Interessante

La marchesa di Pompadour (Delatour)


Maurice quentin Della torre chiamato Quentin de La Tour, ritrattista e artista pastello, nato nel 1704, dipinse per la prima volta il ritratto di Voltaire nel 1735 prima di ottenere il riconoscimento. In seguito a quelli di Rousseau, Luigi XV, sua moglie e il Delfino, fu ammesso alla Royal Academy of Painting and Sculpture, come "pittore di ritratti a pastello" nel 1746 e divenne consulente nel 1750. Specializzato in i ritratti, li rende così vivi, così sorridenti, così sensibili che immaginiamo di avere i personaggi davanti a noi.

Nella sua città natale fondò una scuola di disegno nel 1782 e ancora oggi il Museo Antoine Lécuyer di Saint Quentin conserva la maggior parte del suo lavoro.

La Pompadour, di Delatour

Un bel giorno del 1749, l'ex amante reale di Luigi XV, Madame de Pompadour, chiese a Quentin de La Tour di dipingerla. L'artista utilizzerà matite pastello integrate con qualche tocco di tempera, ma sono necessari cinque anni fino al suo completamento, perché viene regolarmente fatto "l'orecchio": si rifiuta di andare a dipingere a Versailles e pronuncia queste parole “Non vado a dipingere in città” o addirittura è un pretesto per urgenti riparazioni da fare su altre tele… Finalmente si prepara il viso a Versailles e si dipinge il ritratto nelle officine di Parigi. Una volta completato, fu esposto al Salon nel 1755 e poi acquistato dal Louvre nel 1803.

La marchesa ha trentaquattro anni. Giunta allo stadio di amica e consigliera del re, divenuta la grazia stessa, è seduta come una regina nel suo armadietto decorato con boiserie blu-verdi, sottolineate d'oro, indossa un sontuoso abito di raso "francese". , come ammiriamo nel magnifico ritratto in una sala del Louvre ...

La moda per l'abito francese con cesti separati non apparve fino al 1750 e questi volumi lo rendevano più comodo e facile da spostare. Sapete signore che i cestini sono l'origine delle nostre borse? In effetti, c'è un altro vantaggio di questi cestini: le signore, sotto le loro sottovesti di pizzo di cui stiamo scoprendo un piccolo pezzo, potevano mettere tutte le loro necessità femminili.

I polsini con laccio removibile e soprannominati “il simpatico” rendono la marchesa ancora più femminile e raffinata. I nodi sul plastron così come gli zoccolini ai piedi sono nella nuova tonalità rosa tenue: il "rosa Pompadour" ea differenza di questo sontuoso vestito, la sua acconciatura è semplice, priva dei suoi cappelli di qualsiasi taglia moda ... perché è nel suo privato.

Circondata da tutti gli elementi della sua vita intellettuale tra cui una sfera, libri, spartiti, lo Spirito delle leggi, l'Enciclopedia, una violetta, cartoni animati di disegni, Madame de Pompadour è la Protettrice di tutte le arti. Non dimentichiamo che fu grazie a Elle che la manifattura di Sèvres riprese a decollare intorno al 1765 e che così inaugurò lo "stile Pompadour" nelle arti decorative.

Una donna di gusto, colta e artista, femminile, elegante e graziosa, che si apre allo sviluppo filosofico, politico e morale di Parigi ... "La donna" del XVIII secolo!

Con questo ritratto, lungo un metro settanta per tre metri e mezzo di larghezza, Quentin de La Tour aveva appena inaugurato una nuova tecnica ed è stato in grado di dimostrare che il pastello può eguagliare la pittura a olio. Ma con questo lavoro è anche la fine della moda per i ritratti ufficiali ...

La marchesa di Pompadour, Di delatour. Museo di Louvre.


Video: Au cœur de lhistoire: Madame de Pompadour Franck Ferrand (Potrebbe 2021).