Le collezioni

Le maestose bellezze sommerse del Titanic


Il famoso transatlantico Titanic affondò il 14 aprile 1912 e portò con sé le meraviglie e il simbolo dell'arte di vivere della fine del XIX secolo. La moda a quel tempo era camminare, apparire, viaggiare, andare nel Nuovo Mondo, e queste navi erano progettate per servire una clientela privilegiata. Tutto è fatto per assicurarle un momento di relax indimenticabile ...

Cabine di lusso e un momento di relax

Sul Titanic, sette dei dieci ponti sono stati progettati per accogliere i passeggeri. E per questa clientela privilegiata, la nave di linea offriva cabine arredate in stile Luigi XIV, Luigi XV, Luigi XVI, Rinascimento italiano, Impero o Georgiano le cui pareti erano rivestite con pannelli di quercia, noce, mogano o limone e le cui i lampadari di cristallo alimentati da elettricità illuminavano il tutto. Si potevano ammirare sculture, ricostruzioni e dorature. I letti erano a baldacchino ricoperti di seta damascata. Abbiamo camminato su pavimenti in moquette o morbidi tappeti. Per non fare freddo il riscaldamento era acceso e le ciminiere rombavano. Queste cabine con aria condizionata avevano il proprio bagno con acqua calda e servizi igienici. Modulari, da una a tre persone e trasformabili in appartamento, queste cabine erano situate al centro del transatlantico, dove la barca si muoveva di meno, per il comfort dei passeggeri.

Per il relax, gli ospiti si immergono in una piscina di acqua di mare con trampolino, a cui si accede da una scala in marmo, e possono trasformarsi in cabine individuali. Uomini e donne hanno trascorso un po 'di tempo nei bagni turchi a pagamento, ma in tempi diversi. Questi bagni erano accuratamente decorati con lampade, tavoli, divani turchi e siriani, soffitti a cassettoni. Alcuni preferivano un buon massaggio; altri hanno usufruito delle lezioni di un insegnante di ginnastica, in un'apposita sala attrezzata con vogatori, biciclette e macchine per pesi. Era disponibile anche un campo da squash, ma a pagamento.

Per un restyling, il Titanic ha offerto un parrucchiere e un barbiere, nonché un negozio di souvenir che vende giocattoli, libri, cartoline, cancelleria.

Alla fine della giornata, gli uomini si sono incontrati nella sala fumatori, il cui stile rinascimentale era decorato con pannelli di mogano e vetrate colorate. Nel frattempo, le signore (a cui era vietato l'accesso) si dirigevano verso la sala di lettura, attrezzata con divani e tavoli per scrivere la loro corrispondenza.

Altri si stabilirono nelle sale di ricevimento ai piedi dello scalone, i cui pavimenti erano rivestiti di moquette e le pareti bianche e dorate. Ammirando le colonne, le modanature e l'arazzo di Aubusson che rappresenta "la caccia del Duca di Guisa" su una delle pareti, hanno assaporato il tè, installato nei sedili ricoperti di seta rossa, ascoltando il quintetto suonare dalle 16:00 alle 17:00

Sala da pranzo

Sempre con l'obiettivo di soddisfare i passeggeri e servire una clientela privilegiata, il Titanic ha offerto uno speciale ristorante à la carte chiamato "il Ritz", un caffè "parigino" e un'altra "Veranda", che rivaleggiavano tra loro per raffinatezza e delicatezza, queste sale da pranzo sono riservate alle classi prime.

Il "Ritz" è stato posizionato sotto il quarto camino "decorativo" sul ponte B, a poppa del transatlantico. Era riservato ai passeggeri di First Class che volevano cambiare dai menù tradizionali e poter usufruire di un servizio à la carte. Dotato di bovindi e finestre a traliccio, drappeggiati con tende di seta marrone dorato, elementi in legno di noce, lampadari e applique in ottone dorato cesellato, colonne di legno intrecciate con nastri di bronzo e poltrone ricoperte di tappezzeria. Aubusson con un motivo a traliccio di rose Luigi XVI, offriva quarantanove tavolini per centotrentasette passeggeri. Questi bei tavoli erano ricoperti da tovaglie bianche, impreziosite da mazzi di rose e margherite, provviste di un'illuminazione d'atmosfera ottenuta utilizzando lampade da terra in cristallo sormontate da sfumature rosa. Questo ristorante di alta classe aveva un servizio da tavola blu di 190 pezzi con un bel bordo dorato che ricorda "Bleu de Sèvres" e un secondo servizio bianco, decorato con un bordo dorato e una ghirlanda verde in stile Louis. XVI. Il resto era tutto argenteria e cristalleria.

Il "Café Parisien e il Café Véranda" erano luoghi meno soffocanti e più conviviali dove abbiamo incontrato molti giovani passeggeri che erano esperti in questi luoghi. Le pareti erano ricoperte di graticci (edera e altri rampicanti), il pavimento a scacchi bianchi e neri, i mobili in rattan laccato bianco, le grandi vetrate che consentivano una vista sul mare, questi luoghi potevano ospitare un massimo di 68 persone.

Un po 'meno carina, la sala da pranzo di prima classe era la più grande mai costruita su una nave. I suoi 1.000 m2 potevano ospitare fino a 550 passeggeri. Il pavimento era piastrellato di linoleum blu con motivi rossi e gialli, i piatti bianchi con un contorno smerlato di verde e marrone.

Quanto alle cucine, erano grandiose e avevano, tra le altre cose, due stufe dotate di 19 forni ciascuna, grill, rosticcerie, bagnomaria ...

Pancia del Titanic

In quel triste giorno del 14 aprile 1912, per servire al meglio questi circa 2.200 passeggeri, erano necessari non meno di 885 membri dell'equipaggio. Trasportando con sé le 5.892 tonnellate di carbone, la "pancia" del Titanic aveva anche serbatoi d'acqua progettati per consegnare 64.000 litri al giorno e 170 tonnellate di posta. Infatti, oltre al trasporto di passeggeri, il trasporto della posta era una delle principali missioni del transatlantico. Il totale delle merci e dei bagagli vari ammontava a 900 tonnellate. Va ricordato che i passeggeri spesso trasportavano molti bauli di vestiti e articoli da toeletta come la signora Charlotte Drake ei suoi 14 bauli, 4 valigie e 3 casse: niente di eccezionale!

Per servire i passeggeri, 21.000 pezzi di posate, più di 3.000 piatti e zuppiere, 10.000 pezzi di pentole, 6.500 strofinacci da cucina, 45.000 tovaglioli, 40.000 uova fresche, 1.000 animelle e servivano altre carni per un totale di 50 tonnellate, 70 marche di champagne, 54 bordolesi, 850 bottiglie di alcol. E questi sono solo alcuni piccoli esempi ...

Ultimo pasto al Ritz il 14 aprile 1912

Sotto l'influenza francese (i gestori dell'hotel erano francesi o avevano ricevuto una formazione in Francia) e sotto la guida di Auguste Escoffier e César Ritz, il Titanic offrì il meglio nei migliori ristoranti di Parigi, Londra, New York. C'erano solo piatti delicati tra cui caviale, aragoste, quaglie egiziane, uova di pavoncella, in un menu di undici portate per le prime classi.

«L'ultima sera abbiamo cenato al Ritz. Era il massimo del lusso. I tavoli erano allegramente decorati con rose e margherite, i violini dell'orchestra suonavano Puccini e Ciajkovskij; la cena è stata sontuosa: caviale, aragoste, quaglie egiziane, uova di pavoncella, uva in serra e pesche fresche ", ha detto la signora Walter Douglas, una sopravvissuta di prima classe.

Le donne indossavano i loro adorabili abiti di raso e seta, alcune indossavano le loro collane di perle a doppio filo (assicurate per $ 600.000 all'epoca), gli uomini vestiti in modo impeccabile vestiti a festa.

Il menu era presentato in undici portate, con ostriche, Olga consomme, salmone in camicia, filet mignon Lili… sella di cervo, beccaccia… un punch al sesto piatto, un foie gras al nono, caffè e sigari dopo questo pasto gigantesco che rappresenta la quintessenza lusso …

Dichiarate curiosità insolite

Sono state redatte liste merci (per rimborsi e assicurazioni), dichiarazioni di sinistro, assicurazioni stipulate prima della partenza. Scopriamo così oggetti molto eterogenei, che mostrano bene la ricchezza di viaggiatori privilegiati ... che vanno dalle casse di sarde o noci sgusciate, barili di tè, passando per fasci di guttaperca (gomma presa dall'albero della gomma usato come isolante) o casse di pelle di coniglio o di piume di struzzo fino a quelle che trasportano oppio, casse di dispositivi di allarme e una valigia di automobile contenente la Renault 1912; una macchina per la marmellata, scatole di opere d'arte egiziane, un sacchetto di diamanti del valore di 300 milioni di dollari, una cornamusa, un costume arabo e un bulldog francese campione di competizione oltre a una mummia ...


Video: Return Titanic In 2018 (Potrebbe 2021).