Interessante

Visita eccezionale dell'hotel Beauharnais


Dominio privato e simbolo dello stile Impero, l'hotel Beauharnais, situato in rue de Lille nel 7 ° arrondissement di Parigi, è l'attuale residenza dell'ambasciatore tedesco in Francia: Reinhard Schäfers. In occasione di una visita privata, Histoire pour tous ripercorre la storia del magnifico hotel e dei vari proprietari tra cui il famoso Eugène de Beauharnais.

L'hotel Beauharnais: perché si chiama così?

L'hotel prende il nome dal principe Eugene de Beauharnais che ha 22 anni quando lo acquista 1803 per intraprendere il lavoro successivo. Lui è il terzo proprietario dell'hotel dopo Jean-Baptiste Colbert, il nipote del Gran Ministro di Luigi XIV e il Duca di Villeroy. Era un residente puntuale dopo le sue campagne durante questi brevi ritorni a Parigi. Notando l'alto costo della ristrutturazione, Napoleone lo privò del diritto d'uso e fece dell'albergo una residenza ufficiale per gli ospiti.

Eugène de Beauharnais (1781-1824) è il bellissimo figlio di Napoleone perché è figlio di Joséphine e Alexandre de Beauharnais. Ha iniziato la sua carriera nel 1797 come aiutante di campo di Napoleone durante la campagna d'Italia e poi in Egitto. Dopo l'istituzione dell'Impero nel 1804, divenne Viceré d'Italia e nel gennaio 1806 sposò la figlia del re di Baviera. Fino alla nascita di re di roma nel 1811 Eugène de Beauharnais era il presunto erede di Napoleone. Vale la pena ricordare che il re di Roma è figlio di Napoleone e dell'arciduchessa Maria Luisa d'Austria.

La storia dell'hotel e dei suoi primi proprietari: verso il monumento storico tutelato

L'Hôtel de Beauharnais è stato costruito sulla riva sinistra della Senna dall'architetto Germain Boffrand nel 1713. Verrà venduto nel 1715 a Jean-Baptiste Colbert, marchese de Torcy poi al duca di Villeroy intorno al 1766. Dopo la sua acquisizione nel 1803, il principe Eugène de Beauharnais fece eseguire lavori, in particolare sulla facciata del Hotel. È possibile vedere pOrtica neo-egiziana, opera dell'architetto Jean Augustin Renard. Questi portici testimoniano l'entusiasmo dell'epoca per la moda egiziana, spiegato dalla campagna napoleonica (1798-1799). Napoleone fu accompagnato da 167 studiosi nella spedizione in Egitto e tornò con la Stele di Rosetta.

Il 6 febbraio 1818, l'hotel divenne per 570.000 franchi di proprietà della Prussia e Frederic-Guillaume II di Prussia chi l'aveva restaurata. Diverse personalità hanno soggiornato presso l'hotel, come Bismarck, il compositore Richard Wagner e la madre di Guglielmo II. Fu nel 1871 con la nascita dell'Impero tedesco che l'hotel divenne la sede della sua ambasciata. Fu rilevato dallo Stato francese alla fine della seconda guerra mondiale e restituito nel 1961. L'Hôtel de Beauharnais è classificato monumento storico dal 25 luglio 1951.

Stile impero: interni sontuosi

Lo stile Impero è definito da mobili massicci e imponenti e da una predominanza di mobili in mogano decorati con bronzo. L'imitazione dell'antichità è un'altra caratteristica, gli ornamenti in bronzo scolpito si ispirano allo stile greco-romano o egizio. Gli artisti più significativi sono Charles Percier e Pierre-François-Léonard Fontaine perché sono considerati i creatori di questo stile. L'hotel Beauharnais è un simbolo splendidamente restaurato dello stile Impero. Si noti che la residenza contiene la maggior parte dei mobili originali del periodo Eugenio.

Quando si entra attraverso i portici egizi, l'Hôtel de Beauharnais rivela al piano terra una magnifica biblioteca, opera dell'ebanista Jacob Desmalter, così come sulla sinistra, il soggiorno verde con i paesaggi di Hubert Robert e un camino in marmo verde. Un po 'più avanti si trova la sala da pranzo con dipinti di Mamelucchi.

È dopo aver salito lo scalone principale che vediamo, al primo piano, la sala del trono, la sala rosa o la sala delle quattro stagioni sul Stile pompeiano che rappresentano muse. I simboli napoleonici sono presenti in tutta la figura dell'aquila e delle api. Sullo stesso piano si trovano gli appartamenti del regina hortense, Regina d'Olanda e sorella di Eugène de Beauharnais. Gli appartamenti sono composti da una magnifica camera da letto contenente il letto da parata, una sala da musica, un boudoir orientale e un bagno in marmo.

Informazioni utili :

Hotel de Beauharnais: 78, rue de Lille 75007 Parigi, Francia

Monumento storico dal 25 luglio 1951

Accesso su richiesta

- Sito web dell'Ambasciata tedesca

- Sito web della Fondation Napoléon


Video: Secrets dHistoire - La Reine Hortense, pour le meilleur et pour lEmpire.. Intégrale (Potrebbe 2021).