Informazione

La terza crociata (1189-1192)


È passato quasi un secolo da quando Urbano II lanciò la Crociata per liberare Gerusalemme, quando fu riconquistata da Saladino nel 1187. Gli Stati latini furono indeboliti, la contea di Edessa fu addirittura distrutta e una precedente crociata, tuttavia da due grandi governanti dell'Occidente, ha fallito miseramente. La situazione è quindi critica quando una nuova crociata viene proclamata da Papa Gregorio VIII; quindi inizia il Terza crociata, forse il più famoso, perché contrappone grandi re d'Occidente, tra cui Riccardo Cuor di Leone, al già mitico Saladino.

La crociata per la pace in Occidente?

La situazione è in realtà molto più complessa, e la decisione papale di invocare la crociata non è probabilmente dovuta solo alla caduta di Gerusalemme e alla caduta dei maggiori luoghi latini in Terra Santa. In effetti, l'Occidente è nel mezzo di una guerra tra Capetiani e Plantageneti! Per il primo, Philippe Auguste ha consolidato il suo potere nel regno di Francia, e ora può rivolgersi al nemico già ereditario che ha possedimenti molto importanti nel continente, come l'Angiò e la Normandia. I Plantageneti, loro, sono presi da Enrico II ma quest'ultimo conosce problemi molto seri con i suoi figli, in particolare Richard e Jean. Il re di Francia non esitò a sostenerli durante gli anni 1186-88, e un Enrico II indebolito dovette inchinarsi nonostante la sua riconciliazione, per un certo periodo, con Riccardo. Gli successe alla sua morte nel 1189.

Già nel 1187, tuttavia, Enrico II aveva promesso di rispondere alla chiamata alla crociata di Gregorio VIII (rinnovata dal suo successore Clemente III); Richard deve subentrare. Questo non lo infastidisce affatto, perché ha poco interesse per il regno d'Inghilterra e vuole invece farsi conoscere attraverso le sue imprese militari; anche lui aveva promesso di prendere la croce alla fine del 1187. Ciò non gli impedì di persuadere Philippe Auguste ad accompagnarlo, probabilmente per impedire al suo rivale francese di attaccarlo alle spalle una volta partito per la Terra. Santo. Il figlio di Luigi VII ovviamente non può rifiutarsi di fare questo pellegrinaggio ...

I due sovrani si preparano ad una partenza nel 1190. In Inghilterra Riccardo riesce a imporre la "decima saladina" per finanziare la sua crociata, ma Filippo Augusto deve farne a meno, cosa che poi causerà molti problemi alle finanze reali. I due re si incontrano all'inizio del 1190 per firmare un patto di non aggressione, che non impedisce nuove tensioni e il rinvio della partenza; questo interviene lo stesso il 4 luglio 1190, da Vézelay, da dove Filippo Augusto e Riccardo Cuor di Leone prendono finalmente la via verso la Terra Santa.

L'altro grande sovrano: Frédéric Barberousse

Ci vorrebbe troppo tempo per spiegare le circostanze dell'arrivo di Federico di Hohenstaufen sul trono imperiale, ma va ricordato che stiamo seguendo la lite delle Investiture. Il Barbarossa è stato così in conflitto con il papato sin dagli anni Cinquanta del Novecento, e questo è continuato fino agli anni Ottanta del Novecento, fondendosi soprattutto con le rivalità in Italia tra Hohenstaufen e Guelfe, per non parlare dei Normanni dell'Italia meridionale e del Sicilia! Ha anche partecipato alle lotte tra Plantageneti e Capetians, il più delle volte sostenendo Enrico II.

All'inizio degli anni '80, l'Imperatore stabilì i suoi affari con la Lega Lombarda alla Pace di Costanza (1183), e pacificò definitivamente le rivalità all'interno dell'Impero alla Pentecoste 1184, dove il suo potere fu riconosciuto dal essenziale del Grande. Decise di prendere la Croce alla Dieta di Magonza nel 1188.

L'Esercito Imperiale è di gran lunga il più impressionante dei tre eserciti reali in partenza per la Terra Santa, parlando di 100.000 uomini, inclusi 20.000 cavalieri! Frédéric Barberousse non esitò a provocare un duello con Saladino, e avanzò decisamente verso Gerusalemme, senza aspettare Richard e Philippe. I problemi sorgono però rapidamente a causa della cattiva volontà dell'altro imperatore, quello di Costantinopoli, l'angelo Isacco II, che avrebbe stretto accordi con Saladino e incarcerato un'ambasciata tedesca. Barbarossa decide quindi di devastare la Tracia e spingere il suo rivale orientale alla cooperazione; il basileo deve cedere e aiutare ad attraversare i Dardanelli nel marzo 1190. Dopo una difficile traversata dell'Asia Minore e due vittorie sugli eserciti musulmani, l'imperatore annega mentre attraversa il fiume Selef! Il grande esercito imperiale scompare con lui, tranne alcuni contingenti che riescono a raggiungere Antiochia.

Richard e Philippe in Sicilia

L'esercito inglese avrebbe contato 850 cavalieri e l'esercito francese poco più di 600. Se i due re rivali partissero insieme da Vézelay, allora prenderebbero una strada diversa: Philippe Auguste prende il largo a Genova, mentre Richard sceglie Marsiglia. Il Re di Francia arrivò a Messina il 16 settembre 1190 e soggiornò nel palazzo reale; Richard fece un grande ingresso sei giorni dopo e la rivalità tra i due uomini si stava già facendo sentire. Ciò non impedisce loro di restare sei mesi in Sicilia! Le tensioni appaiono tra i due eserciti, ma anche con la popolazione locale, ma in ogni caso è il Re d'Inghilterra a trarne vantaggio; sarebbe in seguito a questi eventi che sarebbe stato soprannominato "il leone", e Philippe "l'agnello" ... A questo si aggiunge un problema d'amore, il cui soggetto principale sarebbe Jeanne, la sorella di Richard il cui Philippe si sarebbe innamorato, e la posta in gioco principale la successione in Sicilia. Tancredi, cugino del defunto Guglielmo il Buono, allora padrone dell'isola e rivale di Giovanna, approfitta della situazione per consolidare la sua posizione contrapponendo i due re uno contro l'altro. Ciò portò al saccheggio di Messina da parte dell'esercito inglese nell'ottobre 1190, e Filippo si offese quando vide gli stendardi del suo vassallo fluttuare sulle mura della città; si dice che sia qui che in seguito decise di impadronirsi della Normandia ...

Nonostante i tentativi di compromesso, le tensioni continuarono durante la prima metà dell'anno 1191, come l'affare di Guillaume des Barres, un cavaliere che riesce a battere Richard in una giostra, provocando la furia di quest'ultimo che obbliga Philippe a separarsene! Tutto finisce quando a Richard viene concesso di separarsi dalla sua promessa di sposare la sorella di Philippe, Aélis, per sposare Bérangère de Navarre, che arriva sull'isola con la madre di Richard, Eleonora d'Aquitania. Sembra che con un accordo raggiunto, i due re si siano riconciliati prima di riprendere la strada.

Da Cipro ad Acri

Il re di Francia, invece, preferisce lasciare la Sicilia prima dell'arrivo di Eleonora, e ciò avviene il 30 marzo 1191; assume la direzione di Acre. Richard, che si sta per sposare, non potrà unirsi a lui fino a un mese dopo a causa di una tempesta. Lo spinge sulle rive di Cipro e il re ardente lo vede come un buon motivo per conquistare l'isola! Dal 1184 si è liberato dal dominio bizantino ed è uno stato autonomo. È gestito da Isacco Comneno che, geloso della sua indipendenza, non esita a fare i conti con Saladino. Si spinge fino a minacciare Bérangère de Navarre, la cui navata è caduta nelle mani delle sue truppe e Richard, di fronte al suo rifiuto di negoziare, decide di affrontarlo nel maggio 1191. Lo sconfigge senza difficoltà, aumentando ulteriormente la sua ricchezza e la sua fama ...

Appena arrivato davanti ad Acri (preso da Saladino sulla scia delle sue precedenti vittorie), Philippe Auguste si trova al centro delle rivalità per la successione al trono di Gerusalemme, mentre la città santa è stata riconquistata dai musulmani. La rivalità tra Guy de Lusignan e Conrad de Montferrat è in corso l'anno precedente, e il re di Francia si è schierato con quest'ultimo. L'esercito di Riccardo arrivò per completare l'assedio della città, che cadde sotto i crociati il ​​12 luglio 1191.

Riccardo Cuor di Leone e Saladino

È prima la successione del trono del regno di Gerusalemme che viene stabilita, un tempo a beneficio di Guy, poi per quello di Corrado ma non prima del 1192, e per un tempo molto breve perché viene assassinato. Guy viene espulso in favore di Henri de Champagne, ma riceve Cipro da Richard.

Nel frattempo, Philippe Auguste aveva capito bene di non avere posto in quella crociata, dove l'onnipresenza di Richard gli dava troppa ombra. Piuttosto che continuare a cedere, e considerando il suo dovere compiuto, è tornato in Francia all'inizio di agosto! Il futuro gli darà ragione, sia contro Richard che contro suo fratello e successore, Jean Sans Terre.

Richard, lui, continua la sua crociata, mantenendo abilmente la sua reputazione. Cominciamo a parlare della sua rivalità con Saladino, e questo aumenta con la sua vittoria contro di lui ad Arsûf nel settembre 1191, poi con la riconquista di Giaffa e Ascalon. La fine dell'anno vede le prime trattative tra i due uomini, anche se non si sono mai incontrati. Le ostilità ripresero nelle settimane successive, ma ogni volta Richard esitava ad attaccare direttamente Gerusalemme.

Nel settembre 1192 apprese che Philippe Auguste e suo fratello Jean stavano complottando alle sue spalle in Occidente. Di fronte a un Saladino anziano e malato, ottenne una tregua di tre anni e tre mesi, oltre al libero accesso a Gerusalemme per i pellegrini cristiani. Lasciò la Terra Santa all'inizio dell'ottobre 1192.

I risultati della terza crociata

Possiamo dire che è contrastato. Mentre i crociati hanno riconquistato alcune roccaforti e l'accesso a Gerusalemme, non possiamo dire che ciò che resta degli stati latini sia fattibile. Inoltre, l'immagine stessa della crociata, dopo il fallimento della precedente, è fortemente contestata in Occidente.

Politicamente, anche per i musulmani, i risultati sono relativi: sì, hanno mantenuto l'essenziale, e lo status quo è a loro vantaggio, ma Saladino è sempre più criticato. Indebolito, svuotò le casse del suo impero e mise i suoi successori in grande difficoltà quando morì nel 1193. Ricominciarono le rivalità, ancora una volta a beneficio dei Crociati ...

Per l'Occidente, le conseguenze di questa crociata, per quanto indirette, sono significative. In primo luogo, Riccardo viene catturato al suo ritorno da Leopoldo V d'Austria; aveva partecipato alla cattura di Acri al suo fianco, ma si era considerato umiliato quando gli angioini si erano rifiutati di lasciargli issare i suoi colori accanto ai suoi e quelli del re di Francia! Richard viene trattenuto per due lunghi anni e rilasciato con un enorme riscatto. Nel frattempo, suo fratello Jean complotta contro di lui con Philippe Auguste. La perdona, tuttavia, e riprende la guerra contro il suo rivale di una vita; Fu durante una battaglia in Limousin che fu colpito da un dardo di balestra e morì per le ferite nel 1199. Successivamente, Philippe Auguste prese il posto di Jean che gli succedette ...

La Terza Crociata è quindi famosa soprattutto grazie alle figure ormai leggendarie di Riccardo Cuor di Leone e Saladino, ma anche grazie al contesto in Occidente di rivalità tra Capetiani e Plantageneti. Lo status quo ottenuto da Saladino prolungherà sicuramente la presenza dei latini in Oriente, ma l'epopea delle Crociate vedrà ancora molti colpi di scena.

Bibliografia

- A.M. EDDE, Saladin, Flammarion, 2009.


Video: La Vita Nel Medioevo Un Viaggio Di Mille Anni - HD 720p Stereo (Potrebbe 2021).