Interessante

Campi d'onore - Castillon - luglio 1453 (BD)


Dopo un libro Valmy, che abbiamo avuto il piacere di presentarvi, la collezione " Campo d'onore »Dalle edizioni Delcourt si apre una nuova sezione dedicata a una battaglia cruciale nella storia della Francia: la battaglia di Castillon avvenuta il 17 luglio 1453. Un modo divertente per (ri) scoprire questo momento chiave della Guerra dei Cent'anni e della riconquista iniziata da Carlo VII.

Dopo Giovanna d'Arco

Nel mondo dei fumetti, la guerra dei cent'anni viene solitamente affrontata solo attraverso l'episodio giovannino. La continuazione del regno di Carlo VII e la continuità della riconquista francese dei possedimenti inglesi è solo raramente avvicinata dalla nona arte. Lo scenario di Thierry Gloris è quindi un'eccezione aprendosi sull'esecuzione di Giovanna d'Arco e concentrandosi su questa battaglia chiave che segna una svolta decisiva nel conflitto, distruggendo definitivamente ogni speranza inglese di riconquistare la Normandia e riguadagnare una solida posizione in Aquitania. Con la morte in questa battaglia dei principali protagonisti inglesi dell'epopea giovannea, questa battaglia segna davvero la fine di un ciclo. Questa fine del ciclo è anche più ampia per lo sceneggiatore che presenta la battaglia come un segno della fine di un'era di cavalleria e della nascita di una guerra più moderna e tecnica. Questa idea è avanzata dal confronto tra tre uomini: il signore di La Palice ei fratelli Bureau. La Palice incarna il meglio della cavalleria francese e tutto ciò che rappresenta in eleganza, cariche di cavalleria epiche e relazioni rispettose con un nemico dello stesso rango, della stessa nobiltà.

Una battaglia poco conosciuta

I fratelli Bureau, a capo dell'artiglieria del re, da parte loro incarnano una guerra moderna, tecnica, affidata a popolani e basata sulla scienza per raggiungere soprattutto l'efficienza. Il proiettile della bomba mina le mura e impressiona le truppe, non facendo la differenza tra il pedone volgare e il cavaliere di sangue blu.

Se la cavalleria bretone arriva a completare la vittoria francese, è ovvio che gli artiglieri hanno svolto un ruolo preponderante non più solo utilizzando i loro pezzi come armi d'assedio ma sparando direttamente sulle truppe inglesi che montano l'assalto. Cantillon segna quindi gli annali della storia militare. Questa battaglia, spesso sconosciuta al grande pubblico, ha dunque trovato il suo posto in questa raccolta dedicata alle battaglie che hanno segnato la nostra identità nazionale.

Champ d'Honneur, Castillon, luglio 1453, Edizioni Delcourt, 2016.
Sceneggiatura: Thierry Gloris
Disegno: Gabrielle Parma
Colore: Dimitri Fogolon
Copertina: Ugo Pinson


Video: Il Mestiere delle armi - La battaglia (Potrebbe 2021).