ciò, il 4 agosto si arruolò come soldato semplice. Naturalmente assegnato a uno squadrone, svolse numerose missioni di ricognizione, caccia e bombardamento. Il Roland Garros perfezionò anche il sistema per sparare con le mitragliatrici sugli aerei da combattimento dell'epoca: sparare attraverso l'elica, sviluppato da Raymond Saulnier.

Ottenne numerose vittorie aeree prima di essere abbattuto nell'aprile 1915 e fatto prigioniero dai tedeschi. Non avendo potuto incendiare il suo aereo, il suo sistema di sparo verrà studiato attentamente dal nemico che tenterà di copiarlo, senza successo, e alla fine opterà per un altro sistema (Fokker). Garros fuggì dal suo campo di prigionia alla fine del 1917 e riuscì a tornare in Francia. Rifiutando l'offerta di Clemenceau di diventare un consigliere dello staff, tornò a combattere, assegnato al prestigioso squadrone Stork.

Il 5 ottobre 1918 il suo aereo esplose in aria durante uno scontro nelle Ardenne, non lontano da Vouziers dove fu sepolto. Nel 1927, il suo amico Emile Lesieur, che divenne presidente dello Stade Français, impose il nome Roland Garros per la costruzione dello stadio responsabile della Coppa Davis. Ogni anno, il torneo Roland Garros perpetua la memoria di questo asso dell'aviazione.

Bibliografia


- Memorie, dal Roland Garros. Edizioni Phébus, 2016.

- Roland Garros: un famoso sconosciuto, biografia di Georges Fleury. Bourrin, 2009.


Video: John McEnroe vs Ivan Lendl - Final. Roland-Garros 1984 (Potrebbe 2021).