Vari

File di archeologia: The Vikings


Negli ultimi decenni c'è stata una vera rinascita di interesse per i vichinghi è evidente. Che si tratti della serie Vikings o della recente mostra al castello dei duchi di Bretagna a Nantes, il successo popolare ti aspetta. L'ultimo numero di record di archeologia 391 offre una riuscita sintesi storico-archeologica su questi famosi uomini del Nord che affascinano tanto quanto spaventano.

L'emergere di una società

Pierre Bauduin, professore di storia medievale presso l'Università della Normandia, offre un articolo introduttivo e sintetico sulla storia del fenomeno vichingo delle incursioni nelle formazioni nazionali. Questa introduzione aiuta a comprendere l'ascesa e la diversità del fenomeno vichingo. Lo sviluppo del commercio dall'VIII secolo in poi è andato di pari passo con la crescita urbana. John Ljungkvist mostra questo sviluppo nel suo contributo intitolato "Gamla Uppsala, la capitale pre-vichinga del nord". Secondo Anne Nissen, le caratteristiche culturali specifiche dei vichinghi possono essere rilevate già nell'VIII secolo, ma alcune delle più antiche risalgono alla tarda antichità. In un altro contributo, descrive la società scandinava sul suo territorio e mostra lo sviluppo economico e la forte gerarchia di questa.

Commercianti

Il termine vichingo non si riferisce a un popolo ma ad un'attività di arricchimento lontano da casa con mezzi bellicosi o pacifici. Jens Christian Moesgaard mostra nel suo contributo intitolato "The Vikings and Money" che le spedizioni commerciali devono essere rivalutate per le loro dimensioni e per le somme che hanno portato ai vichinghi. Ci sono anche tracce archeologiche di questo commercio nella città di Ribe, come mostrato da Sarah Croix. La ricerca archeologica ha permesso di rivalutare e meglio comprendere “Porti e pratiche commerciali nel Nord Europa” di Lucie Malbos. L'ascesa dei vichinghi non sarebbe stata possibile senza le loro navi. Éric Rieth ne discute la progettazione e la costruzione nel suo contributo.

Guerrieri

Le élite guerriere e aristocratiche sono dietro le incursioni vichinghe. Si affermano in un contesto di accumuli di ricchezza ed entrano in rivalità per rafforzare il loro potere. Il rafforzamento di alcuni aristocratici spinge alcuni ad avventurarsi per accumulare bottino, ricchezza e potenzialmente riconquistare il potere. I banchetti erano un'importante istituzione politica all'interno di questo gruppo. Pasti sontuosi hanno permesso a queste élite di mostrare il loro potere, come racconta Alban Gautier. Questi momenti sono stati anche sede di trattative per future spedizioni.

L'espansione vichinga

Molti articoli trattano degli insediamenti ma anche dell'integrazione dei Vichinghi nei diversi territori raggiunti (Normandia, Isole britanniche e Groenlandia). Si stabiliscono principati più o meno solidi, gli uomini mantengono più o meno i loro costumi a seconda dei contesti locali. Anche i territori di origine sono interessati e trasformati da queste incursioni. In Scandinavia, il potere dei re è cresciuto più forte come dimostrato dall'articolo di Anne Pedersen su Jelling e il suo complesso reale del X secolo in Danimarca e ha portato alla formazione di monarchie nazionali in Scandinavia, come spiega Sverre Bagge. Queste trasformazioni politiche furono possibili grazie ai contatti che mantennero i vichinghi e alla scoperta di stati con altre pratiche amministrative ma anche con la progressiva cristianizzazione delle popolazioni (vedi il contributo di Stéphane Lebecq).

Questo file è una sintesi riuscita sui vichinghi. La ricca iconografia, sempre di ottima qualità, impreziosisce e arricchisce la lettura. La fine di Dossiers d'Archéologie è come di consueto dedicata a varie notizie. Un articolo tratta del recente libro Une histoire des civilisations. Come l'archeologia capovolge le nostre conoscenze con un'intervista a uno dei tre direttori della pubblicazione, Jean-Paul Demoule. Viene presentato il progetto Refuge 44, che propone un tour virtuale di un sito archeologico (una cava di rifugio normanno). Infine, l'ultimo contributo è dedicato alla mostra al Museo dipartimentale dell'antica Arles dal titolo "L'esercito di Roma, potere e gloria". Un buon numero sintetico e accessibile dei Dossiers d'Archéologie.

Fascicolo archeologico n ° 391: I Vichinghi. In edicola e in abbonamento.


Video: Hneftafl - The Viking Game (Potrebbe 2021).